GP del Giappone: Vettel in pole spinto dal vento!

condivisioni
commenti
GP del Giappone: Vettel in pole spinto dal vento!
Di:
13 ott 2019, 02:41

La Ferrari centra l'ottava pole stagionale con Sebastian Vettel autore del record della pista a Suzuka nel GP del Giappone. La Scuderia ha surclassato la Mercedes completanto la prima fila con Leclerc. Le Mercedes inseguono con Bottas e Hamilton. Verstappen staccato.

Ottava pole position della Ferrari in stagione! Nelle qualifiche del GP del Giappone la Scuderia conquista la quinta partenza al palo di fila dopo la sosta estiva confermando la supremazia della SF90. La novità è che la migliore prestazione è stata ottenuta da Sebastian Vettel con lo strepitoso 1'27"212 che è il nuovo record del tracciato di Suzuka.

Il quattro volte campione del mondo è stato spinto dal vento sulla pista giapponese che è quella che più gli piace: Sebastian è stato perfetto nella qualifica che è stata spostata alla domenica mattina per evitare il tifone Hagibis. La squadra del Cavallino ha fatto una grande differenza con il motore Spec 3, confermando le nostre previsioni di ieri, e dimostrando che le modifiche portate dalla Mercedes non sono bastate a neutralizzare la prima fila tutta Rossa. I tecnici del Cavallino sono staati bravi aa capire che la SF90 che era stata deliberata era troppo carica aerodinamicamente nelle prove libere e all'improvviso si sono riviste le velocità top delle Rosse...

Eh sì, perché dietro a un Vettel che sembra tornato a essere il cacciatore del giro secco c'è baby Leclerc: il monegasco si è sensibilmente avvicinato al tedesco nell'ultimo run, chiudendo a 189 millesimi da Sebastian. La Ferrari occupa l'intera prima fila a Suzuka e potrebbe essere un grande vantaggio per la gara se i due piloti non si faranno prendere dalle ansie degli ultimi GP.

La Mercedes nettamente la più veloce al venerdì è tornata a essere la seconda forza in vista della corsa: le novità aerodinamiche sulla W10 non sono bastate a mettere in difficoltà le Rosse. Valtteri Bottas è terzo con 1'27"293, un niente meglio di Lewis Hamilton staccato di 8 millesimi di secondo! Le frecce d'argento non hanno avuto il passo sul giro secco, ma attenzione perché saranno delle sfidaanti vere per la garaa che si disputerà fra poche ore.

Ha deluso la Red Bull: Max Verstappen e Alex Albon hanno ottenuto lo stesso identico tempo. Entrambi hanno centrato 1'27"851. Ottima prestazione per l'anglo thailandese, deludente per l'olandese. Max con il super motore Honda era atteso a una prestazione sensazionale che non c'è stata: i sette decimi da Vettel rappresentano una sconfitta cocente per i giapponesi che per l'occasione hanno portato anche una nuova benzina ExxonMobil.

Eccellente la prestazione della McLaren settima con Carlos Sainz e ottava con Lando Norris: la squadra di Woking è indiscutibilmente in risalita per tornare a essere un top team e il quarto posto nei Costruttori ne è la conferma.

Positivo anche il decimo posto di Romain Grosjean con la Haas: il francese quando non esagera è in grado di fare bene, rimettendo la squadra USA dove merita.

Resta fuori dalla top 10 Antonio Giovinazzi con l'Alfa Romeo, ma il pilota italiano si conferma ormai costantemente davanti a Kimi Raikkonen costretto al 13esimo posto con la C38. Fra le due monoposto di Hinwil si è infilato Lance Stroll con la migliore Racing Point: il canadese ha estratto il massimo dalla monoposto di Silverstone.

Daniil Kvyat non ha brillato con la Toro Rosso. Il russo si è aggrappato alla 14esima piazza sulla griglia lasciando un paio di decimi all'Alfa Romeo del finlandese. Pessimo weekend per la Renault: Nico Hulkenberg ha dovuto rinunciare a tentare un tempo in Q2 a causa di un problema idraulico che gli ha bloccato il cambio in settima marcia. Il tedesco è tornato a rilento ai box accontentandosi della 15esima piazza.

Eppure c'è a chi va ancora più male: la vittima più illustre della Q1 è Daniel Ricciardo che con la Renault è escluso per 99 millesimi e si deve accontentare della 16esima piazza. L'australiano sta pagando a caro prezzo la scelta di andare nel team di Enstone, una squadra in crisi profonda che subisce anche le turbolenze ai vertici della Casa sempre più in dubbio sull'idea di continuare in F1 dal 2021 in poi.

Male anche Sergio Perez con la Force India: il messicano è stato disturbato dal vento e ha finito solo al 17esimo posto davanti a George Russell di appena 20 millesimi di secondo con la derelitta Williams. L'inglese cerca di mettersi in mostra con una vettura che non è all'altezza con il resto del lotto e fa quello che può.

Paura per Kevin Magnussen e Robert Kubica in Q1: il pilota danese ha perso la Haas in piena fase di trazione all'uscita della chicane. Tocca il cordolo interno e va in sovrasterzo: la VF19 va in testacoda a centro curva e Kevin sbatte contro le barriere con il posteriore, prima di rimbalzare anche con l'anteriore rompendo il lato sinistro dell'ala anteriore. Michael Masi ha fermato la sessione con la bandiera rossa, ma Magnussen ha provato a rientrare aai box con i suoi mezzi, scastrandosi dalle protezioni.

Peggio è andata a Robert Kubica nel primo giro di lancia con le gomme soft: il polacco ha perso la sua Williams per un forte colpo di vento da dietro all'ultima curva che lo ha spinto non solo oltre la pista, ma addirittura violentemente contro le protezioni laterali, distruggendo la sospensione anteriore sinistra e l'ala anteriore.

Pilota incolume, ma si è resa necessaria la bandiera rossa per ripristinare le protezioni.

La penuria di ricambi nel team di Grove potrebbe mettere in dubbio la presenza di Kubica al via della gara che seguirà le qualifiche dopo quattro ore. Il polacco ha avuto parole molto dure con il team: "C'è gente che crea problemi ai piloti, anziché cercare di risolverli...".

Cla Pilota Tempo Gap km/h
1 Germany Sebastian Vettel 1'27.064   240.113
2 Monaco Charles Leclerc 1'27.253 0.189 239.592
3 Finland Valtteri Bottas 1'27.293 0.229 239.483
4 United Kingdom Lewis Hamilton 1'27.302 0.238 239.458
5 Netherlands Max Verstappen 1'27.851 0.787 237.962
6 Thailand Alexander Albon 1'27.851 0.787 237.962
7 Spain Carlos Sainz Jr. 1'28.304 1.240 236.741
8 United Kingdom Lando Norris 1'28.464 1.40 236.313
9 France Pierre Gasly 1'28.836 1.772 235.323
10 France Romain Grosjean 1'29.341 2.277 233.993
11 Italy Antonio Giovinazzi 1'29.254 2.190 234.221
12 Canada Lance Stroll 1'29.345 2.281 233.982
13 Finland Kimi Raikkonen 1'29.358 2.294 233.948
14 Russian Federation Daniil Kvyat 1'29.563 2.499 233.413
15 Germany Nico Hulkenberg 1'30.112 3.048 231.991
16 Australia Daniel Ricciardo 1'29.822 2.758 232.740
17 Mexico Sergio Perez 1'30.344 3.280 231.395
18 United Kingdom George Russell 1'30.364 3.30 231.344
19 Denmark Kevin Magnussen      
20 Poland Robert Kubica      
Prossimo Articolo
LIVE F1, GP del Giappone: Qualifiche

Articolo precedente

LIVE F1, GP del Giappone: Qualifiche

Prossimo Articolo

GP Giappone: strategia a una sola sosta in gara

GP Giappone: strategia a una sola sosta in gara
Carica commenti