F1 | Alfa Romeo: da Silverstone emergenza ricambi finita

Alfa Romeo è tornata ad avere un buon numero di pezzi di ricambio grazie alla produzione fatta in fabbrica ad Hinwil. Bottas e Zhou potranno girare già dal venerdì con le componenti più aggiornate.

F1 | Alfa Romeo: da Silverstone emergenza ricambi finita
Carica lettore audio

La quiete dopo la tempesta. Sembra essere proprio questa la situazione in casa Alfa Romeo, che negli ultimi gran premi disputati ha dovuto fare i conti con quantità di pezzi di ricambio limitati.

Le C42 di Valtteri Bottas e Guan Yu Zhou, infatti, hanno corso a volte con componenti di vecchia concezione a causa di alcuni incidenti o guasti occorsi nelle prime sessioni di prove libere. Un periodo in cui il team di Hinwil ha corso in emergenza.

I due piloti di Alfa Romeo hanno spesso preparato i gran premi proprio con le vecchie componenti per evitare di commettere errori e fare incidenti che potessero distruggere le parti più recenti.

Ora, la situazione, sembra essere migliorata non poco. Il team ha recuperato la produzione di ricambi presso la propria fabbrica di Hinwil, per questo sarà in grado di equipaggiare entrambe le monoposto con gli ultimi sviluppi a partire proprio da questo fine settimana di gara, quando la Formula 1 sarà in scena a Silverstone per svolgere il Gran Premio di Gran Bretagna.

Xevi Pujolar, responsabile dell'ingegneria di pista di Alfa Romeo, ha commentato così la situazione del suo team: "Il venerdì abbiamo ancora qualche problema d'affidabilità e stiamo lavorando per migliorarlo".

"Ma anche in termini di prestazioni il venerdì abbiamo utilizzato pacchetti di componenti più vecchi. Da Silverstone saremo in grado di utilizzare lo stesso pacchetto per l'intero fine settimana, quindi per noi sarà tutto più facile".

Valtteri Bottas, Alfa Romeo C42

Valtteri Bottas, Alfa Romeo C42

Photo by: Zak Mauger / Motorsport Images

Pujolar ha spiegato che la limitazione dei pezzi di ricambio è stata la conseguenza degli incidenti avvenuti all'inizio dell'anno, tra cui quello di Zhou nel corso della Sprint Race di Imola. Quell'incidente aveva di fatto tolto risorse alla fabbrica per le nuove componenti.

"Abbiamo avuto alcuni incidenti all'inizio della stagione. Poi abbiamo dovuto recuperare la produzione di pezzo di ricambio dei pacchetti in uso e, parallelamente, la produzione dei nuovi pacchetti. Questo ha rappresentato un limite. Ora da Silverstone in poi saremo in una posizione migliore".

"Ci siamo anche presi un po' di margine. Su piste come Baku, Montreal e Monaco, quando corri così vicino ai muretti, abbiamo voluto essere sicuri che se avessimo avuto dei danni il venerdì, non avremmo voluto pagarne le conseguenze in seguito. Ma ora andrà meglio, almeno per le prossime gare".

"In questo modo potremo forse lottare nella parte alta del gruppo centrale, ma dobbiamo vedere. Non so se alcuni team porteranno dei pacchetti di aggiornamenti a Silverstone, ma fino a ora direi che siamo stati abbastanza costanti su tutte le piste, dunque su diversi tipi di tracciati e di efficienza aerodinamica richiesta".

"Per le prossime due gare ci aspettiamo lottare per la parte alta del centro gruppo, assieme ad Alpine e McLaren. Vedremo se riusciremo a ottenere anche arrivi a punti con entrambe le monoposto. Questo è il nostro obiettivo. Siamo in una posizione che ci consente di essere in Q3 con entrambe le vetture e, se questo è il caso, potremo lottare per la prima posizione dietro ai top team contro Alpine", ha concluso Pujolar.

Leggi anche:
condivisioni
commenti
F1 | Albon: "Problemi di bilanciamento non facili da risolvere"
Articolo precedente

F1 | Albon: "Problemi di bilanciamento non facili da risolvere"

Prossimo Articolo

F1 | John Elkann ricorda Leonardo Del Vecchio, scomparso a 87 anni

F1 | John Elkann ricorda Leonardo Del Vecchio, scomparso a 87 anni