Crutchlow: "Devo guidare come un amatore solo per stare in sella"

Cal Crutchlow ha ammesso di dover guidare la Honda MotoGP 2020 con un "amatore" solo per restare in sella, avendo avuto sensazioni peggiori in Qatar che in Malesia.

Crutchlow: "Devo guidare come un amatore solo per stare in sella"
Carica lettore audio

Crutchlow aveva rivelato ai test pre-stagionali di Sepang, due settimane fa, che la nuova RC213V era addirittura peggiore rispetto alla versione 2019 a livello di turning.

Il pilota del Team LCR ha chiuso 19esimo, staccato di 1"2, nella giornata di apertura dei test in Qatar, anche se ha specificato di non aver montato le gomme soft per un time attack. Tuttavia, ha aggiunto che le sensazioni in sella sono addirittura peggiori di quelle provare a Sepang due settimane fa.

"Non ho un buon feeling e questo mi ha impedito di essere più veloce" ha detto Crutchlow.

"Ma al momento, l'unico modo in cui posso guidare per rimanere in sella è da amatore. Devo guidare molto lentamente, perché non posso forzare la moto al momento. E' davvero strano".

"La spinta che c'è quando entri in curva e quando esci dalla curva all'apertura del gas è davvero un problema al momento per me".

Marc Marquez, Repsol Honda Team

Marc Marquez, Repsol Honda Team

Photo by: Gold and Goose / Motorsport Images

Il campione del mondo Marc Marquez ha sottolineato che se c'è una pista che rende evidenti i punti deboli della RC213V, questa è Losail. Una spiegazione che sembra condividere anche Cal.

Crutchlow ha infatti spiegato che la moto comunque è migliorata in accelerazione rispetto all'anno scorso e che anche l'anno scorso aveva faticato parecchio nei test, salvo poi riuscire a piazzarsi terzo nella prima gara dell'anno proprio in Qatar.

In ogni caso, pur ammettendo le difficoltà storiche della Honda su questa pista, ha aggiunto che vede improbabile un grande salto in avanti da qui all'8 marzo, quando ci sarà il GP del Qatar.

"Qui abbiamo avuto questo problema anche l'anno scorso, ma ora sembra ancora più pronunciato e quindi è tutto più difficile".

Leggi anche:

"Ma io e Marc siamo arrivati secondo e terzo l'anno scorso in gara. Quindi, il primo giorno di test è sempre strano, ma non credo che possiamo fare un passo avanti così grande nel weekend di gara".

"Non sono in grado di essere veloce e questo è strano. Sono in grado di essere costante, ma non veloce, quindi avrei dovuto fare meglio di come è andata per ora".

"Ma non ho mai avuto un grande feeling con la moto, anche se è vero che il primo giorno qui è sempre più difficile per i piloti della Honda. Ora analizzeremo i dati con gli ingegneri, ma sicuramente dobbiamo migliorare" ha concluso.

condivisioni
commenti
Test MotoGP Losail, Giorno 2: Quartararo al top alle 15
Articolo precedente

Test MotoGP Losail, Giorno 2: Quartararo al top alle 15

Prossimo Articolo

Test MotoGP Losail, Giorno 2: Vinales brilla alle 17

Test MotoGP Losail, Giorno 2: Vinales brilla alle 17
Carica commenti
Video | Ceccarelli: “Marquez sarà in forma in un paio di mesi” Prime

Video | Ceccarelli: “Marquez sarà in forma in un paio di mesi”

In compagnia di Franco Nugnes e del Dottor Riccardo Ceccarelli, andiamo a fare il punto della situazione sulla stagione motoristica 2022 che si appresta a cominciare. Ad essere al centro del mirino è Marc Marquez: lo spagnolo dovrebbe essere sulla via della risoluzione delle sue problematiche legate alla vista, mentre per le condizioni fisiche generali in circa due mesi di duro allenamento dovrebbe tornare al top della forma

MotoGP
19 gen 2022
Le migliori gare del 2021: il grande saluto al "Dottore" a Valencia Prime

Le migliori gare del 2021: il grande saluto al "Dottore" a Valencia

La gara di Valencia resterà uno spartiacque nella storia della MotoGP, perché è stata quella dell'addio di Valentino Rossi dopo 26 anni di straordinaria carriera. Un weekend dall'alto contenuto emotivo che si è concluso con una grande festa per il "Dottore".

MotoGP
6 gen 2022
Le migliori gare del 2021: Quartararo vince a casa delle Ducati Prime

Le migliori gare del 2021: Quartararo vince a casa delle Ducati

Dovendo scegliere uno dei cinque successi del campione del mondo della MotoGP, il più pesante è stato probabilmente quello al Mugello, in casa dei nemici della Ducati e in un weekend segnato dalla tragica scomparsa di Jason Dupasquier.

MotoGP
4 gen 2022
Le migliori gare del 2021: finalmente la prima di Bagnaia ad Aragon Prime

Le migliori gare del 2021: finalmente la prima di Bagnaia ad Aragon

Pecco Bagnaia sembrava quasi colpito da una maledizione: continuava a sfiorare la prima vittoria in MotoGP, ma non riusciva mai a concretizzarla. Il Gran Premio di Aragon ha rappresentato un evidente punto di svolta per la stagione del pilota della Ducati. Lo sarà anche per la sua carriera?

MotoGP
1 gen 2022
Le migliori gare del 2021: il ritorno del "vero" Marquez in Germania Prime

Le migliori gare del 2021: il ritorno del "vero" Marquez in Germania

La gara del Sachsenring era vista come una sorta di prova del nove sulla possibilità di tornare a rivedere i lampi di classe del vero Marquez anche dopo l'infortunio e Marc non ha tradito le aspettative, centrando la sua 11° vittoria di fila sul saliscendi tedesco.

MotoGP
31 dic 2021
Pagelle MotoGP | Aprilia, il marchio più cresciuto nel 2021 Prime

Pagelle MotoGP | Aprilia, il marchio più cresciuto nel 2021

2021 positivo per Aprilia: la casa di Noale è tra i team che sono più cresciuti nel confronto anno-su-anno. Con Aleix Espargaro si è sempre dimostrata veloce e presenza fissa nella Top 10. L'arrivo di Vinales, soprattutto in chiave 2022, potrebbe rappresentare il definitivo salto di qualità

MotoGP
30 dic 2021
Pagelle MotoGP | KTM, un passo indietro da non ripetere Prime

Pagelle MotoGP | KTM, un passo indietro da non ripetere

KTM non riesce a ripetere il bel 2020. La casa austriaca ha vissuto una stagione iniziata non nel migliore dei modi e "aggiustata" in corso d'opera. Miguel Oliveira è il punto di riferimento del team, ma era lecito aspettarsi qualcosa in più. Capitolo a parte in Tech 3, invece...

MotoGP
23 dic 2021
MotoGP | E' arrivato il momento di guardare al futuro senza Rossi Prime

MotoGP | E' arrivato il momento di guardare al futuro senza Rossi

Il motociclismo ha perso il più grande showman della sua storia, con Valentino Rossi che ha concluso la sua strepitosa carriera a due ruote. Tra i suoi successori, che hanno avuto quasi tutti il "Dottore" come loro ispirazione, c'è chi può ancora tenere tutti incollati ai Gran Premi.

MotoGP
22 dic 2021