Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia
MotoGP GP di Germania

MotoGP | Aldeguer: "Non ho preferenze tra VR46 e Gresini"

Fermin Aldeguer ha dichiarato domenica di non sapere ancora per quale delle due squadre correrà la prossima stagione, aggiungendo di non avere preferenze e che correrà ovunque Ducati decida.

Fermin Aldeguer, SpeedUp Racing

Mentre partecipa al Campionato del Mondo Moto2 con il team Boscoscuro, Fermin Aldeguer è uno dei piloti che ha già un posto sulla griglia di partenza della MotoGP 2025, dopo che all'inizio dell'anno ha firmato un contratto di due stagioni con Gigi Dall'Igna per guidare una Ducati.

Inizialmente l'intenzione dell'azienda bolognese era quella di piazzare lo spagnolo al Prima Pramac Racing, ma tutto è cambiato e ora è previsto un suo inserimento nel Pertamina Enduro VR46 Racing Team, al fianco di Fabio Di Giannantonio, o nel Gresini Racing MotoGP, al fianco di Alex Marquez, in entrambi i casi in sella ad una GP24.

Domenica lo spagnolo ha conquistato la terza vittoria stagionale e la settima da quando è in Moto2, diventando così il pilota con il maggior numero di vittorie nell'attuale griglia della classe intermedia. Un trionfo che arriva in mezzo alle notizie sul mercato piloti e quando alcune voci hanno messo in dubbio i meriti di Aldeguer di avere la moto migliore in griglia il prossimo anno.

"Sembra che sì, abbiamo chiuso alcune bocche con questa gara", ha ammesso Aldeguer domenica pomeriggio al Sachsenring, dopo essere sceso dal podio, quando gli è stato chiesto di parlarne.

"Ma questo è un argomento che non mi interessa. Io lotto per me stesso, quindi abbiamo fatto una gara super intelligente, abbiamo dimostrato ancora una volta il potenziale che abbiamo e sono molto contento", ha aggiunto.

La vittoria non è stata facile per lo spagnolo, che ha dovuto lottare molto all'inizio e lavorare sulla strategia. "È stato come in Moto3, molti piloti fanno il giro più veloce alla fine, abbiamo visto che alcuni di loro sono rimasti un po' cauti e alla fine hanno spinto molto. Ho capito che non era il giorno giusto per spingere, che dovevo aspettare il momento giusto: all'inizio ero molto forte e pensavo di poter aprire un gap, ma su quella pista i riferimenti aiutano molto e non riuscivo ad andare via, fino a quando, con Tony Arbolino, abbiamo aperto un piccolo varco di mezzo secondo e poi ho spinto al massimo per andare via", ha spiegato a proposito della gara.

"Dopo il podio di Assen e questa vittoria in Germania arrivo alla pausa molto rilassato, con molta motivazione per la seconda parte della stagione. Abbiamo ridotto il distacco, siamo a 39 punti (dal leader Sergio Garcia), non penso al campionato, ma è chiaro che abbiamo l'obiettivo di provare a vincerlo, ma procedendo gara per gara. Vincere è il modo in cui si ottiene il maggior numero di punti".

Fermin Aldeguer, SpeedUp Racing

Fermin Aldeguer, SpeedUp Racing

Foto de: Gold and Goose / Motorsport Images

Nessuna preferenza tra VR46 e Gresini

In mezzo alle voci del mercato piloti, ogni giorno ci sono nuovi sviluppi, ma è chiaro che il rinnovo di Fabio Di Giannantonio, che ha firmato per due anni con la Ducati e nel 2025 correrà con la VR46, non avvantaggia lo spagnolo, visto che la squadra di Valentino Rossi vuole "salvare" Franco Morbidelli, attualmente senza contratto. Questo costringerebbe il marchio bolognese a trasferire lo spagnolo al Gresini Racing, comunque sempre con una GP24.

"Ho firmato con la Ducati, quindi qualsiasi squadra che vada con una moto Ducati è una possibilità", ha spiegato Aldeguer quando gli è stato chiesto da Motorsport.com se fosse più motivato a correre per la squadra di Valentino o per Gresini.

"Prima c'era anche la possibilità della Pramac, ma ora no, ora ci sono solo Valentino e Gresini, ma credo che dipenderà molto dalle squadre e dai contratti che faranno in particolare", con la fabbrica.

"Sarò su una moto o sull'altra. Posso essere felice con la Ducati, non ho preferenze", ha detto.

Anche se non ha preferenze, quello che Fermin ha un po' di fretta di sapere è dove correrà, perché se lo farà nella formazione giallo fluorescente o azzurra, le trattative con gli sponsor cambieranno chiaramente.

"Durante le tre settimane di pausa, dovrebbero dirci dove andremo veramente. Soprattutto per poter affrontare anche la questione degli sponsor e delle attrezzature. Cambia molto andare in una squadra o in un'altra, non solo per queste due di cui stiamo parlando, ma in generale. Quindi vediamo se me lo diranno presto e potremo iniziare a sistemare le cose", ha concluso.

Leggi anche:

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente MotoGP | Mistero Aprilia: vola il venerdì, ma non si conferma in gara
Prossimo Articolo MotoGP | Martin “regala” a Ducati tesi per puntare tutto su Pecco

Top Comments

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia