Jarvis: "Non è facile gestire ingegneri e piloti"

Il managing director della Yamaha ha risposto a Valentino Rossi, spiegando che non è facile trovare un punto d'incontro tra ingegneri e piloti.

Jarvis: "Non è facile gestire ingegneri e piloti"

Valentino Rossi è tornato protagonista e non solo in pista nella domenica del Gran Premio d'Andalusia. Il "Dottore" ha finalmente sfoderato una prestazione da podio, battagliando ad armi pari fino a due giri dalla fine con il compagno di squadra Maverick Vinales, ma subito dopo i festeggiamenti ha preso la palla al balzo per mandare un messaggio forte e chiaro alla Yamaha.

Il pesarese ha rivelato di aver rivoltato come un calzino l'assetto della sua M1, andando contro a quelle che erano le indicazione che da parecchio tempo gli imponevano gli ingegneri di Iwata, seguendo la stesa strada di Vinales e di Fabio Quartararo, e lo ha fatto senza troppi giri di parole: "Hanno Vinales e Quartararo che vanno fortissimo. Io invece ho 41 anni, quindi mi dicono: impara a guidare questa. Questa è la verità" ha detto ai microfoni di Sky Sport MotoGP HD.

Parole che in un certo senso hanno imposto una replica al managing director Lin Jarvis, che ha cercato di fare chiarezza sempre davanti alle telecamere dell'emittente satellitare.

"Sicuramente noi abbiamo quattro piloti e tutti hanno un setting più o meno simile. Ma Valentino ha sempre avuto problemi con le gomme, per quanto riguarda il grip. Dopo il weekend della scorsa settimana ha pensato che doveva cambiare qualcosa, altrimenti se fosse andato avanti così, senza feeling, non aveva senso" ha spiegato Jarvis.

"Stavolta ha spinto per cambiare il setup ed andare su uno che avevamo usato in passato. Le gomme sono cambiate e anche la moto è cambiata, ma comunque lui ha spinto per avere la possibilità di cambiare. Poi non è sempre facile questa cosa, perché i giapponesi hanno tanti dati, quindi dicevano che secondo loro l’altro setup era migliore, ma lui ha spinto per quello che ha usato ed alla fine abbiamo visto i risultati" ha aggiunto.

Per la squadra, dunque, c'è da gestire il difficile lavoro di mediazione tra gli ingegneri e piloti, soprattutto in situazioni come queste, quando i dati e le sensazioni dicono cose differenti, ma principalmente quando ci sono due piloti che invece vanno alla grande come Quartararo e Vinales.

Leggi anche:

"Gli ingegneri in Giappone hanno tanti dati e vogliono seguire la loro strada, ma è importante sentire i piloti e capire cosa vogliono. Questo è il lavoro nel box, capire cosa sente il pilota e confrontare i dati. Ma quando ci sono piloti che vanno forte ed un altro vuole cambiare, c’è una sorta di ‘contro-lavoro’ difficile da gestire".

Jarvis poi ha affrontato anche il teme  del guasto al motore che ha fermato Franco Morbidelli, proprio quando era in lotta per podio. Quindi non ha negato che effettivamente c'è un po' di preoccupazione legata all'affidabilità dei propulsori, visto che oggi Vinales ha già montato la sua quinta unità e Rossi la quarta.

"Mi dispiace tanto per Franco, perché ha fatto una bella gara, così come la settimana scorsa. Ma oggi sembrava molto forte, ma ha avuto questo problema al motore. È un gran peccato e mi dispiace tantissimo. Sicuramente noi siamo un po’ preoccupati, perché abbiamo perso due motori nel primo weekend ed un altro oggi".

"Fortunatamente non di più, perché abbiamo tre piloti sul podio. È un po’ strano perché abbiamo perso diversi motori, ma abbiamo fatto due bei weekend di gara. Quindi l’importante adesso è di controllare molto, molto bene per capire se questo problema è lo stesso che abbiamo già avuto e poi trovare una soluzione al più presto" ha concluso. 

Guarda la MotoGP live su DAZN. Sempre a 9,99€ al mese

condivisioni
commenti
Morbidelli: "Peccato il guasto, ma ho fatto un grande step"
Articolo precedente

Morbidelli: "Peccato il guasto, ma ho fatto un grande step"

Prossimo Articolo

Fotogallery MotoGP: il Gran Premio di Andalusia

Fotogallery MotoGP: il Gran Premio di Andalusia
Carica commenti
Pagelle MotoGP | Ducati moto migliore, ora è pronto anche Bagnaia Prime

Pagelle MotoGP | Ducati moto migliore, ora è pronto anche Bagnaia

Annata quasi perfetta per Ducati, che conquista ogni corona iridata in MotoGP tranne quella del mondiale piloti. Moto da 9 che, nelle mani di Pecco Bagnaia, si candida come seria pretendente alla corona di Fabio Quartararo per il 2022.

MotoGP
2 dic 2021
MotoGP | Ducati tenta già il sorpasso nella corsa al titolo 2022 Prime

MotoGP | Ducati tenta già il sorpasso nella corsa al titolo 2022

La stagione 2021 della MotoGP è appena terminata, ma i preparativi per il 2022 hanno già preso il via con due giorni di test a Jerez la scorsa settimana. La Ducati sembra aver colpito nel segno, mentre la mancanza di progressi della Yamaha ha creato qualche perplessità nel campione del mondo Fabio Quartararo. C'è già aria di sorpasso?

MotoGP
26 nov 2021
Pagelle MotoGP | Mondiale più di Quartararo che della Yamaha Prime

Pagelle MotoGP | Mondiale più di Quartararo che della Yamaha

Andiamo a dare i voti ai protagonisti del Motomondiale 2021 ed iniziamo con il team che ha portato al trionfo Fabio Quartararo. In Yamaha, però, non è tutto rose e fiori perché, a giudicare dal rendimento degli altri piloti dei tre diapason, il lavoro da fare è ancora tanto per stare al passo della concorrenza.

MotoGP
25 nov 2021
Ceccarelli: “Vale senza motivazione, non con meno talento” Prime

Ceccarelli: “Vale senza motivazione, non con meno talento”

Con il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine andiamo ad analizzare lìultimo week end da pilota MotoGP di Valentino Rossi. Il pilota di Tavullia ha messo sul piatto a Valencia una gara valida: non ha avuto importanza la decima posizione finale, ma la sua costanza nel fine settimana è stata encomiabile. Costanza mancata durante il 2021.

MotoGP
17 nov 2021
Pagelle MotoGP | È un dominio Ducati Prime

Pagelle MotoGP | È un dominio Ducati

In questo nuovo video di Motorsport.com, Lorenza D'Adderio e Matteo Nugnes commentano il Gran Premio di Valencia, ultimo appuntamento del Motomondiale che ha regalato tanti promossi e tanti bocciati...

MotoGP
16 nov 2021
Cosa c'è dietro all'aggressività dei piloti nelle categorie minori? Prime

Cosa c'è dietro all'aggressività dei piloti nelle categorie minori?

Le pressioni psicologiche cui sono sottoposti i ragazzini che ambiscono ad un posto nel campionato del mondo sono alla base delle manovre spesso aggressive viste in questa stagione. Imporre il divieto di ingresso nel mondiale prima dei 18 anni sarà la soluzione giusta?

MotoGP
10 nov 2021
MotoGP | Ceccarelli: “Stoner coach? Sarà lo specchio di Bagnaia” Prime

MotoGP | Ceccarelli: “Stoner coach? Sarà lo specchio di Bagnaia”

Riccardo Ceccarelli e Franco Nugnes ci parlano della volontà di piloti affermati e campioni che si circondano di coach dal palmarés mondiale per andare a migliorare ulteriormente le proprie performance, come nel caso della diretta richiesta di Pecco Bagnaia a Ducati per avere al proprio fianco Casey Stoner

MotoGP
10 nov 2021
Pagelle MotoGP | Un brutto tonfo per Aprilia Prime

Pagelle MotoGP | Un brutto tonfo per Aprilia

Il Gran Premio dell'Algarve di MotoGP si chiude con sorprese, conferme e delusioni. Ecco le pagelle dell'appuntamento portoghese stilate e commentate in questo nuovo video di Motorsport.com da Matteo Nugnes e Lorenza D'Adderio.

MotoGP
9 nov 2021