Formula 1
G
GP del Portogallo
02 mag
Gara in
21 giorni
09 mag
Prossimo evento tra
24 giorni
G
GP del Canada
13 giu
Gara in
63 giorni
G
GP di Francia
27 giu
Gara in
77 giorni
04 lug
Prossimo evento tra
80 giorni
G
GP di Gran Bretagna
18 lug
Gara in
98 giorni
G
GP d'Ungheria
01 ago
Gara in
112 giorni
G
GP del Belgio
29 ago
Gara in
140 giorni
05 set
Gara in
147 giorni
12 set
Gara in
154 giorni
G
GP della Russia
26 set
Gara in
168 giorni
G
GP di Singapore
03 ott
Prossimo evento tra
171 giorni
G
GP del Giappone
10 ott
Gara in
181 giorni
G
GP degli Stati Uniti
24 ott
Race in
196 giorni
G
GP del Messico
31 ott
Gara in
203 giorni
G
GP di Abu Dhabi
12 dic
Gara in
245 giorni

Ferrari SF1000: Vettel sente più grip, per Leclerc è drag

La fase di apprendimento della SF1000 si è conclusa: da domani la Ferrari comincerà a puntare alle prestazioni. Binotto ha rivelato che il motore spedito a Maranello la scorsa settimana per la fascetta rotta del condotto di lubrificazione è stato rimontato oggi sulla Rossa perché era stato evitato il cedimento.

Ferrari SF1000: Vettel sente più grip, per Leclerc è drag

Sebastian Vettel decimo, Charles Leclerc tredicesimo. 164 giri percorsi, ma con sei decimi di ritardo da Red Bull e Mercedes nonostante una mescola di vantaggio: 1’18”1 per Vettel con le C3, 1’17”5 per Hamilton e Albon con le C2.

Nella sessione pomeridiana i riferimenti sono saltati a causa di un vento intenso che ha infastidito non poco i piloti in pista.

“Solo nell’ultima mezz’ora abbiamo avuto un po' di tregua – ha confermato Leclerc – e solo nel run conclusivo ho avuto modo di sentire meglio la vettura”.

La Ferrari è arrivata alla fine del programma di studio della monoposto, come annunciato ieri alla vigilia del secondo test di Montmelò, e da domani passerà all’ottimizzazione del setup e di conseguenza alla ricerca della performance.

Ci siamo, verrebbe da dire, vista la curiosità maturata giorno dopo giorno a Barcellona sul potenziale della SF1000. I piloti sono cautamente ottimisti, ovvero evidenziano i fronti in cui la monoposto ha confermato dei passi avanti (rispetto alla macchina 2019) ma sono ancora vaghi sul resto.

“In curva va meglio – conferma Leclerc spiegando pro e contro di questa vettura ai primi passi – si sente il maggior carico aerodinamico. Poi ci sarà da ottimizzare il setup, ridurre il drag e vedere dove arriviamo”.

Le impressioni del monegasco sono state confermate anche da Vettel: “Sentiamo il carico in curva, alla 3 e alla 9 mi sento molto a mio agio. In generale si sente anche un buon grip, la trazione è buona, ma stiamo pagando un po' sui rettilinei. Una questione di equilibrio generale, ma fa parte anche del lavoro che normalmente si svolge ai test”.

Come detto, da domani la Ferrari (in pista con il solo Vettel) inizierà a spingere. Non sono sole le simulazioni di qualifica ad essere attese, ma anche quei long-run che esaltano sempre più la resa della Mercedes.

Sembra quasi la prima qualifica della stagione, quella che attende la rossa nei prossimi giorni, ed i presupposti ci sono tutti. Dopo quattro giorni in cui la terza forza in campo si è confermata la Racing Point, è ora di scoprire (almeno un po') le carte, e fugare i dubbi sorti intorno al progetto SF1000.

Mattia Binotto non sembra allarmato, anzi, il team principal della Ferrari ha l’approccio di chi si aspetta qualcosa in grado di rispondere a tante domande, e ha tranquillizzato soprattutto sul fronte power unit: “Il problema avuto la scorsa settimana è stato dovuto ad un piccolo dettaglio, che abbiamo sostituito (e modificato per il futuro) riuscendo poi a rimontare lo stesso motore sulla macchina”.

L’affidabilità nel box rosso sembra un fronte tranquillo, ed in un giorno sono suonati ancora campanelli d’allarme in casa Mercedes (terzo problema su power unit) non è un verdetto da trascurare.

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
1/20

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF1000

Charles Leclerc, Ferrari SF1000
2/20

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF1000

Charles Leclerc, Ferrari SF1000
3/20

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF1000

Charles Leclerc, Ferrari SF1000
4/20

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF1000

Charles Leclerc, Ferrari SF1000
5/20

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF1000

Charles Leclerc, Ferrari SF1000
6/20

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF1000

Charles Leclerc, Ferrari SF1000
7/20

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari

Charles Leclerc, Ferrari
8/20

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari

Sebastian Vettel, Ferrari
9/20

Foto di: Giorgio Piola

Sebastian Vettel, Ferrari

Sebastian Vettel, Ferrari
10/20

Foto di: Franco Nugnes

Sebastian Vettel, Ferrari nel garage

Sebastian Vettel, Ferrari nel garage
11/20

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Mattia Binotto, Team Principal Ferrari, e Sebastien Vettel, Ferrari

Mattia Binotto, Team Principal Ferrari, e Sebastien Vettel, Ferrari
12/20

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
13/20

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari

Sebastian Vettel, Ferrari
14/20

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Norbert Vettel nel garage della Ferrari

Norbert Vettel nel garage della Ferrari
15/20

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Sebastien Vettel, Ferrari SF1000

Sebastien Vettel, Ferrari SF1000
16/20

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
17/20

Foto di: Giorgio Piola

Sebastien Vettel, Ferrari SF1000

Sebastien Vettel, Ferrari SF1000
18/20

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari

Sebastian Vettel, Ferrari
19/20

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
20/20

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Kubica: il miglior tempo che la F1 non deve dimenticare

Articolo precedente

Kubica: il miglior tempo che la F1 non deve dimenticare

Prossimo Articolo

Test 2 Barcellona, Giorno 2: Vettel tutto il giorno sulla Ferrari

Test 2 Barcellona, Giorno 2: Vettel tutto il giorno sulla Ferrari
Carica commenti
Mercedes: il limite allo sviluppo può diventare un incubo Prime

Mercedes: il limite allo sviluppo può diventare un incubo

La Mercedes è andata via dal Bahrain con la consapevolezza di non avere tra le mani la monoposto di riferimento in griglia, e i limiti allo sviluppo potrebbero trasformare questa stagione in un incubo.

Jacques Villeneuve, cinquant'anni...mondiali Prime

Jacques Villeneuve, cinquant'anni...mondiali

Il 9 aprile del 1971 nasce Jacques Villeneuve, Campione del Mondo di Formula 1 1997. Andiamo a rivivere i suoi primi due anni nella massima serie, quelli che lo hanno accompagnato ad entrare nell'elenco delle leggende del Motorsport...

Formula 1
9 apr 2021
Basso Rake: come i regolamenti hanno "penalizzato" la W12 Prime

Basso Rake: come i regolamenti hanno "penalizzato" la W12

Andiamo a scoprire ed analizzare come le modifiche regolamentari al fondo ed al pavimento delle monoposto abbiano influito negativamente sulle performance della Mercedes W12, nonostante la vettura abbia vinto con Lewis Hamilton la gara di apertura in Bahrain

Formula 1
8 apr 2021
Mercedes: il basso rake non funziona o è questione di... fondo? Prime

Mercedes: il basso rake non funziona o è questione di... fondo?

La squadra campione del mondo ha vinto con Hamilton il primo GP 2021, ma è indubbio che la W12 non ha dato l'impressione di essere stata la monoposto più competitiva in Bahrain. Anche l'Aston Martin è parsa sotto tono dopo il cambio delle norme aerodinamiche: i tecnici hanno parlato di particolari difficoltà con l'assetto Rake, mentre la sensazione è che i problemi stiano altrove.

Formula 1
7 apr 2021
Ceccarelli: “Quando i piloti di F1 non curavano la preparazione” Prime

Ceccarelli: “Quando i piloti di F1 non curavano la preparazione”

Torna la rubrica del mercoledì mattina di Motorsport.com. In compagnia del Direttore Franco Nugnes e del Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine, in questa puntata di Doctor F1 andiamo a conoscere i segreti dietro la preparazione atletica richiesta a ciascun pilota di Formula 1

Formula 1
7 apr 2021
Piola: "Le F1 2021 giuste le vedremo a Barcellona" Prime

Piola: "Le F1 2021 giuste le vedremo a Barcellona"

Ancora un po' di pazienza e la F1 torna in pista. Nell'attesa del weekend di Imola, andiamo ad analizzare i possibili scenari futuri al netto di quanto visto al GP del Bahrain, in compagnia di Franco Nugnes e Giorgio Piola

Formula 1
5 apr 2021
Hakkinen: perché si chiama "finlandese volante"? Prime

Hakkinen: perché si chiama "finlandese volante"?

Andiamo a scoprire tutti i retroscena legati al soprannome "finlandese volante" attribuito a Mika Hakkinen in questo racconto a firma Mark Sutton, celeberrimo fotografo al seguito della F1

Formula 1
5 apr 2021
Ferrari: Imola chiama, ma la SF21 è pronta a rispondere? Prime

Ferrari: Imola chiama, ma la SF21 è pronta a rispondere?

La Scuderia ha lasciato il Bahrain con un sesto e ottavo posto: un risultato non brillante, anche se i dati emersi a Sakhir dicono che la Rossa ha fatto un salto di qualità rispetto allo scorso anno. Si è trattato di un episodio, oppure la SF21 è in grado di crescere anche a Imola, tracciato che esalta il carico più che l'efficienbza aerodinamica? Andiamo a scoprire qual è lo scenario al quale ci dobbiamo preparare...

Formula 1
3 apr 2021