Formula 1
10 ott
-
13 ott
Evento concluso
MotoGP
18 ott
-
20 ott
Evento concluso
25 ott
-
27 ott
Prossimo evento tra
1 giorno
WRC
03 ott
-
06 ott
Evento concluso
24 ott
-
27 ott
Prossimo evento tra
07 Ore
:
32 Minuti
:
15 Secondi
WSBK
11 ott
-
13 ott
Evento concluso
24 ott
-
26 ott
SSP300 FP1 in
19 Ore
:
47 Minuti
:
15 Secondi
WEC
30 ago
-
01 set
Evento concluso
04 ott
-
06 ott
Evento concluso
F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola
Topic

F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola

Filtri:

Campionato Pilota Team Evento Location Tipo di articolo
955 articoli
Cancella tutti i filtri
F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola
Campionato
Loading...
Pilota
Loading...
Team
Loading...
Evento
Loading...
Location
Loading...
Tipo di articolo
Loading...

Altre Notizie

Griglia
Lista

Ferrari: Vettel ha evitato la falsa partenza col freno a mano

Il tedesco, dopo aver fatto muovere la SF90 in anticipo dalla pole position, è stato molto reattivo nell'usare la leva misteriosa posta dietro al volante per fermare la Rossa al via del GP del Giappone, evitando che il sensore FIA segnalasse il jump start.

Mistero T-tray: perché si usa un attuatore idraulico?

La tendenza delle squadre è di cercare delle soluzioni che rallentino la discesa dello splitter, quando si solleva dopo un contatto su un cordolo: pare che un team di seconda fascia disponga di un attuatore idraulico montato sotto alle gambe del pilota per trarre vantaggi aero.

Red Bull: c'è la dentellatura del cerchio posteriore

A Suzuka c'era una grande attesa per il super-motore della Honda che, invece, ha deluso. La curiosità della RB15 era nel cerchio posteriore con un disegno inedito che mostrava una dentellatura nella parte interna visibile solo con la gomma smontata. Ma è servita a poco...

Williams: ecco l'ala anteriore nuova sperimentale

La squadra di Grove in Giappone ha portato al debutto una nuova ala anteriore che ha cambiato il concetto aerodinamico, passando dall'idea Mercedes (inwash) a quella Ferrari (outwash).

Red Bull: lo sfogo dell'S-duct è diventato piccolo

Sulla RB15 si è osservata una curiosità a Suzuka: la monoposto curata da Newey ha sempre mostrato uno sfogo dell'S-duct molto grande sul vanity panel del telaio, mentre in Giappone ha fatto la sua comparsa una versione molto ridotta.

Mercedes: a Suzuka c'è anche il telaio nuovo!

La squadra di Brackley in Giappone ha introdotto l'ultimo pacchetto aerodinamico caratterizzato da nuovi deviatori di flusso ai lati delle pance. Piccola modifica anche all'ala anteriore, mentre nel posteriore si cerca downforce. La scocca per Hamilton è alleggerita.

Mercedes: nuovi deviatori per... respirare meglio

Ecco le prime immagini delle nuove fiancate della Mercedes che fanno il loro debutto nelle prove libere del GP del Giappone: l'obiettivo di questo pacchetto aerodinamico è migliorare il carico e il raffreddamento della power unit Phase 3.

Mercedes: nuovo pacchetto aerodinamico a Suzuka

La squadra campione del mondo cerca di contrastare la superiorità di motore della Ferrari con l'ultimo pacchetto aerodinamico destinato alla W10: a Suzuka il team di Brackley vuole riaffermare la sua supremazia, mentre Wolff ha bocciato l'introduzione di nuovi motoristi a Brixworth.

Ferrari: si è rovesciato il mondo con la Mercedes!

Anche a Sochi si è confermato che il pacchetto aero di Singapore ha permesso alla Ferrari di essere competitiva. I tecnici del Cavallino hanno aumentato il carico verticale e, quindi, l'inneco della temperatura delle gomme, spendendo solo qualche cavallo del motore più potente.

Red Bull: modificato il bargeboard della RB15

La squadra di Milton Keynes propone un bargeboard che si era visto brevemente a Singapore e che ora verra utilizzato a Sochi: a cambiare è il bordo d'entrata del deviatore di flusso principale. Le due RB15 omologano un nuovo motore Honda e saranno penalizzate sulla griglia.

Mercedes: ecco il terzo elemento a comando meccanico

Ecco la sospensione anteriore modificata che Valtteri Bottas ha provato nelle libere del GP di Singapore: sembrava che fosse solo un esperimento per il futuro, mentre la soluzione verrà usata anche a Sochi. L'elemento idraulico ha lasciato il posto alle tradionali molle Belleville.

23 set 2019

Ferrari: la doppietta di Singapore è utile per il 2020

Le modifiche alla SF90 che hanno debuttato a Singapore non sono servite solo al clamoroso uno due di Vettel e Leclerc di Marina Bay, ma hanno dato alla Rossa il carico necessario per innescare nel modo giusto la temperatura delle gomme, tanto che la monoposto 2020...

Ferrari: nel pacchetto c'è anche il diffusore nuovo!

La SF90, vitaminizzata da un pacchetto di novità aerodinamiche che hanno fatto il debutto a Singapore per aumentare la downforce, può fare affidamento anche su una modifica nell'estrattore posteriore che ha dato buoni risultati a Marina Bay.

Red Bull: c'è il lettore laser per misurare l'altezza

La squadra di Milton Keynes ha estremizzato l'assetto Rake sulla pista di Singapore dove Verstappen punta a vincere la terza gara stagionale: nelle libere di ieri, attaccato al pilone dell'ala anteriore, c'era un sensore laser per controllare le variazioni di altezza al variare dell'assetto Rake.

Alfa Romeo: telaio e freni evo per Raikkonen

La squadra di Hinwil ha omologato un telaio C38 nuovo (numero 6) più leggero e un po' diverso nella definizione delle pance per migliorare l'efficienza aerodinamica. E' stato affidato a Kimi insieme ai dischi dei freni Brembo con sette fori. Nuovo anche il pacchetto aerodinamico.

Red Bull: paratie lisce sull'ala posteriore più carica

La squadra di Milton Keynes nutre ambizioni importanti a Singapore: su una pista che richiede il massimo carico aerodinamico, propone sulla RB15 destinata alle prove libere di un'ala posteriore con meno incidenza della concorrenza e senza deviatori di flusso nelle paratie laterali

Alfa Romeo: c'è il binario anche sul mantello della C38

La squadra di Hinwil non ha fermato lo sviluppo della C38: le modifiche portate a Singapore vanno oltre l'adeguamento della monoposto svizzera alla pista cittadina. Ci sono modifiche al cape, ai supporti degli specchietti e all'ala posteriore, oltre che al flap anteriore.

Ferrari: come risalire dal... fondo con le novità

Oltre al muso dotato del Cape, il pacchetto aerodinamico della Ferrari per Singapore comprende anche importanti modifiche al fondo grazie alle quali il marciapiede della Rossa dovrebbe dare finalmente i risultati che si vedono in galleria e al CFD.

Ferrari: il muso aggiunge un profilo e mette il mantello!

Ecco la prima novità importante del pacchetto aerodinamico che la Ferrari ha portato a Singapore: si tratta di soluzioni che, se validate dalla pista, possono condizionare il progetto della macchina 2020: la ricerca di carico aerodinamico dovrebbe valere tre decimi.

Alfa Romeo: l'ultimo flap è da alto carico

La squadra di Hinwil ha portato a Singapore un'ala anteriore pensata per il massimo carico aerodinamico: la C38 è in continua evoluzione per risalire la china nel mondiale Costruttori.

Ferrari: il profilo dell'ala più alto, flap con meno corda

Dopo il successo di Leclerc in Belgio, la Ferrari cerca la doppietta a Monza nel GP d'Italia. Nel pacchetto aerodinamico con il minimo carico c'è un'ala posteriore con il flap mobile a corda corta e il profilo principale montato più in alto. Ovviamente non c'è la T-wing.

Toro Rosso: ala scarica e motore Honda spinto

Daniil Kvyat in Belgio aveva stupito raggiungendo la massima velocità di 356,2 km/h con la STR14 che disponeva del'ala mobile aperta e di una scia. La squadra faentina si vuole ripetere anche a Monza con una curiosa ala anteriore e un motore sulla carta molto più potente.

Haas: l'ala anteriore con l'attacco a due... punte

La squadra americana ha portato a Monza due differenti ali anteriori: rispetto a quella scarica vista a Spa c'è una seconda versione più estrema che permette di ridurre la resistenza all'avanzamento cercando le velocità massime.

Renault: ecco il flap superiore che è stato tagliato

La squadra di Enstone su una pista dove l'efficienza aerodinamica conta più della downforce conta di fare bella figura: la Casa francese deve dare una svolta a una stagione che non è affatto in linea con le aspettative del marchio.