Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia
MotoGP GP di Germania

MotoGP | Di Giannantonio firma con Ducati per due anni e resta in VR46

Fabio Di Giannantonio diventerà un pilota sotto contratto con Ducati per le prossime due stagioni, gareggiando con una GP25 nel team di Valentino Rossi.

Fabio Di Giannantonio, VR46 Racing Team

Fabio Di Giannantonio aveva un’offerta per due stagioni in Yamaha per correre nel team Pramac. Tuttavia, proprio questo sabato ha ringraziato i responsabili della Casa di Iwata per la proposta e ha informato che non avrebbe accettato, secondo quanto appreso da Motorsport.com.

Al momento manca solo la firma, ma Diggia ha preferito l’offerta della Ducati, che gli ha proposto un contratto di due stagioni, ovvero fino alla fine del 2026. La Casa di Borgo Panigale gli ha garantito che l’anno prossimo guiderà una Desmosedici GP25 con il suo attuale team, la VR46. La struttura di Valentino Rossi disponeva di un’opzione di rinnovo con il pilota romano, ma alla fine il contratto di Di Giannantonio sarà direttamente con il marchio, così come lo avevano i piloti Pramac fino ad ora.

In questo modo, Ducati potrà mantenere quattro piloti sotto contratto, come è stato negli ultimi anni. Il nome di Diggia si unirà a quello dei due piloti ufficiali Pecco Bagnaia e Marc Marquez, oltre al giovane Fermin Aldeguer, che ancora attende di sapere in quale team correrà al debutto in MotoGP. È chiaro che il suo esordio sarà su una GP24, che sia nel team di Rossi o in Gresini insieme ad Alex Marquez.

Dopo l’addio di Pramac all’orbita Ducati per diventare team satellite Yamaha, VR46 prenderà il ruolo che fino ad ora ha avuto la squadra di Paolo Campinoti. Questo è una specie di team semi ufficiale con piloti sotto contratto con il marchio e moto identiche a quelle che utilizzeranno Bagnaia e Marquez. Tuttavia, stavolta ci sarà la riduzione da otto a sei unità sulla griglia del 2025. I responsabili di Borgo Panigale, infatti, hanno deciso che si produrrà solo una terza moto “ufficiale”, quella offerta a Di Giannantonio per convincerlo del tutto.

Fabio Di Giannantonio era el gran favorito de Yamaha para el equipo Pramac, incluso el propio Fabio Quartararo había mostrado públicamente su deseo de que le ficharan

Fabio Di Giannantonio era el gran favorito de Yamaha para el equipo Pramac, incluso el propio Fabio Quartararo había mostrado públicamente su deseo de que le ficharan

Foto de: Gold and Goose / Motorsport Images

Diggia è un pilota che ci piace molto e con VR stiamo lavorando per portare questo obiettivo a casa. È un pilota che è cresciuto tanto, saremmo contenti se riuscissimo a tenerlo”, ha spiegato sabato Claudio Domenicali, CEO Ducati.

In soli otto mesi, Di Giannantonio è passato dall’essere un pilota senza team (dopo l’annuncio di Marc Marquez con Gresini) a diventare il terzo pilota del marchio che domina in MotoGP. Sarà l’unico, insieme a Bagnaia e Marquez, ad avere accesso alla moto migliore e più evoluta della griglia.

Yamaha punta Miguel Oliveira

Dopo la risposta negativa del romano, Yamaha punta Miguel Oliveira come prima opzione per il suo nuovo team satellite Pramac. L’idea è di unire in questa seconda struttura un pilota con esperienza ed un debuttante proveniente dalla Moto2. Le opzioni per il profilo del pilota esperto si riducono al portoghese e a Jack Miller, con preferenza per il primo. Per il ruolo di rookie, il più desiderato è Sergio Garcia, ma sono nella lista anche Alonso Lopez e Tony Arbolino, che potrebbe essere la quota italiana nella struttura di Campinoti.

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente MotoGP | Sachsenring, Warm-Up: Bagnaia guida la cinquina Ducati
Prossimo Articolo LIVE MotoGP | Gran Premio di Germania, Gara

Top Comments

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia