Binotto: "La parte meno bella del weekend è la prestazione"

Il team principal della Ferrari è soddisfatto per il terzo posto di Charles Leclerc e per i progressi mostrati a Silverstone dal monegasco, anche se la concorrenza è ancora distante. Inoltre spera di "recuperare" Vettel per la settimana prossima.

Binotto: "La parte meno bella del weekend è la prestazione"

La pazza domenica di Silverstone ha regalato un podio insperato alla Ferrari. Charles Leclerc è stato quarto praticamente per tutto il Gran Premio di Gran Bretagna, ma poi alla fine ha artigliato il terzo posto grazi alle forature delle Mercedes ed in particolare quella di Valtteri Bottas.

Un risultato che secondo il team principal Mattia Binotto ripaga il monegasco del grande lavoro fatto nel fine settimana di Silverstone, nel quale ha saputo sfruttare l'assetto scarico pensato dagli uomini del Cavallino, gestendo alla grande anche il degrado delle gomme in gara.

"Charles è stato molto bravo sia ieri in qualifica che oggi in gara nel gestire le gomme. Sapevamo che con questa configurazione alare avremmo avuto un vantaggio in qualifica, ma poi avremmo dovuto gestire l'usura. Ha fatto un ottimo lavoro con i nostri ingegneri, dando indicazioni molto precise e non prendendosi rischi. Diciamo che ha applicato il concetto di andare piano per arrivare in fondo. Questa è stata un po' la sua gara, ma l'ha gestita molto bene ed è stato premiato alla fine" ha detto Binotto ai microfoni di Sky Sport F1 HD.

Per un grande Leclerc, c'è un Vettel che invece rappresenta la parte meno bella del weekend Rosso, non essendo mai riuscito a trovare il feeling con la SF1000. Il tedesco alla fine, quindi, non è riuscito ad andare oltre il decimo posto nonostante i tanti colpi di scena.

"La parte meno bella del weekend è ancora la prestazione della vettura, perché il terzo posto è il massimo a cui si possa aspirare. E' chiaro che i piloti possono anche non trovarsi a proprio agio. Questo è stato il caso di Sebastian, che ha perso una sessione e non ha mai trovato quella confidenza per spingere. Ora abbiamo qualche giorno per analizzare tutto con lui e provare qualcosa di diverso, che lo possa mettere in condizione di lottare".

Leggi anche:

Quando gli è stato domandato se ritiene che la Ferrari proseguirà su questa strada dell'ala scarica, ha proseguito: "Dovremmo guardare anche le condizioni meteo e le temperature, ma questa è un'ala che abbiamo portato facendo le simulazioni a priori. E' stata una scommessa, ma anche frutto di analisi. Per noi era l'ala ideale per questa pista, anche considerate le caratteristiche della nostra vettura. Poi magari con Sebastian potremmo anche fare delle valutazioni diverse, ma è ancora presto per dirlo".

Mercoledì, a cavallo tra le due gare, ci sarà anche un filming day sul tracciato britannico, ma Binotto ha assicurato che non ci saranno in pista novità radicali sulla SF1000.

"Non c'è un lavoro particolare, perché faremo un filming day vero e proprio per esigenze commerciali. Non sono previste novità radicali sulla macchina. Sono chilometri molto limitati e dedicati proprio a fare delle riprese. Piuttosto ci concentriamo in questi tre giorni a guardare i dati e a lavorare a casa al simulatore per farci trovare pronti per le prove libere di venerdì".

Charles Leclerc, Ferrari SF1000
Charles Leclerc, Ferrari SF1000
1/20

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF1000
Charles Leclerc, Ferrari SF1000
2/20

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari on the podium
Charles Leclerc, Ferrari on the podium
3/20

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari nel Parc Ferme
Charles Leclerc, Ferrari nel Parc Ferme
4/20

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

L'auto di Max Verstappen, Red Bull Racing RB16, Charles Leclerc, Ferrari SF1000 nel Parc Ferme
L'auto di Max Verstappen, Red Bull Racing RB16, Charles Leclerc, Ferrari SF1000 nel Parc Ferme
5/20

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari nel Parc Ferme guarda l'auto danneggiata di Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11
Charles Leclerc, Ferrari nel Parc Ferme guarda l'auto danneggiata di Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11
6/20

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF1000, Carlos Sainz Jr., McLaren MCL35, e Daniel Ricciardo, Renault F1 Team R.S.20
Charles Leclerc, Ferrari SF1000, Carlos Sainz Jr., McLaren MCL35, e Daniel Ricciardo, Renault F1 Team R.S.20
7/20

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF1000, Lando Norris, McLaren MCL35
Charles Leclerc, Ferrari SF1000, Lando Norris, McLaren MCL35
8/20

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16, Charles Leclerc, Ferrari SF1000, e Lando Norris, McLaren MCL35
Max Verstappen, Red Bull Racing RB16, Charles Leclerc, Ferrari SF1000, e Lando Norris, McLaren MCL35
9/20

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari, terzo posto, festeggia sul podio con lo champagne
Charles Leclerc, Ferrari, terzo posto, festeggia sul podio con lo champagne
10/20

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing, secondo posto, Lewis Hamilton, Mercedes-AMG F1, primo posto, e Charles Leclerc, Ferrari, terzo posto, festeggia sul podio con lo champagne
Max Verstappen, Red Bull Racing, secondo posto, Lewis Hamilton, Mercedes-AMG F1, primo posto, e Charles Leclerc, Ferrari, terzo posto, festeggia sul podio con lo champagne
11/20

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

L'arrivo di Charles Leclerc, Ferrari
L'arrivo di Charles Leclerc, Ferrari
12/20

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
13/20

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
 Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
14/20

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
15/20

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari
Sebastian Vettel, Ferrari
16/20

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
17/20

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000, Pierre Gasly, AlphaTauri AT01
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000, Pierre Gasly, AlphaTauri AT01
18/20

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000, Pierre Gasly, AlphaTauri AT01
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000, Pierre Gasly, AlphaTauri AT01
19/20

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000, Pierre Gasly, AlphaTauri AT01, e Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000, Pierre Gasly, AlphaTauri AT01, e Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39
20/20

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Verstappen: "Ho cambiato le gomme per non rischiare, peccato"
Articolo precedente

Verstappen: "Ho cambiato le gomme per non rischiare, peccato"

Prossimo Articolo

Mercedes: Verstappen è stato la spina nelle... gomme

Mercedes: Verstappen è stato la spina nelle... gomme
Carica commenti
Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo Prime

Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo

Negli ultimi due appuntamenti la Red Bull ha subìto la superiorità Mercedes, ma il team di Milton Keynes è sembrato non riuscire a sfruttare appieno il potenziale della RB16B. A Jeddah e Abu Dhabi sarà fondamentale non commettere gli stessi errori.

La top 10 delle Williams più famose della storia Prime

La top 10 delle Williams più famose della storia

Williams è una delle squadre più leggendarie della Formula 1, in cui ha una storia ricchissima. Come tributo a Sir Frank Williams, tristemente scomparso all’età di 79 anni, Motorsport ripercorre la storia del marchio attraverso le 10 monoposto più importanti.

Formula 1
29 nov 2021
Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi Prime

Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi

Il tempismo al limite delle capacità umane in cui i meccanici di Formula 1 riescono a completare un pit stop è uno degli aspetti più interessanti del circus iridato. Ecco come si arriva a tali risultati

Formula 1
29 nov 2021
La forza mentale che ha spinto Kubica al ritorno in F1 Prime

La forza mentale che ha spinto Kubica al ritorno in F1

Una forza mentale incredibile. Questo è quello che appare ascoltando il racconto di Robert Kubica a Ben Anderson sulle sfide che ha dovuto affrontare per tornare al volante di una monoposto di F1.

Formula 1
28 nov 2021
Cosa sono e come nascono le strategie in Formula 1 Prime

Cosa sono e come nascono le strategie in Formula 1

Si fa presto a criticare una strategia stando comodamente sul proprio divano, lontano dallo stress di un muretto box in gara. Ecco come nascono e come vengono studiate le strategie di Formula 1, con parametri incredibili che non lasciano davvero nulla al caso

Formula 1
28 nov 2021
Video F1 | Verstappen, quante occasioni perse! Prime

Video F1 | Verstappen, quante occasioni perse!

In questo nuovo video di Motorsport.com, andiamo ad analizzare le occasioni perse di Max Verstappen nel combattutissimo duello contro Lewis Hamilton nel mondiale 2021. Forse, senza di quelle, avremmo già un campione del mondo?

Formula 1
27 nov 2021
Video F1 | Hamilton, quante occasioni perse! Prime

Video F1 | Hamilton, quante occasioni perse!

Andiamo ad analizzare insieme le occasioni perse da Lewis Hamilton nel corso del mondiale 2021 di Formula 1. In questo video, riassumiamo gli errori dell'inglese durante l'anno e le occasioni nelle quali ha performato al di sotto delle sue potenzialità, ottenendo risultati che alla fine dell'ultimo GP potrebbero decretarne la sconfitta iridata

Formula 1
26 nov 2021
F1 | Ceccarelli: "Alonso si sente integro e vuole dimostrarlo" Prime

F1 | Ceccarelli: "Alonso si sente integro e vuole dimostrarlo"

In questa nuova puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e il Dott. Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine analizzano la figura del "giovanotto" Fernando Alonso, reo di aver conquistato un podio in Formula 1 dopo sette anni. Eppure, nonostante l'età, ha ancora tanta voglia di dimostrare il suo valore...

Formula 1
24 nov 2021