Jarvis: "Non è facile gestire ingegneri e piloti"

Il managing director della Yamaha ha risposto a Valentino Rossi, spiegando che non è facile trovare un punto d'incontro tra ingegneri e piloti.

Jarvis: "Non è facile gestire ingegneri e piloti"

Valentino Rossi è tornato protagonista e non solo in pista nella domenica del Gran Premio d'Andalusia. Il "Dottore" ha finalmente sfoderato una prestazione da podio, battagliando ad armi pari fino a due giri dalla fine con il compagno di squadra Maverick Vinales, ma subito dopo i festeggiamenti ha preso la palla al balzo per mandare un messaggio forte e chiaro alla Yamaha.

Il pesarese ha rivelato di aver rivoltato come un calzino l'assetto della sua M1, andando contro a quelle che erano le indicazione che da parecchio tempo gli imponevano gli ingegneri di Iwata, seguendo la stesa strada di Vinales e di Fabio Quartararo, e lo ha fatto senza troppi giri di parole: "Hanno Vinales e Quartararo che vanno fortissimo. Io invece ho 41 anni, quindi mi dicono: impara a guidare questa. Questa è la verità" ha detto ai microfoni di Sky Sport MotoGP HD.

Parole che in un certo senso hanno imposto una replica al managing director Lin Jarvis, che ha cercato di fare chiarezza sempre davanti alle telecamere dell'emittente satellitare.

"Sicuramente noi abbiamo quattro piloti e tutti hanno un setting più o meno simile. Ma Valentino ha sempre avuto problemi con le gomme, per quanto riguarda il grip. Dopo il weekend della scorsa settimana ha pensato che doveva cambiare qualcosa, altrimenti se fosse andato avanti così, senza feeling, non aveva senso" ha spiegato Jarvis.

"Stavolta ha spinto per cambiare il setup ed andare su uno che avevamo usato in passato. Le gomme sono cambiate e anche la moto è cambiata, ma comunque lui ha spinto per avere la possibilità di cambiare. Poi non è sempre facile questa cosa, perché i giapponesi hanno tanti dati, quindi dicevano che secondo loro l’altro setup era migliore, ma lui ha spinto per quello che ha usato ed alla fine abbiamo visto i risultati" ha aggiunto.

Per la squadra, dunque, c'è da gestire il difficile lavoro di mediazione tra gli ingegneri e piloti, soprattutto in situazioni come queste, quando i dati e le sensazioni dicono cose differenti, ma principalmente quando ci sono due piloti che invece vanno alla grande come Quartararo e Vinales.

Leggi anche:

"Gli ingegneri in Giappone hanno tanti dati e vogliono seguire la loro strada, ma è importante sentire i piloti e capire cosa vogliono. Questo è il lavoro nel box, capire cosa sente il pilota e confrontare i dati. Ma quando ci sono piloti che vanno forte ed un altro vuole cambiare, c’è una sorta di ‘contro-lavoro’ difficile da gestire".

Jarvis poi ha affrontato anche il teme  del guasto al motore che ha fermato Franco Morbidelli, proprio quando era in lotta per podio. Quindi non ha negato che effettivamente c'è un po' di preoccupazione legata all'affidabilità dei propulsori, visto che oggi Vinales ha già montato la sua quinta unità e Rossi la quarta.

"Mi dispiace tanto per Franco, perché ha fatto una bella gara, così come la settimana scorsa. Ma oggi sembrava molto forte, ma ha avuto questo problema al motore. È un gran peccato e mi dispiace tantissimo. Sicuramente noi siamo un po’ preoccupati, perché abbiamo perso due motori nel primo weekend ed un altro oggi".

"Fortunatamente non di più, perché abbiamo tre piloti sul podio. È un po’ strano perché abbiamo perso diversi motori, ma abbiamo fatto due bei weekend di gara. Quindi l’importante adesso è di controllare molto, molto bene per capire se questo problema è lo stesso che abbiamo già avuto e poi trovare una soluzione al più presto" ha concluso. 

Guarda la MotoGP live su DAZN. Sempre a 9,99€ al mese

condivisioni
commenti
Morbidelli: "Peccato il guasto, ma ho fatto un grande step"

Articolo precedente

Morbidelli: "Peccato il guasto, ma ho fatto un grande step"

Prossimo Articolo

Fotogallery MotoGP: il Gran Premio di Andalusia

Fotogallery MotoGP: il Gran Premio di Andalusia
Carica commenti
MotoGP: La griglia di partenza del Gran Premio di Germania Prime

MotoGP: La griglia di partenza del Gran Premio di Germania

Andiamo a scoprire la griglia di partenza della classe regina del Motomondiale 2021 sul tracciato del Sachsenring.

Il Sachsenring può essere la "medicina" di Marc Marquez? Prime

Il Sachsenring può essere la "medicina" di Marc Marquez?

Il recupero dell'otto volte campione del mondo procede più a rilento del previsto anche a causa di una Honda poco competitiva. Questo fine settimana però si va al Sachsenring, dove è imbattuto dal 2010 comprese le classi minori: sarà l'occasione giusta per rivederlo al top?

MotoGP
16 giu 2021
Spagna e Italia: 1 vittoria in 7 GP, cambia la geografia della MotoGP? Prime

Spagna e Italia: 1 vittoria in 7 GP, cambia la geografia della MotoGP?

Nonostante occupino oltre il 70% dello schieramento di partenza della classe regina, italiani e spagnoli insieme hanno firmato appena una vittoria nei primi 7 GP del 2021. Tre li ha vinti la Francia, due l'Australia ed uno il Portogallo: la nuova ventata è anche geografica?

MotoGP
12 giu 2021
Melandri: "Un gran parlare di sicurezza, pochi fatti in Austria" Prime

Melandri: "Un gran parlare di sicurezza, pochi fatti in Austria"

Intervista esclusiva a Marco Melandri, con il quale andiamo ad analizzare quanto successo dopo il Gran Premio d'Italia al Mugello ed a Barcellona nel Motomondiale. A proposito del tema sicurezza, il ravennate si dice preoccupato in vista della doppia gara al Red Bull Ring, circuito teatro lo scorso anno di un incidente terrificante e per il quale non vi sono stati lavori di adeguamento

MotoGP
11 giu 2021
KTM: così Oliveira è riuscito a domare di nuovo la "bestia" Prime

KTM: così Oliveira è riuscito a domare di nuovo la "bestia"

Le aspettative sulle possibilità che la KTM potesse replicare i successi del 2020 in questa stagione di MotoGP ha reso il suo inizio difficile ancora più deludente. Ma un aggiornamento chiave ha invertito le sorti della Casa austriaca, riportandola sul gradino più alto del podio a Barcellona.

MotoGP
9 giu 2021
Ceccarelli: “La caduta degli Dei in MotoGP: Marquez come Valentino?" Prime

Ceccarelli: “La caduta degli Dei in MotoGP: Marquez come Valentino?"

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina di Motorsport.com. In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e Riccardo Ceccarelli analizzano il fine settimana dei motori che, tra MotoGP e Formula 1, ha animato il week end. I riflettori si accendono su Marc Marquez, autore di un'altra caduta che ha compromesso il suo GP di Catalunya, segnale che lo spagnolo non è ancora al 100%.Un po' come Valentino Rossi quando fu reduce dall'incidente del Mugello 2010...

MotoGP
9 giu 2021
Pagelle MotoGP: Direzione Gara da 2 Prime

Pagelle MotoGP: Direzione Gara da 2

Andiamo a dare i voti al Gran Premio di Catalunya di MotoGP, dove - oltre alle ottime performance messe i. pista dalla KTM del vincitore, Miguel Oliveira - bisogna andare a giudicare ampiamente insufficiente il comportamento della direzione gara

MotoGP
8 giu 2021
GP di Catalogna: Quartararo da urlo in qualifica Prime

GP di Catalogna: Quartararo da urlo in qualifica

Fabio Quartararo firma la quinta pole position del 2021 in sella alla sua Yamaha ufficiale. Il francese apre la prima fila dello schieramento precedendo le ducati di Jack Miller e Johan Zarco

MotoGP
6 giu 2021