Ricciardo è frustrato per la sconfitta nel GP di Spagna

condivisioni
commenti
Ricciardo è frustrato per la sconfitta nel GP di Spagna
Jonathan Noble
Di: Jonathan Noble
Tradotto da: Franco Nugnes
20 mag 2016, 14:16

Ricciardo è contento per il ritorno della Red Bull Racing al successo con Verstappen, ma ancora patisce il fatto di essere stato battuto dal compagno di squadra per una scelta tattica della squadra: "Non sarà facile cancellare questa sensazione".

Il vincitore Max Verstappen, Red Bull Racing, festeggia nel parco chiuso con il compagno di squadra
Daniel Ricciardo, Red Bull Racing RB12 pits late in the race with a puncture
Daniel Ricciardo, Red Bull Racing
Daniel Ricciardo, Red Bull Racing RB12 e Sebastian Vettel, Ferrari SF16-H
Daniel Ricciardo, Red Bull Racing RB12 e Sebastian Vettel, Ferrari SF16-H
Daniel Ricciardo, Red Bull Racing RB12 e Sebastian Vettel, Ferrari SF16-H
Daniel Ricciardo, Red Bull Racing RB12 e Sebastian Vettel, Ferrari SF16-H
Daniel Ricciardo, Red Bull Racing, ai box

Daniel Ricciardo ha ammesso che non è stato facile per lui far passare la delusione di aver perso il Gran Premio di Spagna. L’australiano ha capito mentre era in corsa che la tattiva di tre soste che gli era stata riservata dalla Red Bull Racing non era vincente rispetto a quella a due soste del compagno di squadra, Max Verstappen.

Mentre il 18enne olandese festeggiava una sensazionale prima vittoria al debutto con la RB12, Ricciardo si è dovuto accontentare di un deludente quarto posto: Daniel, infatti, dopo la corsa ha messo in discussione le scelte della squadra di Milton Keynes.

In un video della Red Bull che anticipa il Gran Premio di Monaco, Ricciardo ha ammesso che ancora venerdì gli era ancora difficile venire a patti con quello che era successo.

"Credo che l'esito della gara sia stato frustrante - ha detto Daniel – E non sarà facile andare avanti, ma lo dovrò fare assolutamente. Per un paio di giorni mi sono svegliato pensando alla gara esattamente come quando ero andato a dormire. Credo che ci voglia un po’ di tempo

"E poi penso che nelle ultime tre gare non sono riuscito a raccogliere il risultato che meritavamo. C’è sempre stato qualcosa che non mi ha permesso di esprimere il mio meglio, ma bisogna voltare pagina guardare avanti”.

Spirito di squadra

Ricciardo si è dichiarato felice per il ritorno al successo della Red Bull in F.1, ma non ha potuto cancellare la delusione personale per non essersi trovato in cima alla classifica.

"Così è dura - ha detto -. Una parte di me era felice per il successo della squadra che torna ed essere molto motivata. Questo è molto positivo perché spinge il team a dare di più“.

"Da un punto di vista personale, invece, è molto frustrante. Così è dura. Certo è uno sport di squadra, ma si corre per sé. Trovare un equilibrio diventa difficile".

La spinta di Verstappen

E anche se è stato battuto da Max Verstappen in Spagna, Ricciardo pensa che l'arrivo dell'olandese sarà ancora fornire solo positivi per lui.

"Max è un pilota di F.1 forte e rappresenta la nuova realtà. Rappresenta uno stimolo in più per fare bene: quando sono arrivato alla Red Bull ho trovato Seb [Vettel] e sapevo che devo lottare contro i migliori e sfidare me stesso. E ora è Max che rappresenta la nuova sfida. Lui è un grande. Alla fine credo che sia un bene che abbia vinto subito, perché se riuscirò a batterlo , sarà positivo per me e, probabilmente, per entrambe le nostre carriere".

Prossimo articolo Formula 1
La Ferrari non controlla l'aumento della pressione delle gomme

Articolo precedente

La Ferrari non controlla l'aumento della pressione delle gomme

Prossimo Articolo

GP di Monaco: nel tunnel si perde il 25% del carico aerodinamico!

GP di Monaco: nel tunnel si perde il 25% del carico aerodinamico!
Carica commenti