Mercedes: ecco come è stato modificato il brake magic

La squadra di Brackley è intervenuta sul volante-computer per proteggere il brake magic, vale a dire il pulsante posto dietro al volante che sulla W12 serve ad attivare una funzione che permette di scaldare le gomme spostando la ripartizione di frenata sull'anteriore al 90%. Ora il bottone è leggermente incavato per cui non può essere azionato in modo accidentale come è successo a Lewis a Baku.

Mercedes: ecco come è stato modificato il brake magic

La Mercedes ha deciso di intervenire sul brake magic, l’ormai famoso pulsante che è costato almeno un podio a Lewis Hamilton nel GP dell’Azerbaijan, al via del mini-GP di due giri che ha concluso su la gara di Baku dopo il crash di Max Verstappen per il cedimento della gomma posteriore sinistra.

Come si ricorderà, la squadra di Brackley dispone di un bottone collocato nel retro del volante-computer grazie al quale il pilota può trasferire la ripartizione di frenata al 90% sull’asse anteriore, mentre nel retrotreno agisce la MGU-K, il motore elettrico che raccoglie l’energia cinetica in fase di rilascio.

L’azione combinata di queste due funzioni permette alla Mercedes W12 di mandare in temperatura le gomme prima di un giro lanciato o di una ripartenza come nel caso azero.

Per azionare la mappatura Hamilton e Bottas sono chiamati a schiacciare questo pulsante e una volta in griglia lo devono disattivare per dare il via alla procedura di partenza.

Lewis, invece, subito dopo l’ottimo start al fianco di Sergio Perez, difendendosi dalla Red Bull del messicano, ha inavvertitamente toccato il brake magic e alla prima staccata è finito lungo nella via di fuga dopo un vistoso bloccaggio anteriore.

Per evitare il ripetersi di una situazione che a Hamilton è costata almeno 18 punti (ma sarebbero potuti essere anche 25!), la Mercedes ha deciso di proteggere il brake magic: come ci mostra il disegno di Giorgio Piola, i tecnici di James Allison sono intervenuti modificando il bottone che non è più sporgente dalla corona del volante, ma è leggermente incassato.

Il pilota, quindi, non è più in grado di attivare il brake magic accidentalmente, ma ora lo deve volutamente schiacciare. Non è escluso che questo pulsante possa essere ricollocato in futuro, anche se non è facile trovare un’altra posizione essendo il volante già pieno di manettini, levette e interruttori.

condivisioni
commenti
Todt contro la Qualifying Sprint: "La F1 non ne ha bisogno"

Articolo precedente

Todt contro la Qualifying Sprint: "La F1 non ne ha bisogno"

Prossimo Articolo

Strategie F1: la pioggia variabile impazzita, altrimenti un pit stop

Strategie F1: la pioggia variabile impazzita, altrimenti un pit stop
Carica commenti
Piola: "Il caldo torrido ha riservato delle sorprese" Prime

Piola: "Il caldo torrido ha riservato delle sorprese"

Il primo giorno in pista ha regalato qualche inaspettata sospesa. Colpa del caldo che, a quanto pare ha giocato qualche brutto scherzo a chi pensava di far bene. Franco Nugnes e Giorgio Piola, in questo nuovo video, analizzano le prove libere del Gran Premio d'Ungheria.

Bobbi: "RB16B di Max sottosterzante, bilanciamento da rivedere" Prime

Bobbi: "RB16B di Max sottosterzante, bilanciamento da rivedere"

In questa puntata di Piloti Top Secret, Matteo Bobbi e Marco Congiu ci parlano ed analizzano le prove libere del venerdì del Gran Premio di Ungheria. Max Verstappen, partito coi favori del pronostico, non ha letto il mutare delle temperature e delle gomme che ha influito sulle performance della RB16B, al contrario di quanto fatto dagli uomini Mercedes

Chinchero: "Il caldo ha sorpreso tutti, tranne Bottas" Prime

Chinchero: "Il caldo ha sorpreso tutti, tranne Bottas"

In questa nuova podcast di Motorsport.com, Roberto Chinchero e Giacomo Rauli commentato il venerdì di prove libere del Gran Premio d'Ungheria. Buon ascolto!

Piola: "L'estrattore AlphaTauri è fatto da due pelli separate" Prime

Piola: "L'estrattore AlphaTauri è fatto da due pelli separate"

La Formula 1 arriva in Ungheria. In questo nuovo video, Franco Nugnes e Giorgio Piola analizzano le novità portate dai team sullo storico tracciato dell'Hungaroring. Siamo solo a giovedì, ma qualcuno ha già svelato qualche particolare dettaglio...

Formula 1
29 lug 2021
Minardi: "Auguri Alonso, meritavi altri mondiali" Prime

Minardi: "Auguri Alonso, meritavi altri mondiali"

Compie quarant'anni Fernando Alonso. L'asturiano, due volte campione del mondo, è un pilota capace di vincere due titoli mondiali ancora in giovane età per poi raccogliere meno di quanto il suo talento gli avrebbe consentito per i motivi più svariati. Insieme a Gian Carlo Minardi ricordiamo i suoi esordi in Formula 1...

Formula 1
29 lug 2021
F1: i segnali che indicano come la serie goda di ottima salute Prime

F1: i segnali che indicano come la serie goda di ottima salute

Non c'è solo il duello tra Verstappen e Hamilton per la conquista del titolo iridato ad attirare l'attenzione sulla Formula 1. Molti sponsor tecnologici stanno investendo nei team e questo è un segno di un ritrovato interesse che fa ben sperare per il futuro.

Formula 1
28 lug 2021
Ceccarelli: “Si va in Ungheria con un clima surriscaldato” Prime

Ceccarelli: “Si va in Ungheria con un clima surriscaldato”

In questa puntata del Doctor F1, Franco Nugnes e il Dottor Riccardo Ceccarelli ci parlano del clima in vista del Gran Premio d'Ungheria di Formula 1, dove tanto Mercedes quanto Red Bull arriveranno a nervi tesi. Più che i piloti, a tenere elevata la tensione sono i team principal

Formula 1
28 lug 2021
Condizionamenti F1: Wolff e Horner, attenti a quei due! Prime

Condizionamenti F1: Wolff e Horner, attenti a quei due!

Lewis Hamilton e Max Verstappen se le sono suonate in pista a Silverstone, mentre Toto Wolff e Christian Horner continuano a beccarsi a livello mediatico. I due team principal stanno alimentando la rivalità sportiva con comportamenti e dichiarazioni che andrebbero misurati. Quali saranno gli effetti in Ungheria di questi atteggiamenti aggressivi e utilitaristici?

Formula 1
27 lug 2021