Andreucci-Andreussi nove volte campioni d'Italia!

L'equipaggio della Peugeot ha trionfato nel Rally del Friuli, centrando il nono titolo nazionale rally della carriera

L'undicesima prova speciale della cinquantunesima edizione del Rally del Friuli, sesta prova del Campionato Italiano Rally 2015, ha consegnato il successo all'imprendibile equipaggio della Peugeot Italia formato da Paolo Andreucci e Anna Andreussi, che hanno dominato l'appuntamento dalla prima all'ultima speciale, senza cedere mai la prima posizione.

L'impresa più grande per Paolo e Anna è però l'aver centrato un obiettivo molto più grande della singola vittoria di un rally: i due hanno infatti centrato il nono titolo italiano rally della loro carriera, portandolo a Castelnuovo di Garfagnana con ben due appuntamenti d'anticipo. Per loro si tratta della nona sinfonia, sintomo del grande talento e della enorme dedizione profusa negli anni da questi due professionisti del Motorsport.

Per la Peugeot si tratta del secondo titolo staionale, dopo quello conquistato grazie a Michele Tassone e Daniele Michi nel CIR Junior nello scorso appuntamento. In Friuli è stato l'ennesimo dominio per Andreucci e Andreussi, sempre in testa dall'inizio alla fine. Sono Alessandro Perico ha provato a mettere i bastoni tra le ruote all'equipaggio toscano, ma invano già dopo poche speciali dall'inizio della competizione.

Per quanto riguarda i riferimenti cronometrici, i rivali più pericolosi avrebbero dovuto essere Umberto Scandola su Skoda Fabia R5 e Giandomenico Basso, su Ford Fiesta R5 LDi. Entrambi, per motivi diversi, non sono riusciti a mantenere le attese. Il pilota veronese, dopo la PS1 in ui aveva fatto sgnare il terzo tempo, è uscito di strada prematuramente nella speciale successiva, alzando immediatamente bandiera bianca. Basso, invece, è rimasto in lizza per il vertice sino alla PS7, quando una foratura gli ha fatto perdere contatto con Alessandro Perico.

Giandomenico Basso si è così dovuto arrendere e accontentare di vincere tutte le successive speciali, compresa la PS11, quella finale, ma il risultato non è cambiato, con Alessandro Perico che ha centrato il secondo posto e regalato alla Peugeot un'altra fantastica doppietta. Manuel Kossler su Subaru Impreza WRX STI ha centrato una buona quarta posizione assoluta e il successo nella categoria Produzione e del Trofeo Clio R3T, resistendo al recupero di Simone Campedelli, che si è dovuto accontentare del quinto posto assoluto. 

Davvero un peccato il ritiro per l'equipaggio della Peugeot formato da Michele Tassone e Daniele Michi. I due neo campioni CIR Junior erano partiti molto bene, occupando proprio poco prima del ritiro la quarta posizione assoluta. Tassone ha poi compiuto un errore nella PS6, la prima della seconda e ultima giornata di gara, finendo fuori strada con il radiatore K.O.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati CIR
Evento Rally del Friuli Venezia Giulia
Piloti Paolo Andreucci , Giandomenico Basso , Alessandro Perico
Team Peugeot Sport Italia
Articolo di tipo Commento