F1, Paul Ricard, Libere 1: tornano le Mercedes con Bottas

Valtteri è stato il più veloce nella prima sessione di prove libere del GP di Francia con la W12 davanti all'altra freccia nera di Hamilton staccata di oltre tre decimi. Le due Red Bull sono a inseguire con Verstappen terzo e Perez quarto. In evidenza Ocon quinto con l'Alpine nella gara di casa. In difficoltà le Ferrari con Leclerc solo 11esimo, mentre Sainz è addirittura 16esimo dopo un lungo nel quale ha spiattellato un treno di soft.

F1, Paul Ricard, Libere 1: tornano le Mercedes con Bottas

Le Mercedes si riportano in vetta alla classifica con le Red Bull a inseguire staccate. Le Ferrari sono lontane. Questo è il riassunto alla conclusione della prima sessione di prove libere del GP di Francia. La novità è che davanti a tutti c'è Valtteri Bottas con il tempo di 1'33"448 ottenuto con le gomme soft. Il finlandese in questo appuntamento beneficia dell'uso del telaio n.6 che fino a Baku era di Lewis Hamilton, mentre il campione del mondo è passato alla scocca W12 n.4 dopo uno scambio deciso dal team di Brackley.

Alle spalle di Bottas c'è Hamilton che, però, è staccato di 335 millesimi dal compagno di squadra. I tempi della mattinata sono poco indicativi perché la pista del Paul Ricard rivela un grip nettamente inferiore al previsto nei tratti di nuova asfaltatura, tant'è che si sono visti tantissimi errori e testacoda dei piloti.

Ne sa qualcosa Max Verstappen che ha danneggiato il fondo con un largo sui cordoli: la Red Bull dell'olandese è terzo con un distacco di 432 millesimi dalla testa, ma è a meno di un decimo dallo sfidante nella lotta per il mondiale.

Accanto a Verstappen c'è il vincitore di Baku, Sergio Perez che è quarto, con il messicano in gran forma che ha contenuto in tre decimi il margine dal suo capitano.

La sorpresa di giornata è Esteban Ocon con l'Alpine: il francese che ha firmato il rinnovo del contratto di tre anni è il primo degli altri in 1'34"329 a otto decimi da Bottas, rifilando quattro decimi a Fernando Alonso che è comunque settimo. Fra le due A521 si è infilato Daniel Ricciardo con la McLaren.

Ottava piazza per Pierre Gasly con l'AlphaTauri davanti a Lando Norris con la McLaren e al compagno di squadra del francese, Yuki Tsunoda, subito a suo agio nonostante un testacoda a inziio sessione.

E le Ferrari? Non pervenute, almeno per ora. Charles Leclerc è rimasto fuori dalla top 10, mentre Carlos Sainz è piombato addirittura in 16esima piazza dopo un lungo nel primo giro lanciato con le gomme soft. Lo spagnolo ha spiattellato un treno di gomme all'uscita di curva 2 e poi si è dedicato a effettuare una mini simulazione con le gomme hard.

La rossa, dunque, non è quella dei circuiti cittadini, ma non è nemmeno quella che abbiamo visto in questa sessione. Sulle SF21 sono state fatte delle prove comparative con le due ali anteriori diverse a disposizione.

Antonio Giovinazzi è a ridosso della Ferrari di Leclerc con la migliore Alfa Romeo: il pugliese precede Kimi Raikkonen di appena 19 millesimi. Più indietro ci sono le due Aston Martin tornate indietro dopo l'exploit di Baku: Lance Stroll è 14esimo davanti a Sebastian Vettel, relegato nelle retrovie dopo il secondo posto in Azerbaijan.

Nicholas Latifi è 17esimo con la Williams, mentre Roy Nissany è ultimo sulla FW43B di George Russell. Nikita Mazepin ha chiuso davanti a Nick Schumacher fra le Haas, con il tedesco che è stato il primo a baciare le barriere, senza grandi danni.

Cla Pilota Telaio Giri Tempo Gap Distacco km/h
1 Finland Valtteri Bottas Mercedes 24 1'33.448     225.057
2 United Kingdom Lewis Hamilton Mercedes 21 1'33.783 0.335 0.335 224.253
3 Netherlands Max Verstappen Red Bull 23 1'33.880 0.432 0.097 224.022
4 Mexico Sergio Perez Red Bull 25 1'34.193 0.745 0.313 223.277
5 France Esteban Ocon Alpine 25 1'34.329 0.881 0.136 222.955
6 Australia Daniel Ricciardo McLaren 24 1'34.644 1.196 0.315 222.213
7 Spain Fernando Alonso Alpine 21 1'34.693 1.245 0.049 222.098
8 France Pierre Gasly AlphaTauri 20 1'34.699 1.251 0.006 222.084
9 United Kingdom Lando Norris McLaren 21 1'34.707 1.259 0.008 222.065
10 Japan Yuki Tsunoda AlphaTauri 22 1'34.847 1.399 0.140 221.738
11 Monaco Charles Leclerc Ferrari 24 1'34.950 1.502 0.103 221.497
12 Italy Antonio Giovinazzi Alfa Romeo 23 1'35.116 1.668 0.166 221.111
13 Finland Kimi Raikkonen Alfa Romeo 20 1'35.135 1.687 0.019 221.066
14 Canada Lance Stroll Aston Martin 23 1'35.275 1.827 0.140 220.742
15 Germany Sebastian Vettel Aston Martin 16 1'35.289 1.841 0.014 220.709
16 Spain Carlos Sainz Jr. Ferrari 24 1'35.342 1.894 0.053 220.586
17 Canada Nicholas Latifi Williams 22 1'35.612 2.164 0.270 219.964
18 Russian Federation Nikita Mazepin Haas 24 1'36.651 3.203 1.039 217.599
19 Germany Mick Schumacher Haas 14 1'37.329 3.881 0.678 216.083
20 Israel Roy Nissany Williams 16 1'37.881 4.433 0.552 214.864
condivisioni
commenti
Isola parteciperà al Driver Briefing per chiarire il caso gomme
Articolo precedente

Isola parteciperà al Driver Briefing per chiarire il caso gomme

Prossimo Articolo

AlphaTauri introduce una doppia "maniglia" sul fondo

AlphaTauri introduce una doppia "maniglia" sul fondo
Carica commenti
Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo"

Le Prove Libere del GP dell'Arabia Saudita ci parlano di un Lewis Hamilton e della Mercedes in forma, con Verstappen solo quarto. Ma l'errore pesante di giornata è della Ferrrari di Leclerc, che ha perso la sua SF21 in una delle tante curve veloci del tracciato di Jeddah

Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche"

Andiamo a commentare le prime prove libere del GP d'Arabia Saudita in compagnia di Giorgio Piola e Franco Nugnes. Il tracciato di Jeddah, che non spicca per selettività, si prefigura come potenzialmente ricco di safety car

Video F1 | Piola: "Jeddah ad alto rischio con ali scariche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah ad alto rischio con ali scariche"

Viviamo l'antipasto del Gran Premio dell'Arabia Saudita in compagnia di Franco Nugnes e Giorgio Piola. La prima volta della F1 a Jeddah sarà su un tracciato cittadino ultra-rapido, con medie previste superiori ai 250 km/h e con i muretti ben presenti ai bordi della pista

Formula 1
2 dic 2021
Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton Prime

Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton

Per il sette volte campione del mondo la lotta per il titolo del 2021 si sta rivelando davvero dura. Verstappen è un rivale feroce e alcuni fattori esterni hanno condizionato la rincorsa all'ottavo iride del pilota Mercedes.

Formula 1
1 dic 2021
Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica" Prime

Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica"

Un atleta è come una macchina: ogni componente deve essere perfettamente funzionante per rendere al meglio. In questa nuova puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e il Dott. Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine affrontano l'importanza dell'allenamento psico-fisico.

Formula 1
1 dic 2021
Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo Prime

Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo

Negli ultimi due appuntamenti la Red Bull ha subìto la superiorità Mercedes, ma il team di Milton Keynes è sembrato non riuscire a sfruttare appieno il potenziale della RB16B. A Jeddah e Abu Dhabi sarà fondamentale non commettere gli stessi errori.

Formula 1
30 nov 2021
La top 10 delle Williams più famose della storia Prime

La top 10 delle Williams più famose della storia

Williams è una delle squadre più leggendarie della Formula 1, in cui ha una storia ricchissima. Come tributo a Sir Frank Williams, tristemente scomparso all’età di 79 anni, Motorsport ripercorre la storia del marchio attraverso le 10 monoposto più importanti.

Formula 1
29 nov 2021
Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi Prime

Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi

Il tempismo al limite delle capacità umane in cui i meccanici di Formula 1 riescono a completare un pit stop è uno degli aspetti più interessanti del circus iridato. Ecco come si arriva a tali risultati

Formula 1
29 nov 2021