Spa, Libere 1: Rosberg su Hamilton, ma terzo è Raikkonen

condivisioni
commenti
Spa, Libere 1: Rosberg su Hamilton, ma terzo è Raikkonen
Franco Nugnes
Di: Franco Nugnes
26 ago 2016, 09:58

Rosberg è il più veloce nel primo turno di libere a Spa, con Hamilton a oltre sette decimi ma con una diversa mescola di gomme. Ottima la terza piazza di Raikkonen con la Ferrari che si mette alle spalle Perez. Vettel quinto davanti alle Red Bull.

Nico Rosberg è il predestinato vincitore del GP del Belgio e il tedesco ha rispettato i pronostici nel primo turno di prove libere del GP del Belgio con il tempo di 1'48"348 (quasi tre secondi rispetto al tempo dello scorso anno) ottenuto con la Supersoft. Nico, unico a sfondare il muro dell'1'49" ha lasciato Lewis Hamilton a 730 millesimi, anche se i due conduttori hanno lavorato su strategie diverse in vista della gara: Rosberg si è incaricato di studiare il comportamento delle medie, mentre Hamilton ha lavorato sulle soft. Entrambe le W07 Hybrid adottano i motori nuovi per questo appuntamento.

Fra le novità di questa sessione si segnala l'uso dell'Halo nei primi giri della sessione da parte di Rosberg (Mercedes), Ricciardo (Red Bull Racing) e, Hulkenberg (Force India): le tre squadre hanno aderito all'invito della FIA di portare avanti gli esperimenti per verificare l'effettiva visibilità anche nelle condizioni più difficili come nella percorrenza della compressione dell'Eau Rouge.

La Pirelli, invece, ha portato delle gomme sperimentali (due treni a pilota, pare nella mescola soft) con una struttura modificata per reggere meglio ai ripetuti contatti con i cordoli. Le indicazioni che sono emerse pare che sia positivo. Ma la novità più interessante è che a parità di gomme Kimi Raikkonen con la Ferrari è arrivato ad appena 69 millesimi dal campione del mondo.

A Spa fa molto caldo per cui sarà difficile sfruttare le gomme Supersoft che sono le coperture scelte dalla squadra di Maranello: la Rossa ha scelto un assetto aerodinamico molto scarico che paga nel veloce, ma rende critica la SF16-H nel T2 che è il tratto guidato. Sebastian Vettel con la seconda Ferrari è quinto, staccato di sette decimi dal finlandese: il quattro volte campione del mondo ha svolto un lavoro differenziato dal compagno di squadra.

La sensazione è che la Ferrari sia riuscita, finalmente, a mettere in pista la macchina con un assetto base che le permette di iniziare lo sviluppo della monoposto, senza dover inseguire la concorrenza. Molto positiva la prestazione di Sergio Perez con la Force India. Il messicano ha stampato un 1'49"782 a un paio di decimi dalla Rossa e si è inserito al quarto posto, lasciando Nico Hulkenberg all'ottava piazza.

E le Red Bull? Daniel Ricciardo e Max Verstappen hanno viaggiato di conserva al sesto e settimo posto, staccati quasi di un secondo e mezzo da Rosberg: si tratta di un distacco non indicativo per i piloti di Milton Keynes che hanno lavorato molto in funzione della gara, per comprendere al meglio le coperture da usare nel weekend vista la temperatura molto elevata rispetto alle aspetattive.

La top ten è completata da Valtteri Bottas nono con la Williams a due secondi dal vertice e Esteban Gutierrez con la Haas. Il messicano è stato davanti al compagno di squadra che stato autore di un lungo per un problema alla power unit che poi lo ha costretto ai box. Problemi anche per Fernando Alonso che ha accusato un problema alla parte ibrida della nuova power unit Honda: lo spagnolo ha percorso solo tre giri, mentre Jenson Button non è andato oltre un 18esimo tempo con una McLaren che sembra soffrire le alte velocità e non solo.

Guai alla power unit anche per Jolyon Palmer penultimo nella lista dei tempi, ma l'inglese è arrivato a pochi centesimi da Kevin Magnussen: la Renault sembra destinata a scivolare in fondo alla griglia, visto che la Sauber ha portato Marcus Ericsson al 13esimo posto. Le modifiche alla C35 sembrano funzionare!

In difficoltà la Toro Rosso poco a suo agio sul veloce: Carlos Sainz è 14esimo e Daniil Kvyat è 17esimo. Molto positivo, invece, il debutto di Esteban Ocon con la Manor: il francese è subito 16esimo e ha rifilato un secondo al compagno di squadra Pascal Wehrlein, rivelando un potenziale della MTR05 che, evidentemente, finora è rimasto piuttosto nascosto...

Cla#PilotaChassisMotoreGiriTempoGapDistaccokm/h
1 6  Nico Rosberg  Mercedes Mercedes 27 1'48.348     232.716
2 44  Lewis Hamilton  Mercedes Mercedes 25 1'49.078 0.730 0.730 231.159
3 7  Kimi Raikkonen  Ferrari Ferrari 24 1'49.147 0.799 0.069 231.013
4 11  Sergio Perez  Force India Mercedes 23 1'49.274 0.926 0.127 230.744
5 5  Sebastian Vettel  Ferrari Ferrari 19 1'49.768 1.420 0.494 229.706
6 3  Daniel Ricciardo  Red Bull TAG 24 1'49.782 1.434 0.014 229.676
7 33  Max Verstappen  Red Bull TAG 24 1'49.865 1.517 0.083 229.503
8 27  Nico Hulkenberg  Force India Mercedes 21 1'50.088 1.740 0.223 229.038
9 77  Valtteri Bottas  Williams Mercedes 31 1'50.394 2.046 0.306 228.403
10 21  Esteban Gutierrez  Haas Ferrari 21 1'50.583 2.235 0.189 228.013
11 8  Romain Grosjean  Haas Ferrari 18 1'50.899 2.551 0.316 227.363
12 19  Felipe Massa  Williams Mercedes 28 1'51.122 2.774 0.223 226.907
13 9  Marcus Ericsson  Sauber Ferrari 16 1'51.125 2.777 0.003 226.901
14 55  Carlos Sainz Jr.  Toro Rosso Ferrari 17 1'51.424 3.076 0.299 226.292
15 12  Felipe Nasr  Sauber Ferrari 19 1'51.768 3.420 0.344 225.595
16 31  Esteban Ocon  Manor Mercedes 26 1'51.787 3.439 0.019 225.557
17 26  Daniil Kvyat  Toro Rosso Ferrari 19 1'52.308 3.960 0.521 224.511
18 22  Jenson Button  McLaren Honda 18 1'52.407 4.059 0.099 224.313
19 94  Pascal Wehrlein  Manor Mercedes 23 1'52.837 4.489 0.430 223.458
20 20  Kevin Magnussen  Renault Renault 20 1'53.053 4.705 0.216 223.031
21 30  Jolyon Palmer  Renault Renault 20 1'53.089 4.741 0.036 222.960
22 14  Fernando Alonso  McLaren Honda 3      

 

Prossimo Articolo
Carica commenti