Test MotoGP Losail, Giorno 2: Quartararo al top alle 15

Il pilota della Yamaha Petronas è il solo ad essere sceso sotto all'1'55" per ora, seguito da un Pol Espargaro che ha migliorato il crono di ieri. Indietro le Ducati, ai box Rossi e Marquez.

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT

L'attività in pista è iniziata decisamente prima rispetto a ieri nella seconda giornata dei test collettivi di MotoGP in Qatar. Allo scadere della seconda ora, infatti, sono già 14 le moto che hanno preso la via della pista e si possono già notare delle prestazioni rilevati nonostante l'alta temperatura.

Davanti a tutti c'è la Yamaha del Team Petronas affidata a Fabio Quartararo, con il francese che per il momento oggi è stato il solo capace di infrangere il muro dell'1'55" con il suo 1'54"974.

Le due M1 della squadra malese sono state le moto più attive fin qui, perché "El Diablo" ha completato 18 giri, mentre sono 19 quelli del compagno di squadra Franco Morbidelli, quarto con un ritardo di 688 millesimi. In pista proprio pochi istanti prima delle 15 la moto ufficiale di Maverick Vinales, mentre Valentino Rossi è ancora fermo ai box.

Alle spalle di Quartararo si è issato un ottimo Pol Espargaro, che con la sua KTM ha girato in 1'55"319, ritoccando già la prestazione con cui aveva concluso la prima giornata. Bene anche le Suzuki, al momento terza e quinta con Alex Rins e Joan Mir dopo aver monopolizzato le prime due posizioni ieri.

Settimo tempo per ora per la migliore delle Ducati, che è quella di Pecco Bagnaia in settima posizione, anche se al momento i tempi delle Desmosedici GP sono ancora piuttosto alti. Alex Marquez, nono, ha invece la palma del miglior pilota Honda con un ritardo di 1"3. Ai box invece il fratello Marc, così come entrambi i piloti dell'Aprilia, che non hanno ancora iniziato la loro seconda giornata.

Test MotoGP Losail, Giorno 2 - I tempi alle 15 locali

Pos Pilota Moto Tempo Giri
1 Fabio Quartararo Yamaha 1'54”974 18
2 Pol Espargaro KTM 1'55”319 11
3 Alex Rins Suzuki 1'55”564 13
4 Franco Morbidelli Yamaha 1'55”662 19
5 Joan Mir Suzuki 1'55”788 7
6 Miguel Oliveira KTM 1'56”136 14
7 Pecco Bagnaia Ducati 1'56”180 6
8 Iker Lecuona KTM 1'56”220 5
9 Alex Marquez Honda 1'56”281 10
10 Danilo Petrucci Ducati 1'56”564 6
11 Cal Crutchlow Honda 1'56”577 5
12 Brad Binder KTM 1'56”745 13
13 Andrea Dovizioso Ducati 1'57”166 7
14 Maverick Vinales Yamaha 1'57”618 2
condivisioni
commenti

Holeshot, Ciabatti ride: "Peccato non poter brevettare le idee"

Crutchlow: "Devo guidare come un amatore solo per stare in sella"

Iscriviti