Alonso: "Sorpreso dalla Haas? No, è una replica della Ferrari!"

Lo spagnolo della McLaren ha chiuso le FP2 con l'ottavo tempo pagando un gap di quasi mezzo secondo dalla monoposto di Grosjean. Fernando non si è detto sorpreso dai tempi della Haas dato che la vettura è una replica della Ferrari del 2017.

Romain Grosjean ha concluso il venerdì di Libere a Melbourne con il sesto riferimento cronometrico con un vantaggio di mezzo secondo sulla prima McLaren presente in classifica, quella condotta da Fernando Alonso oggi ottavo.

Da quando ha esordito in Formula 1, il team Haas ha usufruito di una stretta partnership tecnica con la Ferrari e Gunther Steiner ha evidenziato, già nel corso dei test invernali, come le vetture della scuderia americana stiano usando molte componenti del team di Maranello.

Quando è stato a Fernando Alonso se sia rimasto impressionato dalle performance mostrate proprio dalla Haas in questo primo venerdì stagionale, lo spagnolo è stato deciso: "Assolutamente no".

"La Haas è una replica della Ferrari del 2017, e lo scorso anno la Ferrari ha vinto su questo tracciato" ha proseguito il pilota della McLaren.

"E' subito sembrata una vettura molto veloce e credo che possa essere subito alle spalle dei tre top team. Sarà un avversario ostico, soprattutto nelle prime gare e nella prima metà di stagione. Noi dovremo cercare di stare vicino a loro ed approfittare di ogni occasione che si presenterà".

Anche Carlos Sainz, oggi undicesimo con un ritardo di 190 millesimi da Alonso, si è detto per nulla sorpreso dalle performance della monoposto americana: "Sono stati molto veloci nel corso dei test invernali e li abbiamo sempre tenuti d'occhio proprio per le loro prestazioni".

"Sfortunatamente sembra che abbiano fatto il miglior progresso del gruppo di metà classifica, ma spero che riusciremo a recuperare in fretta questo svantaggio nei loro confronti".

Il crono di 1'24''648 ha consentito a Grosjean di essere il primo degli inseguitori in sesta posizione, proprio alle spalle dei due ferraristi Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen, riuscendo anche a precedere Daniel Ricciardo. L'australiano, tuttavia, ha dovuto alzare il piede quando stava provando un giro veloce e non è riuscito a migliorare la propria performance.

Anche Sebastian Vettel si è unito al coro dei piloti che si sono detti non sorpresi dalle prestazioni della "ferrarina" affermando comunque come sia ancora troppo presto per sbilanciarsi.

"La Haas ha fatto una ottima impressione a Barcellona ed oggi, anche se in un solo giro, ha confermato quanto visto" ha aggiunto il tedesco.

"Ad ogni modo credo che dobbiamo aspettare altre piste. Melbourne, infatti, è un circuito particolare e se non sei al 100% con la macchina possono accadere molte cose".

"Non mi voglio sbilanciare nemmeno sulla McLaren. Non sono riusciti a percorrere molti giri nel corso dei test, quindi è difficile giudicare dove si trovino al momento".

Chi crede che le performance odierne mostrate da Grosjean siano indicative del salto di qualità compiuto dalla Haas è Daniel Ricciardo: "Tutti sanno che Mercedes, Red Bull e Ferrari sono i team più veloci, quindi l'interrogativo principale è capire chi possa essere la quarta forza".

"Sembra che questa sia proprio la Haas. Sono stati molto veloci in occasione dei test ed oggi Grosjean ha confermato il potenziale visto a Barcellona lo scorso mese".

Informazioni aggiuntive di Adam Cooper and Erwin Jaeggi 

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento GP Australia
Sub-evento Venerdì, prove libere 2
Circuito Melbourne Grand Prix Circuit
Piloti Fernando Alonso , Romain Grosjean
Team Haas F1 Team
Articolo di tipo Intervista