Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia
Analisi
Formula 1 GP di Spagna

F1 | Aston Martin: un rastrello di sensori per capire il retrotreno

Lo staff aerodinamico diretto da Dan Fallows ha montato due serie di sensori davanti all'ala posteriore per raccogliere dati utili allo sviluppo della AMR24 che in pista sta dando risultati men brillanti di quanto si vede in galleria del vento. A Barcellona il team di Silverstone porta altri svilupi...

Dettaglio dell'ala posteriore dell'Aston Martin AMR24

F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola

Giorgio Piola è l’esperto di tecnica di Formula 1 che segue i Gran Premi dal 1964. Il giornalista italiano è considerato il più autorevole divulgatore dei segreti delle monoposto: i suoi disegni e le animazioni permettono di scoprire le novità introdotte dai team ai Gp.

L’Aston Martin ha programmato delle prove aerodinamiche nelle prove libere del GP di Spagna. La pista di Barcellona, del resto, dopo tracciati poco significativi come Monte Carlo e Montreal, è quella che è considerata l’impianto di riferimento per capire se lo sviluppo portato avanti è giusto o no. Non a caso sono molti gli addetti ai lavori che considerano la struttura catalana una vera e propria galleria del vento all’aperto.

Lo staff tecnico diretto da Dan Fallows ha strumentato una AMR24 nel retrotreno, montando un vistoso rastrello giusto davanti al profilo al profilo principale dell’ala posteriore e poco sopra la beam wing per verificare l’efficienza della “verdona”.

Nel team di Silverstone sono sicuri di disporre di una vettura che, almeno sulla carta, dovrebbe rivaleggiare con maggiore continuità con le vetture del gruppo di testa, mentre troppo spesso le prestazioni che emergono dall’AMR24 sono decisamente inferiori alle ambizioni della squadra.

Aston Martin AMR24: una fase della preparazione della vettura per le libere di domani

Aston Martin AMR24: una fase della preparazione della vettura per le libere di domani

Foto di: Giorgio Piola

I piccoli tubi di Pitot sono stati montati su due rake proprio per investigare l’andamento dei flussi che dal bazooka investono l’ala posteriore. L’Aston Martin sta portando avanti una evoluzione costante e continua di una monoposto che a inizio campionato mancava di bilanciamento, per cui era capace di estrarre buone prestazioni nel giro secco e poi andava in crisi durante gli stint di gara a causa di un anomalo consumo delle gomme, afflitte da una tendenza al surriscaldamento.

Aston Martin AMR24: cresce anche la presenza femminile nel team di Silverstone

Aston Martin AMR24: cresce anche la presenza femminile nel team di Silverstone

Foto di: Giorgio Piola

In Canada le AMR24 sono andate nuovamente a punti con i due piloti, Fernando Alonso e Lance Stroll, dando la sensazione che fosse stata imboccata la strada giusta nello sviluppo. La conferma è attesa in Spagna dove la squadra di Silverstone porterà ulteriori novità nella speranza di risalire la china, anche se la distanza dalla Mercedes, quarta nel mondiale Costruttori, è di 56 punti e la speranza di un ricongiungimento con le frecce nero-argento sembra remota.

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente F1 | Sauber: Zhou torna sul telaio che aveva prima di Imola
Prossimo Articolo F1 | Retroscena: la Superlicenza a 17 anni interessa la Red Bull

Top Comments

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia