F1 Spa, Libere 2: nessuno sta in scia a Leclerc!

condivisioni
commenti
F1 Spa, Libere 2: nessuno sta in scia a Leclerc!
Di:
30 ago 2019, 14:35

Le Ferrari dominano la seconda sessione di prove libere del GP del Belgio con Charles che rifila sei decimi a Vettel. Le Mercedes inseguono a otto decimi, ma nel passo gara sono le più veloci. Perez quinto con la Racing Point rompe il motore a fine long run. Bene Raikkonen settimo.

La Ferrari impressiona, ma nessuno riesce a stare in scia a Charles Leclerc. Nella seconda sessione di prove libere del GP del Belgio il 21enne ha rifilato oltre sei decimi al compagno di squadra Sebastian Vettel. Il giovane monegasco ha ottenuto un ottimo 1'44"123 nella simulazione della qualifica con gomme soft.

Anche se la pista di Spa non è ancora gommata (il miglior tempo è peggiore di un paio di decimi rispetto allo scorso anno) e sull'asfalto c'erano 40 gradi di temperatura, Charles ha fatto una grande differenza (quattro decimi) solo nel primo tratto della pista potento sfruttare una scia all'uscita del Raidillon.

Sebastian Vettel è arrivato a 1'44"753 commettendo un piccolo errore all'ultima chicane che ha determinato un bloccaggio in frenata: il tedesco, quindi, non ha fatto il suo giro perfetto, ma ciononostante è secondo nella tabella dei tempi, segno che la Ferrari è tornata dalle vacanze in gran forma lasciando la concorrenza a una distanza maggiore del previsto.

Rispetto alla prima sessione del mattino, quando erano state le Red Bull a inseguire le Rosse, sono tornate alla ribalta le due Mercedes con Valtteri Bottas, terzo davanti di appena 46 millesimi su Lewis Hamilton. Il finlandese, però, ha pagato con 1'44"969 un distacco di oltre otto decimi dalla Ferrari sul giro secco. Il penta-campione, invece, non è parso a suo agio e si è anche fermato ai box per sostituire il casco a causa di uno spiffero che gli faceva andare aria negli occhi.

Se la Ferrari ha impressionato a serbatoio vuoto, la Mercedes ha colpito nel passo gara decisamente più consistente della SF90 che, specie con Vettel, non ha impressionato, facendo peggio anche della Red Bull. Va detto che le previsioni meteo dicono che domenica ci sarà una temperatura di una decina di gradi più bassa rispetto a oggi, per cui non è da escludere che la Rossa possa soffrire di meno.

Ma la sorpresa del pomeriggio è stato Sergio Perez che con la Racing Point si è portato a una strepitosa quinta posizione, ad un decimo soltanto dalla Mercedes di Lewis Hamilton. Il messicano che dispone del nuovo motore Phase 3 e del muso appena omologato senza le "narici" si è messo alle spalle un Max Verstappen che si è lamentato spesso via radio del motore Honda. Non deve quindi sorprendere che l'olandese abbia rimediato un distacco di 1"271, mentre in mattinata la monoposto di Milton Keynes era quella più vicina alle Rosse.

Perez, velocissimo anche con il pieno di benzina, non ha potuto concludere la simulazione di gara dovendo parcheggiare la RP19 perché ha cominciato a fumare vistosamente, lasciando capire che potrebbe essersi rotto il nuovo propulsore! Proprio come era successo a Lance Stroll in Canada quando aveva portato al debutto il motore Phase 2.

Chi aveva dei dubbi sulle prestazoni di Kimi Raikkonen ha avuto delle risposte convincenti: il finlandese ha portato l'Alfa Romeo al settimo posto, segno che lo stiramento alla gamba lo condiziona di più a camminare (zoppica vistosamente) che a guidare la C38.

Lance Stroll conferma la ritrovata forma della Racing Point con l'ottava prestazione davanti alla Renault di Daniel Ricciardo e alla seconda Red Bull, quella di Alexander Albon. L'anglo-thailandese ha un po' ridimensionato la prestazione del mattino lasciando sei decimi a Verstappen con una RB15 non in forma.

Carlos Sainz è 11esimo con la migliore McLaren, mentre Lando Norris è 15esimo con la MCL34 dotata della sospensione anteriore con il doppio bracket che potrebbe debuttare in gara.

Romain Grosjean è 12esimo con la Haas che precede un demotivato Nico Hulkenberg scaricato dalla Renault. Daniel Kvyat con la Toro Rosso è 14esimo, mentre il nuovo compagno Pierre Gasly è solo 17esimo.

Davanti al francese c'è Antonio Giovinazzi che non ha entusismato con l'Alfa Romeo. In difficoltà Kevin Magnussen con la Haas davanti solo alle due Williams con George Russell molto avanti a Robert Kubica: ma hanno una macchina simile? Non lo crediamo...

Cla Pilota Giri Tempo Gap Distacco km/h
1 Monaco Charles Leclerc 28 1'44.123     242.159
2 Germany Sebastian Vettel 30 1'44.753 0.630 0.630 240.703
3 Finland Valtteri Bottas 28 1'44.969 0.846 0.216 240.208
4 United Kingdom Lewis Hamilton 26 1'45.015 0.892 0.046 240.102
5 Mexico Sergio Perez 25 1'45.117 0.994 0.102 239.869
6 Netherlands Max Verstappen 20 1'45.394 1.271 0.277 239.239
7 Finland Kimi Raikkonen 25 1'45.708 1.585 0.314 238.528
8 Canada Lance Stroll 21 1'45.732 1.609 0.024 238.474
9 Australia Daniel Ricciardo 26 1'45.735 1.612 0.003 238.467
10 Thailand Alexander Albon 21 1'45.771 1.648 0.036 238.386
11 Spain Carlos Sainz Jr. 28 1'45.999 1.876 0.228 237.873
12 France Romain Grosjean 21 1'46.120 1.997 0.121 237.602
13 Germany Nico Hulkenberg 26 1'46.209 2.086 0.089 237.403
14 Russian Federation Daniil Kvyat 24 1'46.214 2.091 0.005 237.392
15 United Kingdom Lando Norris 29 1'46.258 2.135 0.044 237.294
16 Italy Antonio Giovinazzi 24 1'46.328 2.205 0.070 237.137
17 France Pierre Gasly 28 1'46.374 2.251 0.046 237.035
18 Denmark Kevin Magnussen 21 1'46.399 2.276 0.025 236.979
19 United Kingdom George Russell 30 1'47.887 3.764 1.488 233.711
20 Poland Robert Kubica 32 1'48.331 4.208 0.444 232.753

 

Prossimo Articolo
LIVE F1, GP del Belgio: Libere 2

Articolo precedente

LIVE F1, GP del Belgio: Libere 2

Prossimo Articolo

Albon: "Sto cercando di capire la Red Bull, è molto diversa"

Albon: "Sto cercando di capire la Red Bull, è molto diversa"
Carica commenti