Williams: a Suzuka un'ala anteriore sperimentale

condivisioni
commenti
Williams: a Suzuka un'ala anteriore sperimentale
Di:
2 ott 2019, 09:48

La squadra di Grove nelle prove libere del GP del Giappone portrà in pista una nuova ala anteriore che adotta un concetto diverso da quello utilizzato nel corso dell'anno. Si tratta di un esperimento in vista della stagione 2020.

La Williams sta vivendo un momento difficile dal quale il team di Grove conta di tirarsi fuori presto. Da una parte c’è stato il ritiro volontario di Robert Kubica ordinato dal muretto del team inglese dopo il crash di George Russell durante il regime di safety car.

L’inglese è andato a sbattere al giro 27 dopo il bloccaggio dell’anteriore sinistra a bassa velocità: non si è trattato di un problema emerso al pit stop perché la ruota era ben serrata, ma molto più probabilmente si è registrato un cedimento al puntone della sospensione dopo che George era andato all’esterno di un cordolo, danneggiando la Williams sullo… scalino.

A velocità di safety car non dovrebbe succedere, sta di fatto che il polacco è stato fermato subito dopo, nel timore che, in caso di incidente, la squadra non avrebbe avuto i necessari ricambi per il GP del Giappone.

In questo quadro desolante la Williams ha deciso di portare a Suzuka un'ala anteriore sperimentale nelle prove libere del Gran Premio del Giappone. Si tratta di una soluzione aerodinamica che a Grove stanno valutando in vista del prossimo anno, dal momento che la vettura 2020 dovrebbe essere un'evoluzione della FW42, prima che la F1 passi alle regole che nel 2021 imporranno le monoposto-ala.

Dave Robson, capo degli ingegneri Williams, ammette l’"esperimento" visto che la nuova ala sarà visivamente diversa, suggerendo un cambiamento nel concetto aerodinamico della squadra.

“Spero che ci sia un'ala anteriore nuova che dovrebbe sembrare un po' diversa. Se farà il suo debutto al venerdì di Suzuka la si noterà perché è un esperimento, dal momento che in pit lane ci sono due diverse scuole di pensiero sul disegno di quest’area della monoposto”.

"A quasi un anno di distanza dalla semplificazione delle regole aerodinamiche, non è ancora chiaro quale sia il concetto giusto. Noi faremo un esperimento e vedremo come andrà: spero che si vedano buone correlazioni perché potrebbe essere la base del prossimo anno”.

"Stiamo ancora studiando la scia della ruota anteriore: tutti lavorano nella stessa area e ci sono modi diversi di gestirla”.

George Russell, Williams Racing FW42, sbatte fuori pista contro la barriera

George Russell, Williams Racing FW42, sbatte fuori pista contro la barriera

Photo by: Zak Mauger / LAT Images

Prossimo Articolo
Binotto: "Il V6 Ferrari non ha il vantaggio che aveva Mercedes!"

Articolo precedente

Binotto: "Il V6 Ferrari non ha il vantaggio che aveva Mercedes!"

Prossimo Articolo

Marko: "Perché la Ferrari mette i suoi piloti uno contro l'altro?"

Marko: "Perché la Ferrari mette i suoi piloti uno contro l'altro?"
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Formula 1
Evento GP del Giappone
Location Suzuka
Piloti George Russell
Team Williams
Autore Franco Nugnes