F1 | Williams: Albon è a Singapore, ma c'è anche De Vries

Il pilota anglo-thailandese è volata alla volta di Singapore dopo l'intervento chirurgico che lo ha costretto a saltare il GP d'Italia a causa dell'appendicite. Alexander ha avuto due settimane di tempo per recuperare una buona condizione, dopo essere finito in terapia intensiva, e la squadra di Grove lo valuterà venerdì nelle prove libere. Siccome Marina Bay è la pista del mondiale più impegnativa dal lato fisico per i piloti, è stato convocato anche Nyck De Vries.

F1 | Williams: Albon è a Singapore, ma c'è anche De Vries
Carica lettore audio

Le due settimane di pausa tra Monza e Singapore sono state provvidenziali per Alexander Albon. L’improvviso attacco di appendicite che ha bloccato il pilota della Williams alla vigilia del Gran Premio d’Italia sembra essere ormai alle spalle, e la conferma arriva dalla partenza di Albon alla volta di Singapore.

Come misura cautelativa la Williams ha convocato anche Nyck De Vries, andato anch’egli nella capitale asiatica pronto ad essere operativo, se necessario, nel weekend di Marina Bay.

Alex Albon, Williams FW44

Alex Albon, Williams FW44

Photo by: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Le ultime riserve in merito allo stato di forma di Albon sono state sciolte quest'oggi quando il team inglese ha confermato la presenza di Alexander alla guida della monoposto numero 23.

"Innanzitutto, vorrei ringraziare tutti per i messaggi e il sostegno ricevuti durante il weekend del Gran Premio d'Italia", ha dichiarato Albon.

"La mia preparazione per Singapore è stata un po' diversa dal solito, ma mi sento bene e ho fatto tutto il possibile per prepararmi a una delle gare più fisiche del calendario. Non sto sottovalutando la grande sfida che sarà, ma non vedo l'ora di scendere in pista venerdì per tornare a guidare".

"È uno splendido circuito cittadino ed è la gara più vicina a casa per me in Tailandia, quindi sono davvero entusiasta di essere qui e di vedere i tifosi che sono accorsi".

Dopo le complicazioni legate all’anestesia, sorte durante l’intervento chirurgico a cui il pilota della Williams è stato sottoposto presso l’ospedale San Gerardo di Monza, è stato necessario un periodo in terapia intensiva che non era ovviamente nei piani.

Il martedì successivo alla gara monzese Albon è stato dimesso, ed ha iniziato il programma di recupero insieme al preparatore Patrick Harding con l’obiettivo di essere pronto in vista di Singapore, ovvero la gara fisicamente più impegnativa dell’intera stagione di Formula 1.

Nyck de Vries, Williams FW44, sarà a Marina Bay come riserva di Albon: non si sa mai...

Nyck de Vries, Williams FW44, sarà a Marina Bay come riserva di Albon: non si sa mai...

Photo by: Williams

De Vries sarà ancora una volta a disposizione come riserva, nel caso in cui Albon non sia in grado di proseguire il weekend.

Il responsabile delle prestazioni del veicolo, Dave Robson, si aspetta una gara più complessa per la Williams sulle strade di Singapore dopo le buone performance mostrate si a Spa-Francorchamps che a Monza.

"Come squadra ci siamo goduti la fine della stagione europea. La FW44 che si è comportata bene a Spa e a Monza e Nyck de Vries che ha dimostrato di essere un valido sostituto di Alex".

"Ora ci concentriamo su Singapore e ci aspettiamo un fine settimana più impegnativo, ma sappiamo anche che un circuito cittadino come quello di Singapore può offrire l'opportunità di fare bene e cercheremo di massimizzare queste possibilità".

 

Leggi anche:
condivisioni
commenti
F1 | Red Bull: Singapore è la prova del nove sui freni
Articolo precedente

F1 | Red Bull: Singapore è la prova del nove sui freni

Prossimo Articolo

F1 | Zhou: "Mai dubitato del rinnovo con Alfa Romeo"

F1 | Zhou: "Mai dubitato del rinnovo con Alfa Romeo"