Formula 1
G
GP del Portogallo
02 mag
Gara in
19 giorni
09 mag
Prossimo evento tra
23 giorni
G
GP del Canada
13 giu
Gara in
62 giorni
G
GP di Francia
27 giu
Gara in
75 giorni
04 lug
Prossimo evento tra
79 giorni
G
GP di Gran Bretagna
18 lug
Gara in
97 giorni
G
GP d'Ungheria
01 ago
Gara in
110 giorni
G
GP del Belgio
29 ago
Gara in
138 giorni
05 set
Gara in
145 giorni
12 set
Gara in
152 giorni
G
GP della Russia
26 set
Gara in
166 giorni
G
GP di Singapore
03 ott
Prossimo evento tra
170 giorni
G
GP del Giappone
10 ott
Gara in
180 giorni
G
GP degli Stati Uniti
24 ott
Race in
195 giorni
G
GP del Messico
31 ott
Gara in
202 giorni
G
GP di Abu Dhabi
12 dic
Gara in
243 giorni
F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola
Topic

F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola

Ferrari SF21: ridotto il drag anche sul muso omologato!

La SF21 rappresenta una monoposto di rottura con la deludente SF1000 da cui deriva: nonostante i molti vincoli di regolamento, i tecnici della Scuderia sono riusciti a intervenire per ridurre in modo drastico la resistenza all'avanzamento, grave difetto dello scorso anno. Apprezzabile il lavoro svolto sul muso largo pur rispettando l'omologazione della struttura deformabile omologata.

Ferrari SF21: ridotto il drag anche sul muso omologato!

La Ferrari ha avuto coraggio: la SF21 rappresenta un taglio netto con la SF1000. E non è affatto casuale il cambio di sigla, mentre diverse squadre hanno optato per aggiungere semplicemente una B alla denominazione dello scorso anno.

Ci saranno state anche ragioni di cabala per uscire dalle infelici sigle revocative, ma è indubbio che la parentela della Rossa che oggi effettua il filming day a Sakhir ha cercato di spezzare il cordone ombelicale con la deludente macchina sbagliata dello scorso anno, per proporsi come una monoposto in grado di riscattare la Scuderia.

Senza andare a guardare dove la SF21 ha beneficiato dei gettoni di sviluppo nel retrotreno, si può ben capire quale sia stato lo sforzo di migliorare l’efficienza aerodinamica nell’anteriore che era vincolata da un muso largo omologato e che, quindi, poteva essere ottimizzato senza modificare la struttura deformabile che avrebbe dovuto sottostare a un nuovo crash test vietato.

Gli aerodinamici diretti da David Sanchez hanno svolto un lavoro molto interessante per cercare di ridurre la resistenza all’avanzamento della Rossa, proponendo una parte frontale di nuovo disegno: i piloni di sostegno dell’ala anteriore sono stati stretti e anche il bordo d’entrata dei due profili che reggono il nasino sono molto più profilati per creare meno drag.

Sulla punta del bulbo non c’è più il piccolo foro utile a portare aria nell’abitacolo, mentre colpisce la bella interpretazione con la quale l’attacco del cape al muso ha permesso di snellire almeno una parte del frontale, mostrando la cura a cui tutta la SF21 è stata sottoposta a livello aerodinamico, per ribaltare i concetti deludenti del 2020.

È doveroso citare anche il grappolo di deviatori di flusso apparsi ai lati dello sfogo dell’aria dell’S-duct nella parte superiore del telaio: sono quattro elementi che favoriscono il down wash del flusso ed evidenziano l’accuratezza dello sviluppo aerodinamico, con soluzioni creative che dovrebbero dare piccoli risultati in ogni dove della nuova monoposto, ma sommati insieme dovrebbero assicurare un importante salto di qualità della Rossa.

L’ala anteriore è rimasta fedele alla filosofia dell’out wash, vale a dire la volontà di spostare all’esterno della ruota anteriore il flusso in modo da ridurre l’effetto negativo della gomma e usare l’aria incanalata per ripulire la scia turbolenta che sporta i filetti destinati alle barge board.

In funzione di tutto questo la paratia laterale è stata leggermente spostata verso l’interno per allargare il marciapiede che separa la bandella dal ricciolo esterno. L’elemento verticale, quindi, risulta più arcuato per innescare in modo più efficiente la funzione di cui abbiamo parlato prima.

Insomma, l’immobilismo che aveva colpito lo staff di Enrico Cardile l’anno scorso sembra sia stato spazzato via e a Maranello si è rivista l’effervescenza nelle idee degli anni precedenti. Speriamo che si sia imboccata la strada giusta: lo scopriremo domani nella prima giornata di test collettivi…

condivisioni
commenti
F1 Stories: Arturio Merzario, il cowboy delle corse

Articolo precedente

F1 Stories: Arturio Merzario, il cowboy delle corse

Prossimo Articolo

Haas: filming day con la VF-21 insieme alla Ferrari

Haas: filming day con la VF-21 insieme alla Ferrari
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Formula 1
Evento Presentazione Ferrari
Sotto-evento Presentazione
Piloti Carlos Sainz Jr. , Charles Leclerc
Team Ferrari
Autore Franco Nugnes
F1 Stories: la storia del Gran Premio di Imola Prime

F1 Stories: la storia del Gran Premio di Imola

Anche nel 2021, Imola è inclusa nelle tappe di un Mondiale di Formula 1. Un tracciato ricco di storia. Una storia, che merita di essere raccontata e ricordata...

Come la rapida ascesa di Kimi influì sulla carriera di Heidfeld Prime

Come la rapida ascesa di Kimi influì sulla carriera di Heidfeld

L'ascesa di Kimi Raikkonen come stella della Formula 1 fin dagli albori rimane una delle leggendarie storie del 2001, ma le sue imprese hanno avuto un impatto indesiderato sulle prospettive del suo compagno di squadra in Sauber. Vent'anni dopo il suo primo podio in F1 al GP del Brasile, ecco come Iceman ha influito sulla carriera di Nick Heidfeld.

F1: quanto è più veloce di una MotoGP, LMP1 o IndyCar? Prime

F1: quanto è più veloce di una MotoGP, LMP1 o IndyCar?

Siamo abituati a considerare la Formula 1 come la categoria regina dell'automobilismo, quella capace di raggiungere le velocità più elevate in assoluto. Ma sarà davvero così? Andiamo a scoprirlo in questa classifica...

Formula 1
11 apr 2021
Mercedes: il limite allo sviluppo può diventare un incubo Prime

Mercedes: il limite allo sviluppo può diventare un incubo

La Mercedes è andata via dal Bahrain con la consapevolezza di non avere tra le mani la monoposto di riferimento in griglia, e i limiti allo sviluppo potrebbero trasformare questa stagione in un incubo.

Formula 1
10 apr 2021
Jacques Villeneuve, cinquant'anni...mondiali Prime

Jacques Villeneuve, cinquant'anni...mondiali

Il 9 aprile del 1971 nasce Jacques Villeneuve, Campione del Mondo di Formula 1 1997. Andiamo a rivivere i suoi primi due anni nella massima serie, quelli che lo hanno accompagnato ad entrare nell'elenco delle leggende del Motorsport...

Formula 1
9 apr 2021
Basso Rake: come i regolamenti hanno "penalizzato" la W12 Prime

Basso Rake: come i regolamenti hanno "penalizzato" la W12

Andiamo a scoprire ed analizzare come le modifiche regolamentari al fondo ed al pavimento delle monoposto abbiano influito negativamente sulle performance della Mercedes W12, nonostante la vettura abbia vinto con Lewis Hamilton la gara di apertura in Bahrain

Formula 1
8 apr 2021
Mercedes: il basso rake non funziona o è questione di... fondo? Prime

Mercedes: il basso rake non funziona o è questione di... fondo?

La squadra campione del mondo ha vinto con Hamilton il primo GP 2021, ma è indubbio che la W12 non ha dato l'impressione di essere stata la monoposto più competitiva in Bahrain. Anche l'Aston Martin è parsa sotto tono dopo il cambio delle norme aerodinamiche: i tecnici hanno parlato di particolari difficoltà con l'assetto Rake, mentre la sensazione è che i problemi stiano altrove.

Formula 1
7 apr 2021
Ceccarelli: “Quando i piloti di F1 non curavano la preparazione” Prime

Ceccarelli: “Quando i piloti di F1 non curavano la preparazione”

Torna la rubrica del mercoledì mattina di Motorsport.com. In compagnia del Direttore Franco Nugnes e del Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine, in questa puntata di Doctor F1 andiamo a conoscere i segreti dietro la preparazione atletica richiesta a ciascun pilota di Formula 1

Formula 1
7 apr 2021