Williams: l'acquirente del team è già in casa?

Claire Williams ha ufficializzato che la squadra di Grove è in vendita. L'operazione dovrebbe essere completata entro l'estate: Michael Latifi, papà di Nicholas, dopo aver fatto un prestito al team, è pronto a prendenre il controllo.

Williams: l'acquirente del team è già in casa?

Venerdì scorso la Williams ha confermato di essere a caccia di investitori per garantirsi un futuro, anche a costo di cedere la proprietà completa del team.

Claire Williams si è detta fiduciosa in merito alla possibilità di poter chiudere un’operazione mirata a garantire il futuro della squadra entro tre mesi, in modo da poter pianificare al meglio la stagione 2021.

Una speranza non da poco considerando il periodo poco stimolante per il business nel lungo periodo, che fa sorgere un interrogativo: l’investitore di cui la Williams è a caccia, non è per caso già in casa?

Lo scorso mese di aprile, secondo il britannico Telegraph la Williams, si sarebbe assicurata un prestito da Michael Latifi (padre del loro pilota Nicholas) che tramite la sua società Latrus Racing avrebbe garantito 50 milioni di sterline, ottenendo come garanzia la sede della squadra (con annessi terreni) e la collezione di auto storiche del team.

Latifi sr. nel 2018 aveva già acquistato il 10% del McLaren Group, ma per il debutto del figlio in Formula 1 l’unica porta aperta si è confermata quella Williams, ed oggi si trova in una posizione di forza per provare a prendere il controllo della squadra.

Nel 2016 Lawrence Stroll formalizzò un’offerta per l’acquisto della Williams, ma il magnate canadese ricevette un “no, grazie” come risposta, e si diresse verso la Force India. Quattro anni dopo quel “no” è probabilmente motivo di pentimento per Claire Williams che, nel frattempo, ha visto il gruppo di famiglia cedere il dipartimento “engineering” e ritrovarsi in una posizione ben diversa rispetto a quella del 2016.

L’annuncio ufficiale in cui ha affermato di essere alla ricerca di finanziatori è esattamente ciò che non bisogna fare se l’intenzione è quella di vendere, perché emerge una situazione d’emergenza che mette, chi è interessato ad acquistare, in una posizione molto favorevole.

Ecco perché sorge il dubbio che i giochi possano già essere fatti, o comunque definiti. Magari la firma non è ancora avvenuta, ma tutto fa pensare che se Williams è obbligata a vendere anche Latifi possa essere interessato a controllare la squadra in cui il figlio potrà pianificare la sua carriera nel lungo periodo.

Con la prospettiva di un budget cap abbordabile, e un prestito che secondo voci di paddock equivale al cinquanta per cento del valore della squadra, per Latifi l’ultimo passo sarebbe in discesa, una prospettiva che potrebbe andare bene anche alla squadra.

Recentemente la Williams ha annunciato l’arrivo nel team di Simon Roberts nel ruolo di Managing Director, come prima novità a cui seguirà una ristrutturazione che toccherà diversi ruoli.

Roberts ha trascorso diciannove anni in McLaren, e c’è chi sottolinea che si tratta di una persona ben conosciuta da Latifi. Indizi? Hanno tutto per esserlo, e parallelamente sembra sgonfiarsi la candidatura di Dmitry Mazepin, ‘bilionario’ russo il cui figlio Nikita milita oggi in Formula 2.

Non è la prima volta che il nome di Mazepin è accostato ad una trattativa per acquisire il controllo di un team di Formula 1 (ci fu già un approccio proprio con la Williams due anni fa) ma al momento Nikita non ha ancora la superlicenza e, se non arriveranno risultati di peso in Formula 2, rischia di rimanere escluso dalla possibilità di essere promosso nel paddock più ambito al mondo.

Il tutto sembra portare Mazepin in una posizione di stand-by, che si sposa male con le tempistiche riportate dalla stessa Claire Williams.

Zak Brown, CEO McLaren con Michael Latifi, papà di Nicholas ha quote a Woking ma è interessato all'acquisto della Williams

Zak Brown, CEO McLaren con Michael Latifi, papà di Nicholas ha quote a Woking ma è interessato all'acquisto della Williams
1/12

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Claire Williams, Deputy Team Principal, Williams Racing

Claire Williams, Deputy Team Principal, Williams Racing
2/12

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Nicholas Latifi, Williams FW43

Nicholas Latifi, Williams FW43
3/12

Foto di: Евгений Сафронов

Il casco di Nicholas Latifi, Williams Racing

Il casco di Nicholas Latifi, Williams Racing
4/12

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Nicholas Latifi, Williams FW43

Nicholas Latifi, Williams FW43
5/12

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Nicholas Latifi, Williams Racing e Sebastian Vettel, Ferrari, in conferenza stampa

Nicholas Latifi, Williams Racing e Sebastian Vettel, Ferrari, in conferenza stampa
6/12

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Nicholas Latifi, Williams FW43

Nicholas Latifi, Williams FW43
7/12

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Nicholas Latifi, Williams FW43

Nicholas Latifi, Williams FW43
8/12

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Nicholas Latifi, Williams Racing

Nicholas Latifi, Williams Racing
9/12

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Nicholas Latifi, Williams FW43

Nicholas Latifi, Williams FW43
10/12

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Nicholas Latifi, Williams Racing

Nicholas Latifi, Williams Racing
11/12

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Nicholas Latifi, Williams Racing, tiene un messaggio per George Russell, Williams Racing

Nicholas Latifi, Williams Racing, tiene un messaggio per George Russell, Williams Racing
12/12

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Horner: "No griglia invertita? Perdiamo una grande opportunità"

Articolo precedente

Horner: "No griglia invertita? Perdiamo una grande opportunità"

Prossimo Articolo

Larini: "Lamborghini F1 e Forghieri? Una scelta sbagliata"

Larini: "Lamborghini F1 e Forghieri? Una scelta sbagliata"
Carica commenti
Piola: "Al Ricard è difficile finire il giro con le soft" Prime

Piola: "Al Ricard è difficile finire il giro con le soft"

In questo nuovo video, Franco Nugnes e Giorgio Piola analizzano quanto visto nel venerdì di prove libere del GP di Francia. Tante sorprese e tante novità tecniche in un tracciato che "in teoria" sarebbe favorevole a Mercedes, eppure...

Bobbi: "Max vola in curva, ma sembra appeso a un filo" Prime

Bobbi: "Max vola in curva, ma sembra appeso a un filo"

In questa puntata di Piloti Top Secret, Matteo Bobbi e Marco Congiu analizzano le prove libere del venerdì del GP di Francia di Formula 1. Red Bull in testa con Verstappen, ma le Mercedes possono cambiare marcia in qualifica. Da tenere d'occhio il prosieguo di weekend dell'Alpine.

Chinchero: "Ferrari, la seconda fila sarebbe un bel colpo" Prime

Chinchero: "Ferrari, la seconda fila sarebbe un bel colpo"

Torna Debriefing F1, programma podcast di Motorsport.com con cui Roberto Chinchero e Giacomo Rauli analizzano le prove libere del GP di Francia al Paul Ricard. Buon ascolto!

Piola: "Ferrari e Alpha Tauri cambiano il marciapiede" Prime

Piola: "Ferrari e Alpha Tauri cambiano il marciapiede"

La Formula 1 arriva in Francia, sul tracciato del Paul Ricard. Franco Nugnes e Giorgio Piola, analizzano con la lente d'ingrandimento i primi e nuovi dettagli tecnici presenti sulle monoposto.

Formula 1
17 giu 2021
Alonso: ecco perché è ancora una stella della Formula 1 Prime

Alonso: ecco perché è ancora una stella della Formula 1

Lo spagnolo ha parlato con Motorsport.com del suo ritorno in Formula 1, smentendo le critiche che lo hanno accompagnato negli ultimi appuntamenti e puntando con decisioni ad un futuro di successi grazie anche alla rivoluzione regolamentare.

Formula 1
17 giu 2021
Mara Sangiorgio: "La mia carriera? Decisa da uno sliding door" Prime

Mara Sangiorgio: "La mia carriera? Decisa da uno sliding door"

In questa puntata de "Il Rosa dei Motori", Beatrice Frangione intervista Mara Sangiorgio, giornalista e pit reporter per la Formula 1 di Sky Sport. Una grande passione per la scrittura che l'accompagna sin da quando era solo una bambina, la conduce alle porte degli studi giornalistici. Dall'Italia a New York, Mara muove i primi passi dentro il mondo dei suoi sogni. Mai avrebbe pensato di raccontare lo sport, fino a quando...

Formula 1
17 giu 2021
Ceccarelli: “Dal Ricard monitoro anche meccanici e ingegneri” Prime

Ceccarelli: “Dal Ricard monitoro anche meccanici e ingegneri”

Torna l'appuntamento fisso della rubrica del mercoledì mattina firmata Motorsport.com. In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e Riccardo Ceccarelli ci parlano dell'imminente Gran Premio di Francia di Formula 1, dove il medico andrà a monitorare una nuova serie di parametri non solo dei piloti

Formula 1
16 giu 2021
F1: il peso eccessivo, un problema con cui fare i conti Prime

F1: il peso eccessivo, un problema con cui fare i conti

Le monoposto di Formula 1 sono diventate troppo grosse e pesanti e questo si è visto non solo a Monaco, circuito ormai troppo stretto per le moderne monoposto, ma anche a Baku dove i problemi alla gomme sono derivati anche dagli enormi sforzi richiesti alle gomme.

Formula 1
15 giu 2021