F1, Imola, Libere 1: due Mercedes, Leclerc è quarto

Bottas davanti a Hamilton nella prima sessione di prove libere del GP del Made in Italy e dell'Emilia Romagna: le Mercedes sembrano aver risolto i guai tecnici visti in Bahrain anche se Verstappen con la Red Bull è a 58 millesimi. Ottimo quarto Leclerc con la Ferrari ad appena due decimi. Bene anche Gasly con l'AlphaTauri che ottiene lo stesso tempo di Sainz che ha girato con un fondo modificato sulla SF21. Contatto fra Ocon e Perez, sbatte Mazepin.

F1, Imola, Libere 1: due Mercedes, Leclerc è quarto

La Formula 1 torna in Europa e sembra che si ristabliscono le solite gerarchie: alla conclusione della prima sessione di prove libere le due Mercedes W12 si sono rivelate le più veloci con le gomme soft. Valtteri Bottas con 1'16"504 ha preceduto di 41 millesimi il compagno di squadra Lewis Hamilton. Le frecce d'argento sembrano più in forma di quanto visto in Bahrain con le modifiche al diffusore portate all'Enzo e Dino Ferrari.

Ma in Emilia Romagna ci si aspetta una battaglia molto bella perché ci sono sei piloti in tre decimi e in questo gruppo di vertice ci sono anche i due della Ferrari! Alle spalle delle Mercedes c'è Max Verstappen con la Red Bull: l'olandese è staccato di appena 58 millesimi da Bottas e ha dato la sensazione di non aver espresso il suo meglio, perché il suo giro buono è stato interrotto dalla bandiera rossa causata a pochi secondi dalla fine da Nikita Mazepin, finito contro le barriere all'esterno della seconda della Rivazza dopo essere andato largo sul cordolo in uscita.

Il russo era finito nella sabbia alla stessa curva all'inizio della sessione: non prosegue bene l'apprendistato del giovane debuttante. La sessione era stata interrotta anche a 20 minuti dalla fine a causa di un contatto fra la Red Bull di Sergio Perez e l'Alpine di Esteban Ocon che era nel suo giro di rientro. Il messicano con la posteriore destra ha urtato l'anteriore sinistra dell'Alpinealla Variante Villeneuve. Le due monoposto danneggiate sono state recuperate dai carri attrezzi e il collegio dei commissari ha investigato i due piloti decidendo che non siano necessari altri provvedimenti.

Eccellente il quarto tempo di Charles Leclerc con la Ferrari: il monegasco ha avuto un problema che lo ha costretto a lungo ai box, ma quando è entrato in pista ha subito espresso il suo potenziale portando la SF21 a 232 millesimi dalla Mercedes con il tempo di 1'16"796, precedendo l'ottino PIerre Gasly con l'AlphaTauri distanziato di un decimo. Carlos Sainz è sesto con l'altra rossa avendo conseguito lo stesso tempo del francese al millesimo: 1'16"888.

Lo spagnolo ha provato un fondo con il taglio a L, mentre Leclerc ha girato in configurazione standard. La Ferrari sembra aver iniziato bene il weekend di Imola.

La sorpresa è il settimo posto di Fernando Alonso con l'Alpine: l'iberico è davanti a Lance Stroll con l'Aston Martin che sembra in ripresa con il canadese, mentre Sebastian Vettel continua a fare fatica ed è solo 14esimo.

La top ten è completata da Nicholas Latifi che ha portato la Williams al nono posto davanti a Daniel Ricciardo con la McLaren e al compagno di squadra George RUssell. Il canadese si adatta molto bene alle piste veloci, mentre l'australiano sembra in difficoltà con la McLaren. Lando Norris non è andato oltre il 13esimo posto segno che la MCL35M non sembra adattarsi a Imola.

L'Alfa Romeo è 12esima con Kimi Raikkonen e 15esima con Antonio Giovinazzi. Non ha brillato Yuki Tsunoda ultimo con la seconda AlphaTauri: il giapponese non è tornato in pista dopo un'uscita al Tamburello. Nikita Mazepin nonostante i guai e i danni è riuscito a stare davanti a Mick Schumacher di sei decimi.

Cla Pilota Telaio Giri Tempo Gap Distacco km/h
1 Finland Valtteri Bottas Mercedes 23 1'16.564     230.818
2 United Kingdom Lewis Hamilton Mercedes 25 1'16.605 0.041 0.041 230.695
3 Netherlands Max Verstappen Red Bull 21 1'16.622 0.058 0.017 230.643
4 Monaco Charles Leclerc Ferrari 13 1'16.796 0.232 0.174 230.121
5 France Pierre Gasly AlphaTauri 21 1'16.888 0.324 0.092 229.846
6 Spain Carlos Sainz Jr. Ferrari 26 1'16.888 0.324 0.000 229.846
7 Spain Fernando Alonso Alpine 23 1'17.457 0.893 0.569 228.157
8 Canada Lance Stroll Aston Martin 19 1'17.489 0.925 0.032 228.063
9 Canada Nicholas Latifi Williams 24 1'17.739 1.175 0.250 227.329
10 Australia Daniel Ricciardo McLaren 23 1'17.769 1.205 0.030 227.242
11 United Kingdom George Russell Williams 25 1'17.866 1.302 0.097 226.959
12 Finland Kimi Raikkonen Alfa Romeo 16 1'17.883 1.319 0.017 226.909
13 United Kingdom Lando Norris McLaren 16 1'17.935 1.371 0.052 226.758
14 Germany Sebastian Vettel Aston Martin 23 1'17.984 1.420 0.049 226.615
15 Italy Antonio Giovinazzi Alfa Romeo 24 1'18.058 1.494 0.074 226.400
16 Mexico Sergio Perez Red Bull 15 1'18.228 1.664 0.170 225.908
17 France Esteban Ocon Alpine 20 1'18.360 1.796 0.132 225.528
18 Russian Federation Nikita Mazepin Haas 22 1'18.823 2.259 0.463 224.203
19 Germany Mick Schumacher Haas 18 1'19.480 2.916 0.657 222.350
20 Japan Yuki Tsunoda AlphaTauri 11 1'19.781 3.217 0.301 221.511
condivisioni
commenti
LIVE Formula 1, Gran Premio dell'Emilia Romagna: Libere 1
Articolo precedente

LIVE Formula 1, Gran Premio dell'Emilia Romagna: Libere 1

Prossimo Articolo

F1: Di Resta terzo pilota di riserva della McLaren

F1: Di Resta terzo pilota di riserva della McLaren
Carica commenti
Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo Prime

Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo

Negli ultimi due appuntamenti la Red Bull ha subìto la superiorità Mercedes, ma il team di Milton Keynes è sembrato non riuscire a sfruttare appieno il potenziale della RB16B. A Jeddah e Abu Dhabi sarà fondamentale non commettere gli stessi errori.

La top 10 delle Williams più famose della storia Prime

La top 10 delle Williams più famose della storia

Williams è una delle squadre più leggendarie della Formula 1, in cui ha una storia ricchissima. Come tributo a Sir Frank Williams, tristemente scomparso all’età di 79 anni, Motorsport ripercorre la storia del marchio attraverso le 10 monoposto più importanti.

Formula 1
29 nov 2021
Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi Prime

Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi

Il tempismo al limite delle capacità umane in cui i meccanici di Formula 1 riescono a completare un pit stop è uno degli aspetti più interessanti del circus iridato. Ecco come si arriva a tali risultati

Formula 1
29 nov 2021
La forza mentale che ha spinto Kubica al ritorno in F1 Prime

La forza mentale che ha spinto Kubica al ritorno in F1

Una forza mentale incredibile. Questo è quello che appare ascoltando il racconto di Robert Kubica a Ben Anderson sulle sfide che ha dovuto affrontare per tornare al volante di una monoposto di F1.

Formula 1
28 nov 2021
Cosa sono e come nascono le strategie in Formula 1 Prime

Cosa sono e come nascono le strategie in Formula 1

Si fa presto a criticare una strategia stando comodamente sul proprio divano, lontano dallo stress di un muretto box in gara. Ecco come nascono e come vengono studiate le strategie di Formula 1, con parametri incredibili che non lasciano davvero nulla al caso

Formula 1
28 nov 2021
Video F1 | Verstappen, quante occasioni perse! Prime

Video F1 | Verstappen, quante occasioni perse!

In questo nuovo video di Motorsport.com, andiamo ad analizzare le occasioni perse di Max Verstappen nel combattutissimo duello contro Lewis Hamilton nel mondiale 2021. Forse, senza di quelle, avremmo già un campione del mondo?

Formula 1
27 nov 2021
Video F1 | Hamilton, quante occasioni perse! Prime

Video F1 | Hamilton, quante occasioni perse!

Andiamo ad analizzare insieme le occasioni perse da Lewis Hamilton nel corso del mondiale 2021 di Formula 1. In questo video, riassumiamo gli errori dell'inglese durante l'anno e le occasioni nelle quali ha performato al di sotto delle sue potenzialità, ottenendo risultati che alla fine dell'ultimo GP potrebbero decretarne la sconfitta iridata

Formula 1
26 nov 2021
F1 | Ceccarelli: "Alonso si sente integro e vuole dimostrarlo" Prime

F1 | Ceccarelli: "Alonso si sente integro e vuole dimostrarlo"

In questa nuova puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e il Dott. Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine analizzano la figura del "giovanotto" Fernando Alonso, reo di aver conquistato un podio in Formula 1 dopo sette anni. Eppure, nonostante l'età, ha ancora tanta voglia di dimostrare il suo valore...

Formula 1
24 nov 2021