Formula 1
30 apr
-
03 mag
Evento concluso
07 mag
-
10 mag
Evento concluso
21 mag
-
24 mag
Evento concluso
25 giu
-
28 giu
Postponed
G
GP di Singapore
17 set
-
20 set
FP1 in
115 giorni
G
GP del Messico
29 ott
-
01 nov
FP1 in
158 giorni
G
GP del Brasile
12 nov
-
15 nov
FP1 in
172 giorni
G
GP da Abu Dhabi
26 nov
-
29 nov
FP1 in
185 giorni

Hamilton: il silenzio su Lauda criticato da Watson, fa discutere il paddock

condivisioni
commenti
Hamilton: il silenzio su Lauda criticato da Watson, fa discutere il paddock
Di:
23 mag 2019, 07:15

La decisione di Lewis di non parlare in conferenza stampa ha scatenato la reazione dell'ex pilota Brabham: "So che era grande amico di Niki ma è strano che uno del suo spessore non sia stato in grado di affrontare una conferenza stampa per dire quanto Niki ha fatto per la Mercedes".

Lewis Hamilton fa notizia quando parla, ma ancora di più quando decide di non farlo. Il campione del Mondo ha chiesto, ed ottenuto, di disertare la tradizionale conferenza stampa che si tiene alla vigilia dei Gran Premi, motivando la sua assenza con il particolare stato d’animo dovuto alla scomparsa di Niki Lauda.

Una scelta legittima rispettata da molti, ma non da tutti. Così Lewis si è ritrovato bersaglio di alcune critiche più o meno velate da parte di alcuni addetti ai lavori che non hanno condiviso la sua scelta, e a stupire è stata soprattutto una dichiarazione rilasciata da John Watson al Daily Mail, nella quale l’ex compagno di squadra di Lauda ha definito ‘patetica’ la scelta di Hamilton.

“So che era grande amico di Niki – ha commentato Watson - ma trovo strano che un uomo del suo spessore non sia stato in grado di affrontare una conferenza stampa spiegando cosa ha fatto Niki per Mercedes, rendendo così merito al ruolo che ha ricoperto".

"Avrebbe dovuto parlare per rispetto, affermare di essere così sconvolto da non riuscire a raccontare la sua ammirazione per Niki e quanto l’abbia aiutato, beh, l’ho trovato patetico. A ruoli invertiti Niki non si sarebbe tirato indietro, ma avrebbe raccontato nel suo tipico modo schietto che grande pilota e che bel campione del mondo è Lewis”.

Le opinioni vanno ovviamente rispettate, ma colpisce non poco osservare come alcuni addetti ai lavori si siano soffermati sui sorrisi sfoggiati da Lewis quando è uscito dal hospitality della Mercedes per firmare alcuni autografi a giovanissimi fans che lo attendevano da tempo, o sul suo arrivo nel paddock con una MV Agusta, quasi fosse uno sfoggio in contrasto con il silenzio chiesto per un giorno.

Hamilton era molto legato a Lauda, un’amicizia nata con il ruolo cruciale avuto da Niki nel convincere Lewis nel 2012 a puntare sul progetto Mercedes e consolidata nel tempo con un rapporto diretto.

Nel suo passaggio da sportivo vincente a personaggio globale, Hamilton ha dovuto costruire intorno a sé una corazza per proteggersi da una pressione che si è ingigantita insieme al suo palmares, trovando un equilibrio perfetto in una sorta di cerchio magico di pochissime persone di assoluta fiducia, e tra queste c’era Lauda.

Un confessore nei momenti difficili, un salutare e divertente diversivo quando lo stress iniziava ad essere pressante: bastava una battuta di Niki per riportare il sorriso e stemperare. Il tutto con un grandissimo rispetto reciproco.

Lewis, per un giorno, ha chiesto il silenzio, e non mancherà di certo la motivazione per provare a far suo il Gran Premio di Monaco da dedicare all’amico scomparso. L’omaggio a Lauda spera di poterlo fare domenica pomeriggio, quando la bandiera a scacchi concluderà il settantesimo Gran Premio nel Principato. A modo suo, come in fondo ogni pilota vorrebbe fare in queste circostanze. Facile da comprendere, ed anche da condividere, ma purtroppo non per tutti. Intanto la Mercedes porterà la scritta Danke Niki.

Scorrimento
Lista

Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 sulla sua moto

Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 sulla sua moto
1/6

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1, arriva a bordo di una moto

Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1, arriva a bordo di una moto
2/6

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Il poleman Lewis Hamilton, Mercedes-AMG F1 festeggia nel parco chiuso con Niki Lauda, Presidente non esecutivo Mercedes AMG F1

Il poleman Lewis Hamilton, Mercedes-AMG F1 festeggia nel parco chiuso con Niki Lauda, Presidente non esecutivo Mercedes AMG F1
3/6

Foto di: Sutton Motorsport Images

Niki Lauda, Non-Executive Chairman, Mercedes AMG F1, embraces Race winner Lewis Hamilton, Mercedes A

Niki Lauda, Non-Executive Chairman, Mercedes AMG F1, embraces Race winner Lewis Hamilton, Mercedes A
4/6

Foto di: Sam Bloxham / Motorsport Images

John Watson e Niki Lauda, Brabham

John Watson e Niki Lauda, Brabham
5/6

Foto di: LAT Images

John Watson, Brabham BT46

John Watson, Brabham BT46
6/6

Foto di: Sutton Motorsport Images

Prossimo Articolo
Leclerc correrà al GP di Monaco con un casco dedicato al padre e a Jules Bianchi

Articolo precedente

Leclerc correrà al GP di Monaco con un casco dedicato al padre e a Jules Bianchi

Prossimo Articolo

Ferrari: Vettel boccia la SF90 e a Maranello provano a rifarla

Ferrari: Vettel boccia la SF90 e a Maranello provano a rifarla
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Formula 1
Evento GP di Monaco
Sotto-evento FP1
Location Montecarlo
Piloti Lewis Hamilton Acquista adesso
Team Mercedes Acquista adesso
Autore Roberto Chinchero