F1 | Albon: "Problemi di bilanciamento non facili da risolvere"

Il pilota anglo-tailandese ha spiegato come sulla FW44 il problema principale sia il bilanciamento e spera che con gli aggiornamenti in arrivo per Silverstone la situazione possa migliorare.

F1 | Albon: "Problemi di bilanciamento non facili da risolvere"
Carica lettore audio

Dopo aver chiuso la stagione 2021 all’ottavo posto nel Costruttori con un bottino di 23 punti ci si aspettava che la Williams potesse proseguire il trend positivo anche nel 2022.

L’introduzione del nuovo regolamento tecnico, che ha portato i team a partire da un foglio bianco per realizzare le monoposto ad effetto suolo, sembra però aver giocato a sfavore della scuderia inglese.

La Williams, sino ad ora, ha faticato ad emergere venendo sempre relegata nelle posizioni di fondo classifica. Soltanto Alex Albon è stato in grado di ottenere i 3 punti sin qui conquistati grazie al decimo posto centrato in Australia, frutto di una strategia estrema, ed al nono di Miami.

L’ex pilota della Red Bull è sembrato molto più a suo agio, quantomeno in qualifica, con una FW44 che il suo compagno di squadra Nicholas Latifi fatica ancora a comprendere appieno. In vista della gara di Silverstone, ed anche in quelle successive che precederanno la pausa estiva, dovrebbero arrivare degli aggiornamenti utili a mettere una pezza alle lacune tecniche del progetto, ed Albon si è mostrato speranzoso a riguardo.

“Tutti hanno portato delle novità, mentre noi è da un po' di tempo che non portiamo degli aggiornamenti, quindi si deve tenere conto anche di questo aspetto”.

“Per quel che riguarda il bilanciamento della vettura ci sono dei punti deboli che non sono così evidenti da poter essere risolti con le soluzioni che abbiamo portato”.

Alex Albon, Williams FW44, Pierre Gasly, AlphaTauri AT03

Alex Albon, Williams FW44, Pierre Gasly, AlphaTauri AT03

Photo by: Andy Hone / Motorsport Images

“La maggior parte dei problemi derivano dal comportamento della monoposto in curva. Spero che con le novità in arrivo le cose possano migliorare, ma fino ad allora tutto sarà molto complicato”.

“Tutto cambia a seconda dei circuiti dove corriamo. In Canada, ad esempio, abbiamo avuto molte difficoltà nel trovare un buon compromesso per affrontare le chicane ad alta velocità”.

La Williams è riuscita ad entrare in Q2 soltanto in due occasioni in questa stagione, in Bahrain e proprio a Montreal nell’ultimo appuntamento, sempre per merito di Alexander Albon.

In occasione del round di Montreal il team principal della scuderia, Jost Capito, ha dichiarato come i suoi uomini stessero lavorando molto duramente per fare in modo che il corposo pacchetto di aggiornamenti potesse essere pronto per il GP di Silverstone.

“Abbiamo visto i risultati al CFD, in galleria del vento ed al simulatore, ma dobbiamo aspettare il responso della pista. Se riusciremo ad ottenere nella realtà quanto visto in teoria potremmo riuscire a fare un passo avanti”.

Leggi anche:
condivisioni
commenti
F1 | Carburanti ecosostenibili dal 2026 ed impatto zero dal 2030
Articolo precedente

F1 | Carburanti ecosostenibili dal 2026 ed impatto zero dal 2030

Prossimo Articolo

F1 | Alfa Romeo: da Silverstone emergenza ricambi finita

F1 | Alfa Romeo: da Silverstone emergenza ricambi finita