Petrucci: "Bel passo avanti, ma peccato per la Q2"

Il pilota della KTM Tech 3 ha fatto uno step importante per quanto riguarda la messa a punto della sua RC16, ma non è bastato per centrare l'accesso diretto alla Q2. E quei 55 millesimi che sono mancati per riuscirci fanno male...

Petrucci: "Bel passo avanti, ma peccato per la Q2"

Il passo avanti è stato di quelli importanti, perché ieri Danilo Petrucci è riuscito a togliere oltre mezzo secondo al tempo che aveva realizzato lo scorso weekend in Q1. Peccato che al pilota della KTM Tech 3 siano mancati appena 55 millesimi per centrare l'accesso diretto alla Q2 del Gran Premio di Doha.

Il pilota di Terni è sceso fino a 1'53"969, ma il livello della MotoGP oggi è veramente alto, quindi gli è valso solamente il 12esimo tempo nella FP2 e nella cumulativa di giornata. Le sensazioni quindi sono contrastanti per Danilo: da una parte c'è la felicità per aver mosso un passo nella direzione giusta con la messa a punto della sua RC16, ma dall'altra il rammarico per aver visto sfumare un risultato importante per così poco.

"Sono contento per il passo avanti, ma non sono soddisfatto perché avrei voluto essere nella top 10. Così sarebbero cambiate davvero molte cose. Partire dalle prime quattro file era una cosa che si poteva fare e quando resti fuori per 55 millesimi, è una differenza talmente minima che avresti potuto farla un po' dappertutto", ha detto Petrucci.

"Mi spiace tanto, ma sono contento di tutto il lavoro che stanno facendo il mio team e la KTM, perché stiamo esplorando delle aree del set-up in cui non erano mai andati prima e questo lo stanno facendo per me. E' chiaro che mi sarebbe piaciuto di più regalarmi un decimo posto però", ha aggiunto.

 

Con le temperature del giorno, sarà praticamente impossibile centrare la Q2 nella FP3, ma "Petrux" ci proverà nella Q1: "Sicuramente si può fare ed abbiamo già delle idee per provare a fare meglio in qualifica. Sarebbe stato meglio farlo in FP2, ma ci stiamo piano piano avvicinando a dove vogliamo stare".

Losail è una pista molto particolare e non particolarmente amica alla KTM, ma Petrucci è convinto che la base d'assetto che ha costruito in queste settimane in Qatar potrà rivelarsi importante anche quando si arriverà su circuiti più "amici".

"Potrebbe essere una buona base da cui ripartire in generale. Siamo sempre entrati in pista in ogni run cambiando l'assetto: mano a mano che andiamo più forte, troviamo sempre qualcosa che non va, quindi ci siamo sempre più o meno diretti nella direzione giusta", ha spiegato Danilo.

"La moto con cui ho cominciato il primo giorno era molto diversa da questa ed abbiamo perso dei punti a favore che vogliamo comunque ritrovare, come la trazione. Però siamo migliorati molto in frenata, nella stabilità e nella percorrenza delle curve, poi arriveranno delle piste su cui questa moto l'anno scorso è andata molto forte, che sono quelle su cui c'era poco grip".

"Intanto ci teniamo questo assetto e proviamo a vedere se funziona. Purtroppo non abbiamo fatto test su altre piste, quindi non abbiamo una certezza, ma solitamente quando la moto funziona su una pista poco adatta, poi va bene un po' dappertutto".

Leggi anche:

Il T4 resta il suo punto debole sul circuito qatariota, anche se il gap che gli è mancato lo avrebbe potuto trovare lungo qualsiasi altro punto del tracciato, essendo così piccolo.

"E' ancora il mio settore sfavorito e abbiamo un po' di lavoro da fare. Anche nel giro veloce, quando sei con l'acqua alla gola, provi sempre ad andare al limite. Poi a volte quando chiudo una curva penso che avrei potuto farla più forte, ma chiaramente non posso tornare indietro. Anche un minimo errore, perdi quel decimo che non recupererai più perché già sei al limite. Rimane il rammarico dei 55 millesimi, ma poco tempo fa eravamo a più di mezzo secondo dalla Q2".

A livello tecnico per ora non ci sono novità sulla sua RC16, solo una carena leggermente diversa, pensata proprio per il suo fisico: "Non abbiamo delle nuove parti. Siccome io sono un po' più ingombrante rispetto agli altri piloti, abbiamo omologato una carena leggermente più grande per me, per cercare di coprirmi un po' di più, ma questo già dalla gara scorsa".

Danilo Petrucci, KTM Tech3
Danilo Petrucci, KTM Tech3
1/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Danilo Petrucci, KTM Tech3
Danilo Petrucci, KTM Tech3
2/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Danilo Petrucci, KTM Tech3
Danilo Petrucci, KTM Tech3
3/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Danilo Petrucci, KTM Tech3
Danilo Petrucci, KTM Tech3
4/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Danilo Petrucci, KTM Tech3
Danilo Petrucci, KTM Tech3
5/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Danilo Petrucci, KTM Tech3
Danilo Petrucci, KTM Tech3
6/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Danilo Petrucci, KTM Tech3
Danilo Petrucci, KTM Tech3
7/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Danilo Petrucci, KTM Tech3
Danilo Petrucci, KTM Tech3
8/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Danilo Petrucci, KTM Tech3
Danilo Petrucci, KTM Tech3
9/16

Foto di: KTM

Danilo Petrucci, KTM Tech3
Danilo Petrucci, KTM Tech3
10/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Danilo Petrucci, KTM Tech3
Danilo Petrucci, KTM Tech3
11/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Danilo Petrucci, KTM Tech3
Danilo Petrucci, KTM Tech3
12/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Danilo Petrucci, KTM Tech3
Danilo Petrucci, KTM Tech3
13/16

Foto di: KTM

Danilo Petrucci, KTM Tech3
Danilo Petrucci, KTM Tech3
14/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Danilo Petrucci, KTM Tech3
Danilo Petrucci, KTM Tech3
15/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Danilo Petrucci, KTM Tech3
Danilo Petrucci, KTM Tech3
16/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Binder risponde a Rossi: “Forse è un po’ sensibile”
Articolo precedente

Binder risponde a Rossi: “Forse è un po’ sensibile”

Prossimo Articolo

Vinales: "Ho delle sensazioni fantastiche sulla M1"

Vinales: "Ho delle sensazioni fantastiche sulla M1"
Carica commenti
MotoGP | Ducati tenta già il sorpasso nella corsa al titolo 2022 Prime

MotoGP | Ducati tenta già il sorpasso nella corsa al titolo 2022

La stagione 2021 della MotoGP è appena terminata, ma i preparativi per il 2022 hanno già preso il via con due giorni di test a Jerez la scorsa settimana. La Ducati sembra aver colpito nel segno, mentre la mancanza di progressi della Yamaha ha creato qualche perplessità nel campione del mondo Fabio Quartararo. C'è già aria di sorpasso?

MotoGP
26 nov 2021
Pagelle MotoGP | Mondiale più di Quartararo che della Yamaha Prime

Pagelle MotoGP | Mondiale più di Quartararo che della Yamaha

Andiamo a dare i voti ai protagonisti del Motomondiale 2021 ed iniziamo con il team che ha portato al trionfo Fabio Quartararo. In Yamaha, però, non è tutto rose e fiori perché, a giudicare dal rendimento degli altri piloti dei tre diapason, il lavoro da fare è ancora tanto per stare al passo della concorrenza.

MotoGP
25 nov 2021
Ceccarelli: “Vale senza motivazione, non con meno talento” Prime

Ceccarelli: “Vale senza motivazione, non con meno talento”

Con il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine andiamo ad analizzare lìultimo week end da pilota MotoGP di Valentino Rossi. Il pilota di Tavullia ha messo sul piatto a Valencia una gara valida: non ha avuto importanza la decima posizione finale, ma la sua costanza nel fine settimana è stata encomiabile. Costanza mancata durante il 2021.

MotoGP
17 nov 2021
Pagelle MotoGP | È un dominio Ducati Prime

Pagelle MotoGP | È un dominio Ducati

In questo nuovo video di Motorsport.com, Lorenza D'Adderio e Matteo Nugnes commentano il Gran Premio di Valencia, ultimo appuntamento del Motomondiale che ha regalato tanti promossi e tanti bocciati...

MotoGP
16 nov 2021
Cosa c'è dietro all'aggressività dei piloti nelle categorie minori? Prime

Cosa c'è dietro all'aggressività dei piloti nelle categorie minori?

Le pressioni psicologiche cui sono sottoposti i ragazzini che ambiscono ad un posto nel campionato del mondo sono alla base delle manovre spesso aggressive viste in questa stagione. Imporre il divieto di ingresso nel mondiale prima dei 18 anni sarà la soluzione giusta?

MotoGP
10 nov 2021
MotoGP | Ceccarelli: “Stoner coach? Sarà lo specchio di Bagnaia” Prime

MotoGP | Ceccarelli: “Stoner coach? Sarà lo specchio di Bagnaia”

Riccardo Ceccarelli e Franco Nugnes ci parlano della volontà di piloti affermati e campioni che si circondano di coach dal palmarés mondiale per andare a migliorare ulteriormente le proprie performance, come nel caso della diretta richiesta di Pecco Bagnaia a Ducati per avere al proprio fianco Casey Stoner

MotoGP
10 nov 2021
Pagelle MotoGP | Un brutto tonfo per Aprilia Prime

Pagelle MotoGP | Un brutto tonfo per Aprilia

Il Gran Premio dell'Algarve di MotoGP si chiude con sorprese, conferme e delusioni. Ecco le pagelle dell'appuntamento portoghese stilate e commentate in questo nuovo video di Motorsport.com da Matteo Nugnes e Lorenza D'Adderio.

MotoGP
9 nov 2021
MotoGP | Misano, un weekend che resterà nella storia Prime

MotoGP | Misano, un weekend che resterà nella storia

Il fine settimana di Misano è stato un concentrato di emozioni, dal saluto del pubblico italiano a Valentino Rossi alla conquista del primo titolo di Fabio Quartararo, quasi una sorta di passaggio di consegne in casa Yamaha. Ma anche i tributi a Marco Simoncelli e Fausto Gresini hanno aggiunto qualcosa di speciale.

MotoGP
4 nov 2021