F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola
Topic

F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola

Red Bull: paratie lisce sull'ala posteriore più carica

condivisioni
commenti
Red Bull: paratie lisce sull'ala posteriore più carica
Di:
Co-autore: Giorgio Piola
20 set 2019, 08:27

La squadra di Milton Keynes nutre ambizioni importanti a Singapore: su una pista che richiede il massimo carico aerodinamico, propone sulla RB15 destinata alle prove libere di un'ala posteriore con meno incidenza della concorrenza e senza deviatori di flusso nelle paratie laterali

La Red Bull ha propositi ambiziosi a Singapore: Max Verstappen dispone a Marina Bay del motore Honda Step 4 nella speranza di inseguire la terza vittoria stagionale con la RB15, monoposto che sembraa aver risolto i problemi che l'avevano afflitta all'inizio della stagione, risultando di nuovo una macchina che riesce a produrre molto carico aerodinamico con il corpo della vettura, potendo fare a meno di ali particolarmente cariche.

Volete un esempio? Ecco l'alettone posteriore che sarà provato nelle prove libere dal team di Milton Keynes: il profilo principale è rialzato nella porzione centrale ha una corda piuttosto lunga, mentre il flap mobile è più piccolo di tanti altri e dispone di un nolder nella parte superiore. A stupire sono le paratie laterali che sono perfettamente lineari senza alcun deviatore di flusso.

Anche la T-wing è con un solo profilo per una pista che chiede il massimo carico aerodinamico: la RB15, evidentemente deve evitare che la ricerca di spinta verticale generi drag (resistenza all'avanzamento).

Red Bull Racing RB15, dettaglio dell'ala posteriore

Red Bull Racing RB15, dettaglio dell'ala posteriore

Photo by: Giorgio Piola

Mercedes AMG F1 W10, dettaglio dell'ala posteriore carica

Mercedes AMG F1 W10, dettaglio dell'ala posteriore carica

Photo by: Giorgio Piola

Qui sopra vi proponiamo un confronto dell'ala Red Bull piuttosto scarica  di Max Verstappen con quella Mercedes di Valtteri Bottas: la W10 evidenzia un flap mobile molto più grande dalla forma a doppia V, mentre le paratie laterali sono molto sfrangiate e dotate di deviatori di flusso. Anche la T-wing è a doppio profilo.

Proprio due filosofie aerodinamiche completamente diverse, perché la Red Bull sfrutta un assetto Rake esasperato, mentre la Mercedes resta quasi piatta alla ricerca di un assetto costante.

Prossimo Articolo
LIVE F1, GP di Singapore: Libere 1

Articolo precedente

LIVE F1, GP di Singapore: Libere 1

Prossimo Articolo

F1, Singapore, Libere 1: Vettel attaccato a Verstappen

F1, Singapore, Libere 1: Vettel attaccato a Verstappen
Carica commenti