Red Bull Ring, Libere 1: la Mercedes W09 Evo mostra subito il suo potenziale!

condivisioni
commenti
Red Bull Ring, Libere 1: la Mercedes W09 Evo mostra subito il suo potenziale!
Franco Nugnes
Di: Franco Nugnes
29 giu 2018, 10:36

Hamilton è stato il più veloce nella prima sessione di prove libere del GP d'Austria che ha preceduto Bottas. Terzo è Verstappen con la Red Bull, mentre Vettel, quarto con la Ferrari, è staccato di oltre tre decimi.

Lewis Hamiton l'aveva detto: "La Mercedes con la nuova macchina vuole mettere paura ai nostri avversari". E l'inglese ha mantenuto la parola sparando con le gomme ultrasoft un 1'04"839 nella prima sessione di prove libere del GP d'Austria, seguito a 127 millesimi da Valtteri Bottas. Le W09 spec 2 con le quali hanno girato i due piloti della Stella sono state le uniche a sfondare il muro dell'1'05", dimostrando dai primi metri che la nuova freccia d'argento rappresenta un significativo passo in avanti.

I tecnici di Brackley hanno lavorato per migliorare l'efficienza aerodinamica per cercare delle velocità massime che potessero rivaleggiare con le Rosse, senza compromettere il carico aerodinamico. Bottas con 319 km/h alla speed trap ha raggiunto le due Force India che di solito sono velocissime. Insomma la Mercedes vuole provare a spaccare la stagione in due, avendo fatto debuttare una macchina modificata in ogni parte che ha cominciato a funzionare molto bene.

Dietro alle due Mercedes è spuntato Max Verstappen con la Red Bull: l'olandese con 1'05"072 ha pagato 233 millesimi da Hamilton a parità di gomme, ma sulla pista del patron Dietrich Mateschitz, è stato autore di un buon giro anche con ali molto scariche su una pista che richiede un carico aerodinamico medio.

La Red Bull su una pista corta come quella di Spielberg ha preceduto di meno di un decimo la Ferrari di Sebastian Vettel: il tedesco ha colto un 1'05"180 a 341 millesimi da Hamilton. Il distacco per la Rossa è pesante, ma siamo al solito venerdì del Cavallino che deve inizire ogni nuovo week end di gara in salita, reagendo poi al sabato con un ottimo livello di preparazione.

Vettel ha dovuto sostituire il pattino in legno del fondo per una scordolata, mentre Daniel Ricciardo, quinto nella lista dei tempi con la seconda RB14 è stato costretto ad una lunga sosta ai box per sostituire un braccetto dello sterzo piegato su un cordolo: l'australiano ha pagato sei decimi, ma è riuscito a stare davanti a Kimi Raikkonen. Il finlandese ha sostituito la barra stabilizzatrice anteriore perché non gli piaceva l'assetto con cui era sceso in pista e poi i tempi sono migliorati nella simuazione di gara con la Rossa più vicina alle Mercedes di quanto sia in grado di fare le Red Bull.

Dietro ai top team è spuntato Romain Grosjean che deve dare una svolta alla sua stagione disastrosa con la Haas: il francese è settimo e paga 1"1 dalla vetta, ma è il primo degli "altri" davanti a Esteban Ocon con la Force India e l'eccellente Charles Leclerc che ha portato la Sauber C37 al nono posto: il monegasco ha fatto un lungo lavoro di preparazione con le Soft e poi ha centrato un ottimo tempo. 

La top ten è stata completata da Pierre Gasly con la Toro Rosso - Honda: il transalpino ha tenuto a 6 millesimi di secondo Marcus Ericsson 11esimo con la seconda Sauber. Kevin Magnussen è 12esimo, staccato di quattro decimi dal compagno di squadra: il danese non ha ancora trovato il passo giusto su questa pista, corta ma molto veloce.

Ci si aspettava di più dalle Renault: Carlos Sainz è 13esimo, con Nico Hulkenberg 15esimo. Pesante il distacco delle R.S.18 dalle Mercedes: su un tracciato dove si gira in 64 secondi, le "giallone" sono a un secondo e mezzo. Una vera eternità.

Fra i due si è infilato Sergio Perez con la seconda Force India, mentre Lance Stroll ha portato la deludente Williams in 16esima posizione, lasciando il tester, Robert Kubica, all'ultimo posto con la FW41 di Sergey Sirotkin: il polacco ha fatto un lavoro differenziato in funzione della gara e quando ha cercato il suo giro ha accusato delle fastidiose vibrazioni.

Fernando Alonso ha fatto delle prove aerodinamiche con una nuova ala anteriore che è stata spruzzata da vernice flo viz. Lo spagnolo è davani a Stoffel Vandoorne che è stato protagonista negativo di questa sessione: il belga è finito sotto inchiesta da parte della FIA per un unsafe release. Stoffel è stato fatto ripartire dalla pit lane, mentre in corsia stava arrivando Sebastian Vettel che è riuscito a rallentare per evitare un contatto.

Poi Vandoorne ha rotto l'ala anteriore sul cordolo dell'ultima curva: una paratia si è staccata e 'ha presa in pieno Pierre Gsly che seguiva la McLaren. Per la squadra di Woking non ne va bene una...

Cla # Pilota Chassis Motore Giri Tempo Gap Distacco km/h
1 44 United Kingdom Lewis Hamilton  Mercedes Mercedes 39 1'04.839     239.744
2 77 Finland Valtteri Bottas  Mercedes Mercedes 39 1'04.966 0.127 0.127 239.275
3 33 Netherlands Max Verstappen  Red Bull TAG 42 1'05.072 0.233 0.106 238.886
4 5 Germany Sebastian Vettel  Ferrari Ferrari 29 1'05.180 0.341 0.108 238.490
5 3 Australia Daniel Ricciardo  Red Bull TAG 22 1'05.483 0.644 0.303 237.386
6 7 Finland Kimi Raikkonen  Ferrari Ferrari 31 1'05.776 0.937 0.293 236.329
7 8 France Romain Grosjean  Haas Ferrari 31 1'06.028 1.189 0.252 235.427
8 31 France Esteban Ocon  Force India Mercedes 40 1'06.055 1.216 0.027 235.331
9 16 Monaco Charles Leclerc  Sauber Ferrari 31 1'06.215 1.376 0.160 234.762
10 10 France Pierre Gasly  Toro Rosso Honda 36 1'06.394 1.555 0.179 234.129
11 9 Sweden Marcus Ericsson  Sauber Ferrari 32 1'06.400 1.561 0.006 234.108
12 20 Denmark Kevin Magnussen  Haas Ferrari 23 1'06.404 1.565 0.004 234.094
13 55 Spain Carlos Sainz Jr.  Renault Renault 29 1'06.427 1.588 0.023 234.013
14 11 Mexico Sergio Perez  Force India Mercedes 42 1'06.455 1.616 0.028 233.914
15 27 Germany Nico Hulkenberg  Renault Renault 35 1'06.479 1.640 0.024 233.830
16 18 Canada Lance Stroll  Williams Mercedes 32 1'06.567 1.728 0.088 233.521
17 14 Spain Fernando Alonso  McLaren Renault 30 1'06.612 1.773 0.045 233.363
18 2 Belgium Stoffel Vandoorne  McLaren Renault 30 1'06.698 1.859 0.086 233.062
19 28 New Zealand Brendon Hartley  Toro Rosso Honda 45 1'06.871 2.032 0.173 232.459
20 40 Poland Robert Kubica  Williams Mercedes 38 1'07.424 2.585 0.553 230.552

 

Prossimo Articolo
Mercedes: per completare l'opera W09 spec B c'è anche un diffusore nuovo

Articolo precedente

Mercedes: per completare l'opera W09 spec B c'è anche un diffusore nuovo

Prossimo Articolo

I piloti Renault e Vandoorne hanno montato la MHU-K più leggera di 3 kg

I piloti Renault e Vandoorne hanno montato la MHU-K più leggera di 3 kg
Carica commenti