Mazepin incontra Marko: obiettivo AlphaTauri per il figlio?

Il magnate russo vuole assicurare al figlio Nikita un posto in Formula 1 per il prossimo anno e sta valutando tutte le opzioni che gli si presentano. L'uscita della Honda dai GP a fine 2021 rende più difficile il passaggio di Tsunoda all'AlphaTauri. La squadra faentina potrebbe essere attratta dal ricco budget che Mazepin è in grado di assicurare.

Mazepin incontra Marko: obiettivo AlphaTauri per il figlio?

Più fonti rivelano che nel weekend di Sochi c’è stato un incontro tra Helmut Marko, Dmtry Mazepin (padre del pilota di Formula 2, Nikita) e Oliver Oakes.

Quest’ultimo è un ex pilota del programma Red Bull junior, che dopo aver abbandonato il sogno di poter un giorno arrivare in Formula 1, si è costruito in pochi anni una solida reputazione nel mondo delle formule minori nel ruolo di team principal gestendo la HiTech, squadra impegnata in Formula 2 e Formula 3, acquistata anni fa dallo stesso Mazepin per supportare la carriera del figlio.

Inizialmente nel paddock si è supposto che l’oggetto del meeting potesse essere la pianificazione dei programmi 2021 dei piloti Red Bull junior (HiTech nel 2020 ha avuto nel suo team di Formula 3 due piloti del vivaio di Marko, Liam Lawson e Dennis Hauger), ma alla luce dell’annuncio shock del ritiro della Honda, l’incontro di Sochi potrebbe avere avuto anche altri contenuti.

L’arrivo in AlphaTauri di Yuki Tsunoda per la stagione 2021 era dato per scontato. A mancare era solo il conseguimento della super licenza di Formula 1, che il pilota giapponese otterrà giungendo nei primi cinque della classifica finale di Formula 2.

Al momento Tsunoda è terzo nella graduatoria generale, quando al termine della stagione manca il doppio appuntamento finale in Bahrain.

Ma il ritiro della Honda a fine 2021 potrebbe cambiare molto questo scenario, visto che Red Bull e AlphaTauri sono chiamate a trovare un fornitore alternativo di motori. In questo contesto la candidatura di Tsunoda appare molto meno solida rispetto ad un mese fa, e qualora il giapponese non fosse più strategico per i programmi dell’Alpha Tauri, Marko ha due alternative: confermare Daniil Kvyat o sondare il mercato, visto che i piloti del programma junior (a parte Tsunoda) non sono ancora pronti per il grande salto.

Ecco che la candidatura di Mazepin potrebbe essere valutata, considerando che la quinta posizione finale nella classifica di Formula 2 gli garantirebbe la super licenza.

Nel paddock è data per certa la possibilità da parte di Mazepin sr. di garantire un importante supporto finanziario, un aspetto in passato mai tenuto in considerazione nelle scelte fatte da Marko, ma in un momento in cui il futuro (motoristico) è un punto interrogativo, mettere del fieno in cascina nell’eventualità di dover pagare una fornitura di power unit (al momento quella Honda è gratuita) non è una scelta che appare sconsiderata.

La strategia di Mazepin è chiara, ovvero sondare tutte le opportunità offerte dal mercato mettendo sul piatto la sua offerta, poi tirerà le somme.

La scelta numero 1 resta ancora la Haas, ma il russo sta considerando ogni opzione.

Un posto in Formula 2 è ovviamente sempre disponibile, ma la determinazione con cui è entrato sul mercato fa intuire che i piani prevedono uno sbarco nel Circus nel 2021. Prima come pilota, ma con un occhio sempre molto attento alla possibilità di rilevare un team (o una quota consistente) qualora si presentasse una possibilità allettante.

condivisioni
commenti
Piste nuove: le restrizioni COVID complicano la preparazione
Articolo precedente

Piste nuove: le restrizioni COVID complicano la preparazione

Prossimo Articolo

Imola: ecco il protocollo "a petali" per il GP d'Emilia Romagna

Imola: ecco il protocollo "a petali" per il GP d'Emilia Romagna
Carica commenti
Video | Ceccarelli: “I piloti a Jeddah non avevano alcuna paura” Prime

Video | Ceccarelli: “I piloti a Jeddah non avevano alcuna paura”

Insieme a Franco Nugnes ed al dottor Riccardo Ceccarelli andiamo ad analizzare quanto successo in occasione dell'ultimo GP di Formula 1 a Jeddah, dove i piloti si sono dimostrati più forti della paura

Video F1 | Lewis e Max mostrano i limiti di Masi Prime

Video F1 | Lewis e Max mostrano i limiti di Masi

Michael Masi è ancora una volta protagonista di questa puntata de Il Primo degli Ultimi. Il Direttore Gara della F1 ha mostrato tutti i propri evidenti limiti nela conduzione di un infuocato GP dell'Arabia Saudita, con Hamilton e Verstappen che certamente non gli hanno reso la vita facile, ma che hanno cotribuito a mettere in mostra tutte le problematiche di un arbitro che pare sempre più inadeguato al ruolo che ricopre

Formula 1
7 dic 2021
Pagelle F1 | Minardi: "Bocciato Masi che ormai è delegittimato" Prime

Pagelle F1 | Minardi: "Bocciato Masi che ormai è delegittimato"

Nella domenica saudita a far discutere, ancora una volta, è Michael Masi. Un atteggiamento discutibile e che mette in evidenza la difficoltà nel gestire il dentro e il fuori la pista di un mondiale che si deciderà ad Abu Dhabi. Ecco l'analisi di Franco Nugnes e Gian Carlo Minardi, in questo nuovo video di Motorsport.com.

Formula 1
6 dic 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Hamilton bravo ad evitare le malizie di Max" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Hamilton bravo ad evitare le malizie di Max"

Max Verstappen e Lewis Hamilton hanno offerto uno spettacolo al limite della sportività. L'inglese, tuttavia, è stato più accorto e scaltro dell'olandese, che in un'altra epoca della F1 avrebbe rischiato grosso una volta raggiunto il parco chiuso

Formula 1
6 dic 2021
Come reagiscono i team di Formula 1 a situazioni di pressione Prime

Come reagiscono i team di Formula 1 a situazioni di pressione

OPINIONE: La pressione è tutta su Red Bull e Mercedes mentre la stagione 2021 di Formula 1 si prepara alla sua doppietta finale. Il consulente tecnico di Motorsport.com ed ex ingegnere McLaren F1 Tim Wright spiega come le rispettive squadre affronteranno quello che sarà un fattore cruciale nell'esito del campionato piloti e costruttori.

Formula 1
5 dic 2021
F1 | I benefici potenziali di perdere il titolo Costruttori Prime

F1 | I benefici potenziali di perdere il titolo Costruttori

Vincere il titolo Costruttori comporta un vantaggio da un punto di vista economico, ma con le nuove regole introdotte dalla F1 i team meglio piazzati devono scontare limitazioni in galleria del vento e al CFD.

Formula 1
5 dic 2021
Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto? Prime

Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto?

Lewis Hamilton e Valtteri Bottas monopolizzano la prima fila del Gran Premio dell'Arabia Saudita di Formula 1. Il tanto decantato super motore Mercedes, tuttavia, non ha consentito ai due il boost sperato, con Max Verstappen che sarebbe stato in pole senza l'errore nel suo ultimo crono

Formula 1
4 dic 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi"

Max Verstappen getta alle ortiche una pole position che sembrava scritta nelle stelle. L'olandese, per troppa cronica ingordigia, non si è voluto accontentare preferendo strafare nel suo ultimo tentativo cronometrato. Risultato? RB16B a muro e terza posizione sulla griglia. Cambio permettendo...

Formula 1
4 dic 2021