Formula 1
19 set
-
22 set
Evento concluso
26 set
-
29 set
Evento concluso
10 ott
-
13 ott
Evento concluso
24 ott
-
27 ott
Evento concluso
01 nov
-
03 nov
Evento concluso
14 nov
-
17 nov
FP1 in corso . . .

F1 Austin, Libere 1: Verstappen precede Vettel e Albon

condivisioni
commenti
F1 Austin, Libere 1: Verstappen precede Vettel e Albon
Di:
1 nov 2019, 17:43

La Ferrari, con un motore sgonfio, si infila fra le due Red Bull nella prima sessione di prove libere del GP degli Stati Uniti. Il quarto tempo di Hamilton è stato cancellato per un taglio alla curva 19. I piloti Mercedes in ombra perché hanno lavorato molto con le gomme 2020 prototipali.

La F1 è davvero strana: cerca il perfezionismo eppoi va a correre su una pista come quella di Austin che quest'anno impone una serie di bumping a causa di micro cedimenti nel fondo. Diverse monoposto hanno riportato dei danni al fondo o allo splitter, per cui sono stati costretti ad alzare le vetture perdendo carico aerodinamico. Alcuni piloti hanno giudicato il salto che si è creato all'uscita della pit lane addirittura pericoloso!

La direzione gara ha cancellato molti tempi: alla Curva 19 (la penultima) sono stati montati dei sensori all'esterno del cordolo per evitare che i piloti ne potessero approfittare andando oltre la linea bianca. Ne sanno qualcosa in particolare Max Verstappen, Charles Leclerc, Alex Albon, Kevin Magnussen e Pierre Gasly.

La protagonista della sessione è stata la Red Bull con Max Verstappen primo e Alexander Albon terzo: fra i due si è inserito Sebastian Vettel con la Ferrari. L'olandese è stato il più veloce in 1'34"057 con le gomme Soft, risultando di 169 millesimi più veloce della SF90 del tedesco che, a parità di gomma, disponeva di un motore con la mappatura più sgonfia, mentre la RB15 era più aggressiva, tanto che Albon è arrivato a poco più di due decimi dal compagno di squadra.

Ottimo quarto Pierre Gasly con la Toro Rosso a 951 millesimi, seguito da Daniel Ricciardo (Renault) e Romain Grosjean (Haas) davanti a Charles Leclerc.Il ragazzo ferrarista si è visto privare di un 1'34"126 che sarebbe stato il secondo tempo a 69 millesimi da Verstappen per un largo alla curva 19.

La sessione del monegasco è stata accompagnata dai problemi: prima un guaio al pedale dell'acceleratore e poi al cambio per i violenti sussulti della pista. E le Mercedes? Sono ottava con Lewis Hamilton e 17esima con Valtteri Bottas.

La FIA ha autorizzato la Pirelli a fornire due treni di gomme prototipali 2020 in mescola C4 da usare liberamente nelle due sessioni di prove libere. La Mercedes le ha utilizzate da subito perché Valtteri Bottas aveva un grande rastrello di sensori dietro alle ruote anteriori, mentre Lewis Hamilton lo aveva dietro a quelle posteriori. Il team ha raccolto dei dati (lo ha fatto anche Vettel con la Ferrari) perché gli pneumatici hanno una costruzione diversa rispetto alle gomme 2019, con una spalla più squadrata che a livello aerodinamico cambierà il "tyre squirt". Oltre alle sensazioni sul diverso working range più ampio di almeno 5 gradi, ci sono implicazioni importanti per il lavoro in galleria del vento.

Nel team di Brackley non hanno cercato i tempi lavorando sodo per il futuro prossimo: Bottas è stato il pilota che ha percorso più strada con 40 giri dedicati alle gomme 2020 prima di passare alle soft per fare delle comparazioni con la mescola più simile. I piloti si sono lamentati dell'eccessivo sovrasterzo, ma con un temperatura dell'asfalto di appena 19-20 gradi.

Nella top ten ci sono anche l'ottimo Lance Stroll, nono, con la Racing Point e Kevin Magnussen decimo con la Haas.

In difficoltà la McLaren sui dossi: Carlos Sainz è 12esimo e Lando Norris solo 18esimo davanti alle due Williams. Nicholas Latifi sulla Williams di George Russell ha percorso solo sette giri per un problema alla FW42: il canadese ha fatto un lungo perché la monoposto è andata in folle. Poi è riuscito a riportare la macchina ai box e non ne è più uscito...

In difficoltà le Alfa Romeo con Kimi Raikkonen 13esimo e Antonio Giovinazzi 15esimo: i due sono separati di un paio di decimi, ma l'italiano ha lavorato per la gara. E' stato l'unico con Lando Norris a non usare almeno per un giro le gomme 2020.

Cla Pilota Giri Tempo Gap Distacco km/h
1 Netherlands Max Verstappen 26 01'34.057     211.008
2 Germany Sebastian Vettel 30 01'34.226 00.169 00.169 210.629
3 Thailand Alexander Albon 28 01'34.316 00.259 00.090 210.428
4 France Pierre Gasly 32 01'35.008 00.951 00.692 208.896
5 Australia Daniel Ricciardo 29 01'35.263 01.206 00.255 208.336
6 France Romain Grosjean 24 01'35.356 01.299 00.093 208.133
7 Monaco Charles Leclerc 23 01'35.380 01.323 00.024 208.081
8 United Kingdom Lewis Hamilton 32 01'35.439 01.382 00.059 207.952
9 Canada Lance Stroll 31 01'35.586 01.529 00.147 207.632
10 Denmark Kevin Magnussen 23 01'35.659 01.602 00.073 207.474
11 Russian Federation Daniil Kvyat 31 01'35.661 01.604 00.002 207.470
12 Spain Carlos Sainz Jr. 26 01'35.723 01.666 00.062 207.335
13 Finland Kimi Raikkonen 22 01'35.854 01.797 00.131 207.052
14 Mexico Sergio Perez 29 01'35.971 01.914 00.117 206.799
15 Italy Antonio Giovinazzi 26 01'36.037 01.980 00.066 206.657
16 Germany Nico Hulkenberg 24 01'36.124 02.067 00.087 206.470
17 Finland Valtteri Bottas 40 01'36.159 02.102 00.035 206.395
18 United Kingdom Lando Norris 23 01'36.263 02.206 00.104 206.172
19 Poland Robert Kubica 28 01'37.948 03.891 01.685 202.625
20 Canada Nicholas Latifi 7 01'41.112 07.055 03.164 196.285
Prossimo Articolo
LIVE F1, GP degli Stati Uniti: Libere 1

Articolo precedente

LIVE F1, GP degli Stati Uniti: Libere 1

Prossimo Articolo

F1: Renault ingaggia Dirk de Beer come capo degli aerodinamici

F1: Renault ingaggia Dirk de Beer come capo degli aerodinamici
Carica commenti