Horner: "No griglia invertita? Perdiamo una grande opportunità"

Horner spiega perché non usare la griglia invertita in alcune qualifying race nella stagione 2020 sarebbe perdere un'opportunità più unica che rara, esortando Wolff e Mercedes a cambiare la propria idea a riguardo.

Horner: "No griglia invertita? Perdiamo una grande opportunità"

I team di Formula 1 stanno lavorando per prepararsi alla prima uscita stagionale del Mondiale 2020, prevista nel primo fine settimana di luglio sul tracciato austriaco del Red Bull Ring.

In questi giorni sono proseguiti i colloqui tra i team e proprietari della F1 su ciò che deve essere fatto per migliorare lo spettacolo attuale e quello del futuro. Nella videoconferenza svolta venerdì si è discusso dell'idea di utilizzare un format differente durante il secondo degli appuntamenti svolti sul medesimo circuito, dunque i primi sarebbero Austria e Gran Bretagna.

L'idea che ha guadagnato la maggior parte dei consensi è stata quella di sfruttare la griglia invertita nella giornata di sabato per quella che sarebbe stata una qualifying race, dunque una gara per decidere la griglia della gara domenicale.

La griglia invertita del sabato sarebbe stata stilata invertendo la classifica del Mondiale. Sebbene questa idea sia piaciuta alla maggior parte dei team, la Mercedes ha reso noto il proprio dissenso assieme alla Racing Point, team motorizzato Mercedes.

Con la regola che impone la necessità dell'unanimità tra i team per entrare in vigore, qualora la Mercedes non dovesse cambiare idea, questa proposta dovrà forzatamente essere abbandonata.

Christian Horner, team principal della Red Bull, pensa che non andare avanti con questa proposta equivarrebbe a perdere una grande opportunità per la F1. Anche perché, a suo avviso, la F1 ha davvero bisogno di generare più interesse, specialmente nelle seconde gare sugli stessi tracciati.

"Penso che un'opportunità così non l'avremo mai più, anche perché potremmo sfruttare le gare back-to-back sugli stessi circuiti, ad esempio Austria e Silverstone, ma anche altre potenziali piste nel corso della stagione", ha dichiarato Horner a Motorsport.com.

"Il problema è che se ripetiamo sempre lo stesso formato, è probabile che il risultato sia molto simile. Penso che ci sia l'occasione ideale per provare qualcosa di differente. Sfortunatamente c'è un team contrario a questa opportunità. Quindi sarà davvero un peccato perderla".

Horner ha affermato di poter capire perché Mercedes - il team campione in carica - sia contrario a queta proposta, perché piazzerebbe le W11 in fondo alla griglia. Ma ha anche esortato Toto Wolff a mettere da parte le sue preoccupazioni.

"Negli ultimi 2 anni abbiamo vinto noi il GP d'Austria, quindi abbiamo potenzialmente tanto da perdere. Specialmente su quel tracciato. Penso sia un risultato complessivamente positivo per la F1. Penso che non avremo possibilità migliore per provare una cosa del genere, ovvero quella di trovarci per due weekend di fila a correre sulla stessa pista e provare qualcosa di differente".

"Non credo che la gente sia così tanto invogliata a vedere il secondo appuntamento sulla stessa pista appena una settimana dopo aver disputato la prima. Se esiste un format differente che può rendere tutto più accattivante, più allettante, spero che la Mercedes voglia sostenerlo sino alla fine. Alla fine si tratta della stessa sfida per tutti i piloti e tutti i team".

condivisioni
commenti
F1, Massa: “Sono contento che la Ferrari abbia scelto Sainz”

Articolo precedente

F1, Massa: “Sono contento che la Ferrari abbia scelto Sainz”

Prossimo Articolo

Williams: l'acquirente del team è già in casa?

Williams: l'acquirente del team è già in casa?
Carica commenti
Podcast F1 | Bobbi: "Traiettoria ideale da sacrificare per i bump" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Traiettoria ideale da sacrificare per i bump"

Il tema caldo del venerdì di prove libere del Gran Premio degli Stati Uniti di Formula 1 è rappresentato dall'alto numero di bump e sconnessioni dell'asfalto texano. I piloti sono chiamati a far fronte a questi inconveniente, andando spesso e volentieri a sacrificare la traiettoria

F1 | Piola: "I dossi penalizzano l'assetto rake Red Bull" Prime

F1 | Piola: "I dossi penalizzano l'assetto rake Red Bull"

Dal venerdì di Austin emerge una Red Bull apparsa in difficoltà: sul tracciato texano, l'assetto rake delle monoposto di Verstappen e Perez è un'arma a doppio taglio. Nella prima sessione, le due Red Bull hanno sofferto più di altre i bum e le sconnessioni dell'asfalto

Piola: "L'assenza di Newey si è fatta sentire in Red Bull" Prime

Piola: "L'assenza di Newey si è fatta sentire in Red Bull"

In questo nuovo video di Motorport.com, Franco Nugnes e Giorgio Piola commentano la situazione dei team arrivati sul tracciato di Austin, pronti ad affrontare il weekend del Gran Premio degli Stati Uniti. La sfida tra Mercedes e Red Bull è sempre più accesa...

Formula 1
21 ott 2021
Ceccarelli: “Il risparmio mentale conta nella prestazione” Prime

Ceccarelli: “Il risparmio mentale conta nella prestazione”

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina firmato Motorsport.com. In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes ed il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine ci parlano dell'importanza dell'avere una mente allenata, capace di bruciare meno energie possibili al fine di massimizzare il risultato con il minimo sforzo. Situazione utile nella vita di tutti i giorni, ma che in pista può fare la differenza

Formula 1
20 ott 2021
F1: l'enigma del denaro dietro le ultime scelte del calendario Prime

F1: l'enigma del denaro dietro le ultime scelte del calendario

Con l'ingresso di Liberty Media si è scelto di far entrare in calendario circuiti veri, ma la necessità di ottenere introiti può portare la Formula 1 su tracciati anonimi e costringere le squadre ad estenuanti triplette.

Formula 1
19 ott 2021
F1 Stories: 1982, un tris Made in USA Prime

F1 Stories: 1982, un tris Made in USA

Nell'atipico campionato del 1982, gli Stati Uniti ospitano sino a tre Gran Premi: a Long Beach, a Detroit e a Las Vegas. Andiamo a rivivere questo tris di gare, in cui una in particolare regalò una doppia prima volta...

Formula 1
19 ott 2021
Alfa Romeo: perché Giovinazzi è trattato da vittima sacrificale? Prime

Alfa Romeo: perché Giovinazzi è trattato da vittima sacrificale?

Il pilota italiano in Turchia avrebbe potuto conquistare un punto con la C41, ma la squadra di Hinwil ha trovato da dire perché Antonio non ha rispettato un ordine di scuderia per far passare Raikkonen. Analizziamo cosa è successo a Istanbul e in quali condizioni è chiamato a scendere in pista il pugliese…

Formula 1
18 ott 2021
Il pericolo di dare troppo peso ai team radio "clickbait" della F1 Prime

Il pericolo di dare troppo peso ai team radio "clickbait" della F1

Dopo che Lewis Hamilton ha risposto agli articoli che lo etichettavano come "furioso" con la Mercedes per i suoi accesi team radio durante il Gran Premio di Russia, ha fornito un'istantanea di come la Formula 1 trasmettendo solo dei frammenti possa illuminare ma anche far travisare la situazione reale.

Formula 1
16 ott 2021