Verstappen: "Non è il momento di deconcentrarsi"

L'olandese ammette di aver "...festeggiato pochissimo" il successo di domenica nel GP della Stiria: "La stagione è ancora lunga e dobbiamo restare concentrati: non dobbiamo abbassare la guardia". Max ironizza sulla tirata d'orecchie dopo il burn out dopo la linea del traguardo: "Ho guardato negli specchietti e non ho fatto una manovra pericolosa. "Potremmo pensare di premiare il miglior festeggiamento. Chissà cosa ne pensa la FIA?"

Verstappen: "Non è il momento di deconcentrarsi"

Questo weekend Max Verstappen potrebbe diventare il primo pilota nella storia della Formula 1 ad aggiudicarsi tre Gran Premi in quindici giorni. La possibilità che l’olandese possa essere interessato a questa statistica è zero, ma tutt’altra cosa sono invece i venticinque punti in palio domenica, nel Gran Premio d’Austria.

Fino allo scorso anno Verstappen correva per il bottino di tappa, cercando di infilarsi nelle rarissime opportunità concesse della Mercedes, oggi invece vede l’obiettivo finale, ovvero la somma di tutti i punti di tappa che può garantirgli la conquista del sui primo titolo Mondiale in Formula 1.

“Festeggiato? Pochissimo – ha messo in chiaro Max riferendosi a domenica scorsa – la stagione è ancora lunga e dobbiamo restare concentrati e guardare avanti. È vero che in questo weekend siamo ancora sulla stessa pista, ma avremo a disposizioni mescole differenti e gli avversari possono affrontare questo fine settimana dopo le analisi dei dati della scorsa settimana. Quindi, non dobbiamo abbassare la guardia”.

Verstappen ha poi detto la sua in merito ad una tirata d’orecchi arrivata dalla FIA al termine della gara di domenica scorsa. L’olandese, dopo aver tagliato il traguardo, ha frenato in corrispondenza della postazione Red Bull sul muretto box, ripartendo poi a ruote fumanti. Una celebrazione che non è piaciuta al direttore di gara Michael Masi, il quale ha segnalato che non saranno più ammesse frenate sul rettilineo dopo la bandiera a scacchi.

“Ovviamente capisco le motivazioni legate alla sicurezza – ha sottolineato Max – posso dire che prima di rallentare ho guardato negli specchietti e poi sono andato sul lato destro della pista, con molta calma. Ed infatti chi è sopraggiunto è passato senza problemi a sinistra. Se non si può più fare okay, nessun problema, ma quando l’ho fatto ho pensato che non fosse una manovra pericolosa, e volevo solo divertire i ragazzi della squadra”.

Poi Verstappen ha risposto così ad una domanda se fosse o meno favorevole ad un eventuale spazio celebrativo concesso dalla FIA: “Perché no? Potremmo festeggiare con dei bungee jumping, o dei combattimenti in gabbia, o magari facendo saltare la monoposto all’indietro! Dite che potrebbe piacere alla FIA? Magari potrebbero mettere in palio dei punti bonus, per la migliore celebrazione…”.

condivisioni
commenti
Gasly: “Sorpreso dal lasciar correre l’incidente con Leclerc”
Articolo precedente

Gasly: “Sorpreso dal lasciar correre l’incidente con Leclerc”

Prossimo Articolo

Ferrari: Leclerc riprova il fondo pensato per Silverstone

Ferrari: Leclerc riprova il fondo pensato per Silverstone
Carica commenti
La top 10 delle Williams più famose della storia Prime

La top 10 delle Williams più famose della storia

Williams è una delle squadre più leggendarie della Formula 1, in cui ha una storia ricchissima. Come tributo a Sir Frank Williams, tristemente scomparso all’età di 79 anni, Motorsport ripercorre la storia del marchio attraverso le 10 monoposto più importanti.

Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi Prime

Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi

Il tempismo al limite delle capacità umane in cui i meccanici di Formula 1 riescono a completare un pit stop è uno degli aspetti più interessanti del circus iridato. Ecco come si arriva a tali risultati

Formula 1
29 nov 2021
La forza mentale che ha spinto Kubica al ritorno in F1 Prime

La forza mentale che ha spinto Kubica al ritorno in F1

Una forza mentale incredibile. Questo è quello che appare ascoltando il racconto di Robert Kubica a Ben Anderson sulle sfide che ha dovuto affrontare per tornare al volante di una monoposto di F1.

Formula 1
28 nov 2021
Cosa sono e come nascono le strategie in Formula 1 Prime

Cosa sono e come nascono le strategie in Formula 1

Si fa presto a criticare una strategia stando comodamente sul proprio divano, lontano dallo stress di un muretto box in gara. Ecco come nascono e come vengono studiate le strategie di Formula 1, con parametri incredibili che non lasciano davvero nulla al caso

Formula 1
28 nov 2021
Video F1 | Verstappen, quante occasioni perse! Prime

Video F1 | Verstappen, quante occasioni perse!

In questo nuovo video di Motorsport.com, andiamo ad analizzare le occasioni perse di Max Verstappen nel combattutissimo duello contro Lewis Hamilton nel mondiale 2021. Forse, senza di quelle, avremmo già un campione del mondo?

Formula 1
27 nov 2021
Video F1 | Hamilton, quante occasioni perse! Prime

Video F1 | Hamilton, quante occasioni perse!

Andiamo ad analizzare insieme le occasioni perse da Lewis Hamilton nel corso del mondiale 2021 di Formula 1. In questo video, riassumiamo gli errori dell'inglese durante l'anno e le occasioni nelle quali ha performato al di sotto delle sue potenzialità, ottenendo risultati che alla fine dell'ultimo GP potrebbero decretarne la sconfitta iridata

Formula 1
26 nov 2021
F1 | Ceccarelli: "Alonso si sente integro e vuole dimostrarlo" Prime

F1 | Ceccarelli: "Alonso si sente integro e vuole dimostrarlo"

In questa nuova puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e il Dott. Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine analizzano la figura del "giovanotto" Fernando Alonso, reo di aver conquistato un podio in Formula 1 dopo sette anni. Eppure, nonostante l'età, ha ancora tanta voglia di dimostrare il suo valore...

Formula 1
24 nov 2021
F1 | Quando la lotta sportiva diventa peggio di Forum Prime

F1 | Quando la lotta sportiva diventa peggio di Forum

In Qatar abbiamo assistito all'ennesima, stucchevole situazione in cui i toni dei contendenti al titolo iridato si sono alzati in maniera esagerata. Oltre a quello, situazione che avevamo preso in esame, all'indice va messo il comportamento di chi governa il Circus iridato, più simile a quello di sceneggiatori alle prese con una serie tv anziché con una pagina clamorosa di storia dello sport.

Formula 1
23 nov 2021