Grave errore di Giovinazzi: Antonio ha chiesto scusa

Il pilota italiano nel giro 11 del GP del Belgio è stato protagonista di un brutto incidente con l'Alfa Romeo perdendo la C39 quasi nello stesso punto dell'incidente dello scorso anno. Antonio si è subito scusato con la squadra del Biscione e con George Russell che si è dovuto ritirare con la Williams colpita da una ruota persa dalla monoposto di Hinwil.

Grave errore di Giovinazzi: Antonio ha chiesto scusa

Spa non è maledetta solo per la Ferrari. Anche Antonio Giovinazzi cercherà di dimenticare il GP del Belgio il più presto possibile. Il pugliese ha sbattuto in modo rovinoso, ripetendo il crash dell’anno scorso sulla stessa pista.

Un botto ad alta velocità nel quale ha sfasciato contro il muro la sua C39 al giro 11, compromettendo anche la gara di George Russell, costretto al ritiro perché la sua Williams è stata colpita dalla ruota posteriore sinistra dell’Alfa Romeo che gli ha divelto la sospensione anteriore.

Antonio ha esagerato per stare vicino alla Ferrari di Sebastian Vettel in quella che era la lotta per il quattordicesimo posto. Sapeva che un sorpasso sulla Rossa magari gli avrebbe acceso dei riflettori in un momento in cui la squadra del “Biscione” si dibatte in problemi simili a quelli della Scuderia, ma con un’infinità di risorse in meno.

E si è lasciato prendere la mano per stare entro il distacco di un secondo nella speranza di poter azionare il DRS e tentare l’attacco sulla SF1000 del tedesco quattro volte campione del mondo. L’Alfa Romeo, invece, andando verso Stavelot gli è partita a schiaffo sul lato sinistro della pista e si è schiantata contro il muro per poi rimbalzare in pista senza una ruota che è andata a centrare la Williams di Russell che stava cercando uno spiraglio nell’erba per evitare l’incidente.

Giovinazzi si è assunto la paternità del botto che ha richiesto l’intervento della safety car fino al giro 15 per ripulire la pista dalla due carcasse e dalla miriade di detriti in carbonio. Antonio non appena è tornato ai box è andato a scusarsi prima con il team principal, Vasseur, e poi con George Russell, incolpevole vittima del crash.

 

Il pugliese ha pubblicato anche un tweet nel quale ha pubblicamente chiesto scusa al team e al collega: un gesto che deve essere molto apprezzato se si considera che Antonio si deve ancora guadagnare il rinnovo del contratto per il 2021, dato che il ritiro di Kimi Raikkonen è dato tutt’altro che per scontato e nella FDA ci sono molti giovani di belle speranze che ambiscono al suo abitacolo, visto che è quello riservato a un pilota del Cavallino.

 

Una volta di più, Giovinazzi è chiamato a ripartire da Monza per dimenticare le delusioni del Belgio: nel momento in cui la squadra lo ha preso come punto di riferimento preferendolo a Kimi, Antonio ha rovinato l’ottimo lavoro costruito finora con un errore che rischia di pagare ad alto prezzo. Ora deve voltare pagina, ma il bel gesto di scusarsi non va dimenticato e anzi va sottolineato…

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39 urta contro la barriera e la sua gomma colpisce la vettura di George Russell, Williams FW43
Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39 urta contro la barriera e la sua gomma colpisce la vettura di George Russell, Williams FW43
1/11

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39 urta contro la barriera e la sua gomma colpisce la vettura di George Russell, Williams FW43
Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39 urta contro la barriera e la sua gomma colpisce la vettura di George Russell, Williams FW43
2/11

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39 urta contro la barriera e la sua gomma colpisce la vettura di George Russell, Williams FW43
Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39 urta contro la barriera e la sua gomma colpisce la vettura di George Russell, Williams FW43
3/11

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39 urta contro la barriera e la sua gomma colpisce la vettura di George Russell, Williams FW43
Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39 urta contro la barriera e la sua gomma colpisce la vettura di George Russell, Williams FW43
4/11

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39 urta contro la barriera e la sua gomma colpisce la vettura di George Russell, Williams FW43
Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39 urta contro la barriera e la sua gomma colpisce la vettura di George Russell, Williams FW43
5/11

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39 urta contro la barriera e la sua gomma colpisce la vettura di George Russell, Williams FW43
Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39 urta contro la barriera e la sua gomma colpisce la vettura di George Russell, Williams FW43
6/11

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

George Russell, Williams FW43 e Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39, scendono dalle loro auto dopo l'incidente
George Russell, Williams FW43 e Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39, scendono dalle loro auto dopo l'incidente
7/11

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

George Russell, Williams FW43 e Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39, scendono dalle loro auto dopo l'incidente
George Russell, Williams FW43 e Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39, scendono dalle loro auto dopo l'incidente
8/11

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

George Russell, Williams FW43 e Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39, scendono dalle loro auto dopo l'incidente
George Russell, Williams FW43 e Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39, scendono dalle loro auto dopo l'incidente
9/11

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

George Russell, Williams FW43 e Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39, scendono dalle loro auto dopo l'incidente
George Russell, Williams FW43 e Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39, scendono dalle loro auto dopo l'incidente
10/11

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

La gomma di Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39, dopo la collisione con le barriere
La gomma di Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39, dopo la collisione con le barriere
11/11

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

 

condivisioni
commenti
Ricciardo: "Podio? Perez e Gasly mi hanno fregato!"
Articolo precedente

Ricciardo: "Podio? Perez e Gasly mi hanno fregato!"

Prossimo Articolo

Mercedes: Hamilton scava un solco nel mondiale

Mercedes: Hamilton scava un solco nel mondiale
Carica commenti
Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo"

Le Prove Libere del GP dell'Arabia Saudita ci parlano di un Lewis Hamilton e della Mercedes in forma, con Verstappen solo quarto. Ma l'errore pesante di giornata è della Ferrrari di Leclerc, che ha perso la sua SF21 in una delle tante curve veloci del tracciato di Jeddah

Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche"

Andiamo a commentare le prime prove libere del GP d'Arabia Saudita in compagnia di Giorgio Piola e Franco Nugnes. Il tracciato di Jeddah, che non spicca per selettività, si prefigura come potenzialmente ricco di safety car

Video F1 | Piola: "Jeddah ad alto rischio con ali scariche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah ad alto rischio con ali scariche"

Viviamo l'antipasto del Gran Premio dell'Arabia Saudita in compagnia di Franco Nugnes e Giorgio Piola. La prima volta della F1 a Jeddah sarà su un tracciato cittadino ultra-rapido, con medie previste superiori ai 250 km/h e con i muretti ben presenti ai bordi della pista

Formula 1
2 dic 2021
Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton Prime

Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton

Per il sette volte campione del mondo la lotta per il titolo del 2021 si sta rivelando davvero dura. Verstappen è un rivale feroce e alcuni fattori esterni hanno condizionato la rincorsa all'ottavo iride del pilota Mercedes.

Formula 1
1 dic 2021
Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica" Prime

Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica"

Un atleta è come una macchina: ogni componente deve essere perfettamente funzionante per rendere al meglio. In questa nuova puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e il Dott. Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine affrontano l'importanza dell'allenamento psico-fisico.

Formula 1
1 dic 2021
Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo Prime

Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo

Negli ultimi due appuntamenti la Red Bull ha subìto la superiorità Mercedes, ma il team di Milton Keynes è sembrato non riuscire a sfruttare appieno il potenziale della RB16B. A Jeddah e Abu Dhabi sarà fondamentale non commettere gli stessi errori.

Formula 1
30 nov 2021
La top 10 delle Williams più famose della storia Prime

La top 10 delle Williams più famose della storia

Williams è una delle squadre più leggendarie della Formula 1, in cui ha una storia ricchissima. Come tributo a Sir Frank Williams, tristemente scomparso all’età di 79 anni, Motorsport ripercorre la storia del marchio attraverso le 10 monoposto più importanti.

Formula 1
29 nov 2021
Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi Prime

Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi

Il tempismo al limite delle capacità umane in cui i meccanici di Formula 1 riescono a completare un pit stop è uno degli aspetti più interessanti del circus iridato. Ecco come si arriva a tali risultati

Formula 1
29 nov 2021