La FIA modifica la classifica di Budapest in attesa dell'appello di Vettel

La FIA ha modificato la classifica finale del Gran Premio d'Ungheria di Formula 1 in seguito all'intrigo sulla seconda posizione di Sebastian Vettel.

La FIA modifica la classifica di Budapest in attesa dell'appello di Vettel

Le verifiche post-gara hanno rilevato che l'Aston Martin di Vettel non aveva il minimo di un litro di carburante che la FIA impone per i suoi controlli di analisi.

Poiché la mancanza della quantità minima di carburante è una violazione del regolamento tecnico, Vettel è stato squalificato dal suo secondo posto alle spalle dell'Alpine di Esteban Ocon.

Quasi immediatamente dopo l'esclusione, il team Aston Martin ha annunciato che intendeva appellarsi alla decisione della FIA in quanto riteneva che l'auto avesse abbastanza carburante a bordo per rispettare il regolamento.

Leggi anche:

Il team sospetta che un problema alla pompa abbia causato l'arresto di Vettel in pista durante il suo giro di rientro, quindi crede che questo potrebbe anche spiegare perché il carburante non era nel serbatoio principale.

L'Aston Martin sostiene quindi che è solo una questione di far uscire il carburante dalle aree in cui è finito.

Il team principal Otmar Szafnauer ha detto: "Secondo tutti i nostri calcoli, ci dovrebbero essere ancora 1,44 litri di carburante rimasti nell'auto dopo il prelievo del campione di 300 millilitri.

"E dobbiamo solo mostrare alla FIA che è lì dentro, e 300 millilitri sono sufficienti per il loro campione di carburante. E questa sarà la base del ricorso".

Per ora, la FIA ha sequestrato la macchina di Vettel mentre il processo di appello è in corso e sarà trasportata alla struttura tecnica della Federazione in Francia.

Nonostante la squalifica, i risultati ufficiali della FIA del GP d'Ungheria vedono ancora Vettel al secondo posto, con una nota che sottolinea che è in attesa di appello.

Sebastian Vettel, Aston Martin

Sebastian Vettel, Aston Martin

Photo by: Glenn Dunbar / Motorsport Images

L'inclusione di Vettel al secondo posto ha suscitato un certo interesse perché sembrava essere una rottura con la tradizione, con le auto squalificate che normalmente sono escluse dalla classifica finale anche quando sono in corso gli appelli.

Ora sembra che più che ad un cambiamento di procedure, l'inclusione di Vettel nella classifica finale originale e nei punti sia stata dovuta ad un errore amministrativo.

I documenti rivisti inviati dalla FIA lunedì pomeriggio hanno rimosso Vettel dai risultati in base all'esito di un eventuale ricorso - con Lewis Hamilton che passa al secondo posto e Carlos Sainz al terzo.

Una nota nei documenti dice: "La classifica è provvisoria, soggetta all'esito dell'appello presentato da Aston Martin Cognizant F1 Team contro la decisione 59 dei commissari sportivi".

Gran Premio d'Ungheria - Classifica finale

Cla Pilota Telaio Gap
1 France Esteban Ocon
Alpine
Germany Sebastian Vettel
Aston Martin 1.859
2 United Kingdom Lewis Hamilton
Mercedes 2.736
3 Spain Carlos Sainz Jr.
Ferrari 15.018
4 Spain Fernando Alonso
Alpine 15.651
5 France Pierre Gasly
AlphaTauri 1'03.614
6 Japan Yuki Tsunoda
AlphaTauri 1'15.803
7 Canada Nicholas Latifi
Williams 1'17.910
8 United Kingdom George Russell
Williams 1'19.094
9 Netherlands Max Verstappen
Red Bull 1'20.244
10 Finland Kimi Raikkonen
Alfa Romeo 1 Lap
11 Australia Daniel Ricciardo
McLaren 1 Lap
12 Germany Mick Schumacher
Haas 1 Lap
13 Italy Antonio Giovinazzi
Alfa Romeo 1 Lap
Russian Federation Nikita Mazepin
Haas 67 Laps
United Kingdom Lando Norris
McLaren 68 Laps
Finland Valtteri Bottas
Mercedes
Mexico Sergio Perez
Red Bull
Monaco Charles Leclerc
Ferrari
Canada Lance Stroll
Aston Martin
condivisioni
commenti
GP d'Ungheria: Hamilton, rimonta da leader del mondiale

Articolo precedente

GP d'Ungheria: Hamilton, rimonta da leader del mondiale

Prossimo Articolo

F1, Red Bull: Honda tenterà di recuperare il motore 2 di Max

F1, Red Bull: Honda tenterà di recuperare il motore 2 di Max
Carica commenti
Piola: "Mercedes vuole fare la differenza a Sochi " Prime

Piola: "Mercedes vuole fare la differenza a Sochi "

Andiamo ad analizzare le soluzioni tecniche che hanno esordito nel venerdì di Prove Libere del Gran Premio di Russia, commentandole in maniera dettagliata in compagnia di Franco Nugnes e Giorgio Piola

Bobbi: "Bottas più efficace di Lewis in frenata" Prime

Bobbi: "Bottas più efficace di Lewis in frenata"

Andiamo ad analizzare il venerdì di prove libere del Gran Premio di Russia di Formula 1 in compagnia di Matteo Bobbi e Marco Congiu in questa nuova puntata del podcast Piloti Top Secret. In quella che è da sempre un feudo Mercedes, Valtteri Bottas brilla conquistando il miglior crono in entrambe le sessioni

Hakkinen: ecco come il finlandese è sbocciato alla Lotus Prime

Hakkinen: ecco come il finlandese è sbocciato alla Lotus

Nel 1991, mentre Michael Schumacher debuttava in F1 al volante di una Jordan competitiva, Hakkinen faceva il suo esordio alla guida di una Lotus ormai in declino. Mark Gallagher ricorda come il finlandese riuscì ugualmente ad impressionare il paddock.

Formula 1
22 set 2021
Ceccarelli: “A Sochi aspettiamoci un’altra ruotata” Prime

Ceccarelli: “A Sochi aspettiamoci un’altra ruotata”

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina firmato Doctor F1. In questa puntata, Franco Nugnes ed il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine ci parlano di come l'asticella della tensione sia orma alta tra Hamilton e Verstappen alla luce di quanto successo a Monza. Ed in quel di Sochi, è più che lecito attendersi un altro capitolo del duello.

Formula 1
22 set 2021
BRM P201: una vettura sorprendente dal potenziale sprecato Prime

BRM P201: una vettura sorprendente dal potenziale sprecato

Nonostante un podio ottenuto al debutto, la BRM P201 non è mai più riuscita a replicare questo risultato ed ha vanificato tutto il potenziale inespresso.

Formula 1
21 set 2021
Ferrari: sul motore Superfast prestazioni più di affidabilità Prime

Ferrari: sul motore Superfast prestazioni più di affidabilità

La power unit del prossimo anno sembra che risponda ai target di potenza cercati da Zimmermann per colmare il gap dal motore Mercedes, mentre c'è ancora del lavoro da fare sul fronte dell'affidabilità. A Maranello hanno deciso di prendere dei rischi, portando in pista soluzioni innovative che accusano ancora dei problemi di gioventù. Ma c'è tempo per raggiungere i target di durata.

Formula 1
18 set 2021
F1: Zhou in Alfa Romeo sarebbe un boomerang per Alpine? Prime

F1: Zhou in Alfa Romeo sarebbe un boomerang per Alpine?

Il cinese sembra ormai vicino a prendere il posto di Antonio Giovinazzi in Alfa Romeo, ma il suo arrivo in F1 potrebbe rivelarsi un boomerang per la Academy Alpine che ne ha sostenuto la carriera negli ultimi anni.

Formula 1
18 set 2021
Ferrari: ecco le differenze tra SF1000 ed SF21 Prime

Ferrari: ecco le differenze tra SF1000 ed SF21

Andiamo a conoscere nel dettaglio le differenze tra la SF21 e la SF1000, grazie alle quali la Rossa è tornata nelle parti alte della classifica

Formula 1
18 set 2021