Verstappen: "In gara non siamo lontani da Mercedes e Ferrari. Punto al podio"

Max aveva previsto che con la Red Bull non sarebbe andato oltre la seconda fila, ma è soddisfatto del comportamento della RB15 con le gomme per cui ambisce a una bella gara. Gasly è stato chiamato da commissari sportivi per un'anomalo consumo di benzina al fuel meter.

Verstappen: "In gara non siamo lontani da Mercedes e Ferrari. Punto al podio"

Lo aveva detto prima di scendere in pista per le qualifiche: “Voglio la seconda fila”, e seconda fila è stata. Poco importa a Max Verstappen che il quarto tempo sia arrivato anche grazie all’errore commesso da Charles Leclerc, perché la notizia di giornata è che in Red Bull (dopo molto tempo) iniziano a vedere la luce sul fronte motore.

L’ultima evoluzione della Honda ha confermato un altro passo avanti, e il mezzo secondo che ha separato Verstappen dal poleman Bottas non è un divario da mal di testa su una pista come Baku, considerando che il telaio 2019 ha ancora margini di miglioramento.

Ha sorpreso ritrovare una Red Bull prima in Q1, con Pierre Gasly (il francese a tal proposito è stato chiamato dai commissari sportivi perché i tecnici della FIA hanno registrato un anomalo consumo di benzina dal fuel meter), e nel Q2 con Verstappen, ma Max ha messo in chiaro che nel corso del lungo pomeriggio di Baku non ha mai pensato di poter puntare a qualcosa di più rispetto alle sue previsioni della vigilia.

In gara però nulla è precluso, soprattutto se Verstappen riuscirà a gestire la gomma nel miglior modo possibile, una sfida che Max sotto sotto spera di poter far sua. Se sarà così, allora alla Red Bull numero 33 nessun risultato potrebbe essere precluso.

Max, dopo il buon riscontro in Q2 non hai davvero fatto un pensierino alla prima fila?
“Diciamo che non ho mai creduto di poter puntare alla pole position, ma sappiamo che questa pista è molto particolare, e puoi ritrovarti nelle condizioni di abbassare il tuo tempo di quattro o cinque decimi con la giusta scia".

"Personalmente non mi piace l’idea di essere penalizzato nel fare un giro da solo, ma è così, perché poi se qualcuno becca la scia giusta te lo ritrovi davanti. Se fai un buon giro da solo magari limi un decimo nel primo settore, e altrettanto nel secondo, ma se hai qualcuno alle spalle te ne prende poi il doppio nel terzo”.

È stata una sessione particolarmente difficile quella di oggi?
“È stato molto impegnativo riuscire a riscaldare al meglio le gomme, le condizioni erano tali da rendere molto alto il rischio di un bloccaggio in frenata, ma credo che questo sia stato per noi un buon punto di forza. In generale la monoposto è andata meglio del previsto, intendo nel confronto con Ferrari e Mercedes, quindi non posso che essere contento”.

Perché hai fatto un solo ‘run’ in Q3?
“Avevamo ancora un solo set di soft a disposizione. Nel mio ultimo giro mi sono comunque sentito molto bene, ho girato da solo e ho ottenuto un tempo senza scia. Ho perso tre decimi e mezzo rispetto a quello che avrei potuto fare se avessi trovato una monoposto davanti a me sul rettilineo, per questo dico che avremo una buona macchina in gara”.

Senti ti poter lottare per il massimo risultato domani?
“Le vetture in prima fila hanno ottenuto il tempo con la scia, ma in generale penso che come passo siamo vicini a Ferrari e Mercedes. Dipenderà solo dalle gestione degli pneumatici, ovvero gestione delle temperature e durata, questo farà la differenza”.

Avrei a che fare con una Ferrari in meno…
“Scatterà dal nono posto, quindi nelle prime fasi dovrebbe essere alle spalle, ma poi arriverà e si unirà alla lotta, la Ferrari credo sia la monoposto più performante questo weekend”.

Ti vedremo sul podio?
“Cercherò di esserci…”.

condivisioni
commenti
Leclerc manda a muro i sogni Ferrari, la Mercedes invece apre sempre la "porta" giusta

Articolo precedente

Leclerc manda a muro i sogni Ferrari, la Mercedes invece apre sempre la "porta" giusta

Prossimo Articolo

Kubica: "L'incidente conferma che devo tenermi più margine con la FW42"

Kubica: "L'incidente conferma che devo tenermi più margine con la FW42"
Carica commenti
BRM P201: una vettura sorprendente dal potenziale sprecato Prime

BRM P201: una vettura sorprendente dal potenziale sprecato

Nonostante un podio ottenuto al debutto, la BRM P201 non è mai più riuscita a replicare questo risultato ed ha vanificato tutto il potenziale inespresso.

Ferrari: sul motore Superfast prestazioni più di affidabilità Prime

Ferrari: sul motore Superfast prestazioni più di affidabilità

La power unit del prossimo anno sembra che risponda ai target di potenza cercati da Zimmermann per colmare il gap dal motore Mercedes, mentre c'è ancora del lavoro da fare sul fronte dell'affidabilità. A Maranello hanno deciso di prendere dei rischi, portando in pista soluzioni innovative che accusano ancora dei problemi di gioventù. Ma c'è tempo per raggiungere i target di durata.

Formula 1
18 set 2021
F1: Zhou in Alfa Romeo sarebbe un boomerang per Alpine? Prime

F1: Zhou in Alfa Romeo sarebbe un boomerang per Alpine?

Il cinese sembra ormai vicino a prendere il posto di Antonio Giovinazzi in Alfa Romeo, ma il suo arrivo in F1 potrebbe rivelarsi un boomerang per la Academy Alpine che ne ha sostenuto la carriera negli ultimi anni.

Formula 1
18 set 2021
Ferrari: ecco le differenze tra SF1000 ed SF21 Prime

Ferrari: ecco le differenze tra SF1000 ed SF21

Andiamo a conoscere nel dettaglio le differenze tra la SF21 e la SF1000, grazie alle quali la Rossa è tornata nelle parti alte della classifica

Formula 1
18 set 2021
Raikkonen: il momento giusto per dire addio alla Formula 1 Prime

Raikkonen: il momento giusto per dire addio alla Formula 1

Il campione del mondo 2007 ha annunciato l'addio alla F1 al termine di questa stagione. Kimi mancherà a tutti i suoi fan ed agli amanti di questo sport e verrà ricordato per essere stato in grado di lottare ad armi pari con i mostri sacri della Formula 1.

Formula 1
17 set 2021
Gli imbrogli più famosi in F1: terza parte Prime

Gli imbrogli più famosi in F1: terza parte

Terza ed ultima puntata in cui andiamo a ripercorrere gli inganni, gli imbrogli o i momemnti più "tricky" della storia della Formula 1

Formula 1
17 set 2021
Fittipaldi: il campione di F1 diventato re negli USA Prime

Fittipaldi: il campione di F1 diventato re negli USA

Emerson Fittipaldi non è stato soltanto uno dei più grandi talenti mai apparsi in Formula 1, ma ha scritto pagine di storia indelebili anche in IndyCar. Nigel Roebuck ne ripercorre la carriera attraverso le parole del brasiliano.

Formula 1
16 set 2021
Federica Masolin: "Amore per lo sport grazie alla...gelosia" Prime

Federica Masolin: "Amore per lo sport grazie alla...gelosia"

In questa nuova puntata de "Il Rosa dei Motori", Beatrice Frangione intervista Federica Masolin, giornalista e presentatrice della Formula 1 di Sky Sport. Federica si racconta, ripercorrendo gli anni di una carriera in giro per il mondo, di una vita piena di passioni e viaggi. Da piccola, il suo desiderio era diventare una rockstar. Poi, l'amore per lo sport le ha fatto cambiare idea...

Formula 1
16 set 2021