F1, squalifica Vettel: Aston Martin si prepara a fare appello

Aston Martin non ci sta e ha comunicato alla FIA di riservarsi la possibilità di presentare una richiesta d'appello dopo la squalifica di Sebastian Vettel dal GP d'Ungheria.

F1, squalifica Vettel: Aston Martin si prepara a fare appello

L’Aston Martin ha comunicato alla FIA di riservarsi la possibilità di presentare una richiesta d’appello dopo aver ricevuto la comunicazione dal collegio dei commissari sportivi del Gran Premio d’Ungheria che ha escluso Sebastian Vettel dalla classifica di gara. Nelle verifiche tecniche effettuate al termine del Gran Premio, i commissari tecnici della FIA sono riusciti a recuperare dal serbatoio della monoposto di Vettel solo 0,3 litri di carburante, contravvenendo a quanto specificato dall’articolo 6.6.2 del regolamento tecnico Formula 1 che prevede una quantità minima prelevabile di almeno un litro.

Tre ore dopo la comunicazione emessa dalla FIA, l’Aston Martin ha depositato la sua richiesta, che di fatto riammette Vettel nella classifica del Gran Premio d’Ungheria che al momento resta sub-judice. La squadra britannica ritiene che nel serbatoio della monoposto avrebbe dovuto esserci 1,74 litri di carburante, e che secondo i loro calcoli dovrebbero ancora esserci a disposizione 1,44 litri di benzina che i tecnici FIA non sono riusciti a recuperare.

I tecnici dell’Aston Martin ritengono che il motivo dello stop in pista di Vettel, avvenuto nel giro d’onore alla curva 12, sia da imputare ad un problema di pescaggio, e che un potenziale guasto alla pompa della benzina possa essere il motivo per il quale anche i tecnici FIA non sono riusciti a prelevare il litro di benzina necessario per le verifiche. La monoposto di Sebastian Vettel è stata quindi lasciata a disposizione della FIA nel box di Budapest, e sarà trasportata oggi in una struttura francese della Federazione Internazionale.

“Confermiamo l’intenzione di presentare appello contro la decisione dei commissari – ha confermato il team principal dell’Aston Martin, Otmar Szafnauer – abbiamo 96 ore a disposizione per valutare la situazione, e le nostre intenzioni sono quelle di poter recuperare il carburante che secondo i nostri calcoli dovrebbe essere ancora nel serbatoio. Non abbiamo ancora smontato le pompe di pescaggio del carburante, ma abbiamo avuto modo di constatare che non funzionavano”.

“I dati che abbiamo a disposizione – ha concluso Szafnauer – vengono forniti dal sensore sul flussometro richiesto dalla FIA, che misura la quantità di carburante utilizzata. Abbiamo sottratto la benzina utilizzata in gara a quella versata nel serbatoio prima del via ed il risultato è che dovrebbero ancora esserci nella monoposto 1, 74 litri. Sono dati facilmente disponibili perché forniti da dispositivi su cui opera la Federazione Internazionale, ma ovviamente il tutto andrà verificato”.

condivisioni
commenti
F1: Vettel squalificato. Sainz sale sul podio in Ungheria
Articolo precedente

F1: Vettel squalificato. Sainz sale sul podio in Ungheria

Prossimo Articolo

Brivio: "Se arriva una opportunità la devi cogliere al volo"

Brivio: "Se arriva una opportunità la devi cogliere al volo"
Carica commenti
Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo"

Le Prove Libere del GP dell'Arabia Saudita ci parlano di un Lewis Hamilton e della Mercedes in forma, con Verstappen solo quarto. Ma l'errore pesante di giornata è della Ferrrari di Leclerc, che ha perso la sua SF21 in una delle tante curve veloci del tracciato di Jeddah

Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche"

Andiamo a commentare le prime prove libere del GP d'Arabia Saudita in compagnia di Giorgio Piola e Franco Nugnes. Il tracciato di Jeddah, che non spicca per selettività, si prefigura come potenzialmente ricco di safety car

Video F1 | Piola: "Jeddah ad alto rischio con ali scariche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah ad alto rischio con ali scariche"

Viviamo l'antipasto del Gran Premio dell'Arabia Saudita in compagnia di Franco Nugnes e Giorgio Piola. La prima volta della F1 a Jeddah sarà su un tracciato cittadino ultra-rapido, con medie previste superiori ai 250 km/h e con i muretti ben presenti ai bordi della pista

Formula 1
2 dic 2021
Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton Prime

Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton

Per il sette volte campione del mondo la lotta per il titolo del 2021 si sta rivelando davvero dura. Verstappen è un rivale feroce e alcuni fattori esterni hanno condizionato la rincorsa all'ottavo iride del pilota Mercedes.

Formula 1
1 dic 2021
Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica" Prime

Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica"

Un atleta è come una macchina: ogni componente deve essere perfettamente funzionante per rendere al meglio. In questa nuova puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e il Dott. Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine affrontano l'importanza dell'allenamento psico-fisico.

Formula 1
1 dic 2021
Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo Prime

Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo

Negli ultimi due appuntamenti la Red Bull ha subìto la superiorità Mercedes, ma il team di Milton Keynes è sembrato non riuscire a sfruttare appieno il potenziale della RB16B. A Jeddah e Abu Dhabi sarà fondamentale non commettere gli stessi errori.

Formula 1
30 nov 2021
La top 10 delle Williams più famose della storia Prime

La top 10 delle Williams più famose della storia

Williams è una delle squadre più leggendarie della Formula 1, in cui ha una storia ricchissima. Come tributo a Sir Frank Williams, tristemente scomparso all’età di 79 anni, Motorsport ripercorre la storia del marchio attraverso le 10 monoposto più importanti.

Formula 1
29 nov 2021
Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi Prime

Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi

Il tempismo al limite delle capacità umane in cui i meccanici di Formula 1 riescono a completare un pit stop è uno degli aspetti più interessanti del circus iridato. Ecco come si arriva a tali risultati

Formula 1
29 nov 2021