MotoGP: Gresini torna ad essere un Team Indipendent dal 2022

La squadra faentina terminerà la partnership con Aprilia a fine 2021, ma ha già firmato un accordo con l'IRTA per essere sulla griglia della MotoGP come team Indipendente dal 2022 al 2026.

MotoGP: Gresini torna ad essere un Team Indipendent dal 2022

La cosa ormai era risaputa da tempo, ma questa mattina è arrivata la conferma ufficiale: a partire dalla stagione 2022, il Gresini Racing tornerà ad essere un'entità a sé stante sulla griglia della MotoGP, togliendo i colori dell'Aprilia, che a sua volta avrà un suo vero e proprio Factory Team.

La squadra faentina, che è presente nella classe regina dal 1997, continuerà comunque il proprio impegno contando solamente sulle sue forze e stamani ha annunciato di aver firmato con l'IRTA un accordo valido per il quinquennio 2022-2026 come Indipendent Team.

Al momento non è ancora chiaro che moto porterà in pista il team di Fausto Gresini, ma questo è sicuramente un primo passo importante, dopo che qualche settimana fa era stato posato il primo mattoncino con la firma di Fabio Di Giannantonio, che ha contratto che prevede il suo impegno in Moto2 nel 2021 e poi il salto in MotoGP nel 2022.

Non a caso, è proprio l'annuncio di oggi il motivo per cui Gresini non ha concesso al pilota romano il salto verso la classe regina già nel 2021 con Aprilia, che lo aveva cercato dopo la conferma della squalifica di Andrea Iannone. Fausto, infatti, non voleva rinunciare ad uno dei punti cardine del progetto che scatterà tra due anni.

Leggi anche:

"Siamo felici di annunciare questo accordo con IRTA che ci vedrà in MotoGP per cinque anni a partire dal 2022. Non rappresenteremo più l’Aprilia ufficiale, continueremo il nostro percorso come Team Indipendente, e lo faremo con altrettanta voglia e dedizione", ha detto Fausto Gresini.

"C’è tantissimo lavoro da fare e tantissime cose da definire e comunicare. Ovviamente stiamo già lavorando a questo progetto enorme, e sveleremo poco a poco tutti i dettagli. Rimanete sintonizzati!", ha aggiunto.

C'è da scommettere comunque che non sarà difficile trovare l'interesse di un marchio a fornire le proprie moto, perché parliamo di una team che, oltre ad aver rappresentato l'Aprilia negli ultimi anni, in passato con la Honda è riuscita a fare grandi cose: 41 podi, 14 vittorie e tre titoli di vice-campione del Mondo.

condivisioni
commenti
Marc Marquez dimesso dall'ospedale a 10 giorni dall'operazione

Articolo precedente

Marc Marquez dimesso dall'ospedale a 10 giorni dall'operazione

Prossimo Articolo

MotoGP 2020: la top 10 di Motorsport.com Italia

MotoGP 2020: la top 10 di Motorsport.com Italia
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie MotoGP
Team Gresini Racing
Autore Matteo Nugnes
MotoGP, la griglia di partenza del GP del Portogallo Prime

MotoGP, la griglia di partenza del GP del Portogallo

Andiamo a scoprire insieme la Griglia di Partenza del Gran Premio del Portogallo, terza prova del campionato del mondo 2021 di MotoGP

Petrucci: "Stiamo prendendo strade inesplorate per gli assetti" Prime

Petrucci: "Stiamo prendendo strade inesplorate per gli assetti"

Intervista esclusiva con Danilo Petrucci, pilota KTM del team Tech3, alla vigilia del GP del Portogallo di MotoGP. Il ternano fa il punto della situazione circa il feeling con la moto austriaca e parla della necessità di percorrere nuove vie per andare a modificare il set-up complessivo, data la sua fisicità totalmente diversa dagli altri piloti KTM

MotoGP
16 apr 2021
Dovizioso incrocia ancora il suo destino con il Mugello Prime

Dovizioso incrocia ancora il suo destino con il Mugello

Dopo la prima presa di contatto a Jerez, Andrea Dovizioso tornerà in sella all'Aprilia al Mugello per approfondire la conoscenza della RS-GP e ancora una volta il tracciato toscano potrebbe essere teatro di una svolta per la sua carriera.

MotoGP
15 apr 2021
KTM: Portimao deve essere la gara della riscossa Prime

KTM: Portimao deve essere la gara della riscossa

L'avvio della stagione 2021 è stato al di sotto delle aspettative per la KTM, anche se Losail non è mai stata una pista amica. A Portimao però è la Casa austriaca è chiamata alla riscossa, perché a novembre aveva dominato con Miguel Oliveira.

MotoGP
13 apr 2021
Vergani: “Capelli per Ferrari ha detto no a Benetton” Prime

Vergani: “Capelli per Ferrari ha detto no a Benetton”

Intervista esclusiva ad Alberto Vergani, Manager di piloti impegnati nel Motomondiale ed in Formula 1 e profondo conoscitore del motorsport. Tra i tanti e ricchi retroscena emersi in questa chiaccherata con il Direttore Franco Nugnes, Vergani parla di una sliding doors che avrebbe potuto mutare la carriera in F1 di Ivan Capelli

Formula 1
13 apr 2021
Johann Zarco, la leadership della rinascita Prime

Johann Zarco, la leadership della rinascita

In soli 18 mesi, Johann Zarco è passato da un estremo all'altro in MotoGP, da pilota ritrovatosi senza moto a raggiante leader del campionato all’inizio del 2021. Ma il Gran Premio di Losail ha visto soprattutto il ritorno alla ribalta di un uomo ritrovato.

MotoGP
9 apr 2021
Perché i commissari devono rivedere l'incidente tra Miller e Mir Prime

Perché i commissari devono rivedere l'incidente tra Miller e Mir

Nonostante la decisione della Suzuki di non fare appello contro il rifiuto della Race Direction di penalizzare Jack Miller dopo l'incidente con Joan Mir a Losail, dovrebbe essere fatto qualcosa per evitare il ripetersi di qualcosa del genere, che sarebbe potuto finire facilmente in tragedia.

MotoGP
7 apr 2021
Ducati: le ufficiali "steccano" nell'amica Losail Prime

Ducati: le ufficiali "steccano" nell'amica Losail

Andiamo a scoprire come mai le due Ducati ufficiali sono da considerarsi le vere sconfitte della doppia gara di MotoGP disputatasi sul tracciato qatariota di Losail. In una pista amica come quella araba, a brillare sono state altre Desmosedici di Borgo Panigale, non quelle che ci si sarebbe aspettati...

MotoGP
6 apr 2021