Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia
Qualifiche
Formula 1 GP dell'Arabia Saudita

F1 | Perez in pole a Jeddah, Leclerc è secondo, ma Max è 15esimo!

Sergio Perez replica la pole position dello scorso anno nel GP dell'Arabia Saudita. Tocca al messicano difendere l'onore della Red Bull, dopo che Vestappen si è dovuto fermare in Q2 a causa del cedimendo di un semiasse che lo ha fermato. Secondo nella lista dei tempi c'è un grande Leclerc, ma il monegasco dovrà partire 12esimo per la penalità di dieci posizioni in griglia. Straordinario Alonso che sistemerà l'Aston Martin in prima fila. Male Sainz poco incisivo: il madrileno è quinto e sarà in seconda fila domani.

Sergio Perez, Red Bull Racing RB19

Era il favorito. Sembrava imprendibile e, invece, Max Verstappen scatterà 15esimo nel GP dell'Arabia Saudita: si è dovuto fermare in Q2 per un problema meccanico che ha bloccato la sua RB19. Sembra sia stato bloccato da un cedimento a un semi asse: Jeddah ha messo in evidenza un problema di affidabilità della monoposto di Milton Keynes. E' lecito pensarlo perché era stato fatto un intervento al cambio di Sergio Perez che poi ha consigliato una variazione anche sulla macchina del campione del mondo.

Non è bastato: Max ha portato la sua macchina ai box e poi ha lasciato l'abitacolo con una freddezza disarmante. Ci ha abituato a rimonte impossibili e non sarà certo timoroso di provarci domani con la migliore macchina del momento. Si è rotto solo il semi-asse o ci saranno ripercussioni anche sulla trasmissione? C'è allarme nella squadra campione del mondo che festeggia la pole position di Sergio Perez.

Il messicano ha colto un 1'28"265, replicando la partenza al palo dello scorso anno: toccherà a Checo scattare davanti a tutti in attesa che da dietro arrivi Verstappen. Perez ha ottenuto il tempo nel primo run e non è riuscito a migliorare nel secondo, ma è riuscito a conservare 155 millesimi di margine su Charles Leclerc.

La Ferrari del monegasco scatterà 12esima domani e Charles ha saputo inventare un giro che lo ha portato a soffiare sul collo della Red Bull. La SF-23 è dunque in grado di fare bella figura in qualifica: dovrà dimostrare di avere il passo anche in gara. Purtroppo è mancato Carlos Sainz: lo spagnolo non si è mai adattato a Jeddah e ha faticato già a uscire dalla Q2.

Scatterà quarto in griglia, ma è quinto nella tabella  dei tempi con un distaco di mezzo secondo dal compagno di squadra. Decisamente troppo. Aveva la grande occasione per lottare per la pole position, ma quasi certamente il madrileno si è trovato a disagio nel non aver preparato la qualifica nelle prove libere e ha pagato un grande ritardo nel primo settore.

La Ferrari limita i danni in una giornata particolare che ha messo fuori gioco il grande favorito, Verstappen e allora grande protagonista è stato Fernando Alonso. Lo spagnolo con l'arretramento di Leclerc sistema la sua "verdona" in prima fila. Fernando oggi ha pagato quasi mezzo secondo da Perez, ma in gara potrebbe diventare un grande protagonista. La AMR23 ha un ottimo passo: il vecchietto asturianoa confermato di essere integro nel fisico e nella mente. Lance Stroll con l'analoga Aston Martin non è andato oltre il sesto posto. C'è molto dello spagnolo nella prestazione del team di Silverstone.

La Mercedes limita i danni: George Russell è quarto in pista e scatterà terzo al via. L'inglese ci ha messo del suo per portare la W14 a mezzo secondo dalla Red Bull, raschiando il barile della freccia nera, mentre il demotivato Lewis Hamilton si è incagliato all'ottavo posto, sopravanzato anche dall'Alpine di Esteban Ocon, più consistente dell'altro francese, PierreGasly, che ha chiuso decimo.

Eccellente la prestazione di Oscar Piastri: l'australiano è nono con la McLaren ed entra per la prima volta in Q3 con una macchina, la MCL60, che è tutt'altro che un fuilmine. Merito al giovane che ha sfruttato tutto il materiale che gli avevano messo a disposizione.

La Haas aveva il potenziale per entrare nella top 10, ma Nico Hulkenberg si è visto annullare il primo tempo che non è riuscito a ripetere la prestazione nel secondo run: il tedesco è 11esimo davanti alla migliore Alfa Romeo, quella di Guanyu Zhou, capace di fare costantemente meglio di Valtteri Bottas solo 14esimo con la seconda C43. Kevin Magnussen non ha trovato il passo e si è accontentato della 13esima piazza con la VF-23.

Continua il momento difficile per l'AlphaTauri: Yuki Tsunoda non riesce a superare il taglio della Q1 per 10 millesimi, ma il giapponese patisce una AT04 poco competitiva e si deve accontentare della 16esima piazza. Tsunoda riesce a fare meglio di Nyck De Vries che ha dovuto saltare il terzo turno di libere a causa della sostituzione del motore Honda. L'olandese non ha ancora trovato il suo passo con la squadra di Faenza che gli ha concesso la sua fiducia.

Fuori anche le due Williams: Alexander Albon ha chiuso con un anonimo 17esimo posto con la migliore FW45, mentre Logan Sargeant aveva centrato un 1'29"721 che gli avrebbe permesso di andare in Q2, ma l'americano ha toccato la linea bianca dei box e si è visto cancellare la bella prestazione. Logan ci ha riprovato ma si è fermato in pista dopo aver fatto un testacoda innocuo. Qualifica da cancellare perché poteva avere un altro esito.

Male Lando Norris che nel primo tentativo ha sfiorato un muretto con l'anteriore sinistra: l'inglese ha rotto un braccetto e i meccanici della McLaren non hanno fatto in tempo a fargli la riparazione per cui è rimasto tagliato fuori suo malgrado: gli errori si pagano...

Cla # Pilota Telaio Tempo Gap km/h
1 11 Mexico Sergio Perez Red Bull 1'28.265   251.814
2 14 Spain Fernando Alonso Aston Martin 1'28.730 0.465 250.494
3 63 United Kingdom George Russell Mercedes 1'28.857 0.592 250.136
4 55 Spain Carlos Sainz Jr. Ferrari 1'28.931 0.666 249.928
5 18 Canada Lance Stroll Aston Martin 1'28.945 0.680 249.889
6 31 France Esteban Ocon Alpine 1'29.078 0.813 249.516
7 44 United Kingdom Lewis Hamilton Mercedes 1'29.223 0.958 249.110
8 81 Australia Oscar Piastri McLaren 1'29.243 0.978 249.054
9 10 France Pierre Gasly Alpine 1'29.357 1.092 248.737
10 27 Germany Nico Hulkenberg Haas 1'29.451 1.186 248.475
11 24 China Guan Yu Zhou Alfa Romeo 1'29.461 1.196 248.447
12 16 Monaco Charles Leclerc Ferrari 1'28.420 0.155 251.372
13 20 Denmark Kevin Magnussen Haas 1'29.517 1.252 248.292
14 77 Finland Valtteri Bottas Alfa Romeo 1'29.668 1.403 247.874
15 1 Netherlands Max Verstappen Red Bull 1'49.953 21.688 202.144
16 22 Japan Yuki Tsunoda AlphaTauri 1'29.939 1.674 247.127
17 23 Thailand Alexander Albon Williams 1'29.994 1.729 246.976
18 21 Netherlands Nyck De Vries AlphaTauri 1'30.244 1.979 246.292
19 4 United Kingdom Lando Norris McLaren 1'30.447 2.182 245.739
20 2 United States Logan Sargeant Williams 2'08.510 40.245 172.954

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente LIVE Formula 1 | Gran Premio dell'Arabia Saudita, Qualifiche
Prossimo Articolo F1 | Verstappen 15° ma non molla: "Tutto è possibile a Jeddah"

Top Comments

Non ci sono ancora commenti. Perché non ne scrivi uno?

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia