Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia
Analisi
Formula 1 GP d'Austria

F1 | Ferrari: sfoghi più grandi per i rischi dell'aria rarefatta

La Scuderia ripropone in Austria la SF-24 che tanto ha deluso a Barcellona: il pacchetto aerodinamico che ha debuttato a Montmelò è stato mantenuto nella consapevolezza che la rossa potrà estrarre il reale potenziale in Stiria. Riviste solo le branchie per estrarre il calore dai radiatori.

Ferrari SF-24 dettaglio tecnico

F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola

Giorgio Piola è l’esperto di tecnica di Formula 1 che segue i Gran Premi dal 1964. Il giornalista italiano è considerato il più autorevole divulgatore dei segreti delle monoposto: i suoi disegni e le animazioni permettono di scoprire le novità introdotte dai team ai Gp.

La Ferrari ha portato al Red Bull Ring la SF-24 identica a quella che ha deluso nel GP di Spagna. L’unica modifica dichiarata alla FIA dal team di Maranello riguarda gli sfoghi dell’aria calda nel cofano motore

Il bazooka della rossa, infatti, era caratterizzato da due branchie che sono state maggiorate con cinque aperture per compensare con una maggiore estrazione di calore il fatto che a Spielgberg c’è un’aria più rarefatta per i 700 metri di altitudine a cui si trova l’impianto nel verde della Stiria.

Ferrari SF-24 dettaglio tecnico degli sfoghi dell'aria calda standard

Ferrari SF-24 dettaglio tecnico degli sfoghi dell'aria calda standard

Foto di: Giorgio Piola

La Scuderia ha lavorato anche sulla gestione della power unit: tanto il sistema di sovralimentazione che l’ibrido con opportune mappature elettroniche possono limitare la perdita di potenza con cui tutti i Costruttori devono fare i conti.

La Ferrari, dopo la delusione di Barcellona, conta di sfruttare l’effettivo potenziale della SF-24 che a Montmelò non si era vista a causa della delibera di un assetto troppo conservativo che ha relegato la rossa al ruolo di quarta forza dietro anche alla Mercedes. La comparsa del bouncing ha complicato la ricerca di un setup che rendesse la monoposto bilanciata. Il saltellamento ha più facilmente mandato in crisi le gomme.

Fred Vasseur è convinto che l’aggiornamento aerodinamico portato in Spagna non sia da bocciare e cerca un immediato rilancio in casa della Red Bull…

Leggi anche:

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente F1 | Audi: le prime novità sulla PU 2026 che sta girando al banco
Prossimo Articolo LIVE Formula 1 | Gran Premio d'Austria, Libere 1

Top Comments

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia