Vinales: "Ho delle sensazioni fantastiche sulla M1"

Il pilota spagnolo, nonostante il nono tempo firmato nei secondi finali delle FP2, ha dichiarato di avere un ottimo feeling con la M1 e di essere pronto a conquistare il secondo successivo consecutivo.

Vinales: "Ho delle sensazioni fantastiche sulla M1"

Il vincitore della prima tappa del calendario, ed attuale leader del campionato, sta vivendo uno stato di forma stupendo. Domenica scorsa è stato in grado di applicare la strategia pianificata in maniera ineccepibile, diventando così il pilota che ha gestito meglio le gomme a Losail.

Ieri, al termine della seconda sessione di libere, ha dichiarato di aver avuto un ottimo feeling con la M1 nonostante sia riuscito ad accedere soltanto negli ultimi istanti al Q2 con il nono tempo.

La terza sessione di libere che si disputerà oggi, difficilmente andrà a modificare la situazione andata a delinearsi nella giornata del venerdì, e Maverick sembra pronto a lottare per la seconda vittoria consecutiva, un risultato che ha raggiunto soltanto nel 2017, anno del suo esordio in Yamaha, con i successi in Qatar e Argentina.

 

Venerdì scorso Viñales aveva chiuso con il sesto tempo di giornata, mentre ieri ha ottenuto soltanto nel finale il nono risultando anche due decimi più lento di sette giorni fa. Tuttavia questo teorico passo indietro non preoccupa affatto lo spagnolo.

"Mi sento bene sulla moto e sono molto veloce. Abbiamo un ritmo incredibile, meglio di quanto mi aspettassi. La mia sensazione è fantastica", ha dichiarato Viñales, pur non essendo in grado di sfruttare appieno il potenziale della sua moto nei suoi tentativi di un giro veloce.

"Ho usato due gomme preriscaldate e il livello di grip non è lo stesso. Ma quello che mi trasmettono le gomme medie è molto buono, anche se non saranno quelle che useremo in gara. Quando metterò le gomme morbide potrò andare ancora più veloce.  Abbiamo una buona possibilità di lottare per la gara".

Leggi anche:

Domenica scorsa, il pilota di Roses ha messo in atto una strategia perfetta: si è piazzato nel gruppo di testa dopo la partenza, è rimasto lì senza forzare, e quando il grip delle gomme dei quattro piloti davanti a lui ha iniziato a crollare ha alzato il ritmo e ha iniziato a superarli tutti fino a quando si è trovato in testa al gruppo (giro 15). A quel punto ha stretto i denti per tre giri ed è scappato in fuga fino a quando ha tagliato il traguardo con più di un secondo di margine su Johann Zarco.

"Probabilmente ora giocheremo altre carte. La cosa più importante sarà arrivare alla prima curva come primo pilota non-Ducati. Da quel momento in poi sarà importante mettersi davanti il più presto possibile, e cercare di aprire un varco se possibile. Prima si arriva davanti, prima si può iniziare a gestire le gomme", ha concluso Viñales.

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
1/14

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
2/14

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
3/14

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
4/14

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
5/14

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
6/14

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
7/14

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
8/14

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
9/14

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
10/14

Foto di: MotoGP

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
11/14

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
12/14

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
13/14

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
14/14

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Petrucci: "Bel passo avanti, ma peccato per la Q2"
Articolo precedente

Petrucci: "Bel passo avanti, ma peccato per la Q2"

Prossimo Articolo

Bastianini: “I miei punti forti sono diventati deboli a Doha”

Bastianini: “I miei punti forti sono diventati deboli a Doha”
Carica commenti
Video | Ceccarelli: “Marquez sarà in forma in un paio di mesi” Prime

Video | Ceccarelli: “Marquez sarà in forma in un paio di mesi”

In compagnia di Franco Nugnes e del Dottor Riccardo Ceccarelli, andiamo a fare il punto della situazione sulla stagione motoristica 2022 che si appresta a cominciare. Ad essere al centro del mirino è Marc Marquez: lo spagnolo dovrebbe essere sulla via della risoluzione delle sue problematiche legate alla vista, mentre per le condizioni fisiche generali in circa due mesi di duro allenamento dovrebbe tornare al top della forma

MotoGP
19 gen 2022
Le migliori gare del 2021: il grande saluto al "Dottore" a Valencia Prime

Le migliori gare del 2021: il grande saluto al "Dottore" a Valencia

La gara di Valencia resterà uno spartiacque nella storia della MotoGP, perché è stata quella dell'addio di Valentino Rossi dopo 26 anni di straordinaria carriera. Un weekend dall'alto contenuto emotivo che si è concluso con una grande festa per il "Dottore".

MotoGP
6 gen 2022
Le migliori gare del 2021: Quartararo vince a casa delle Ducati Prime

Le migliori gare del 2021: Quartararo vince a casa delle Ducati

Dovendo scegliere uno dei cinque successi del campione del mondo della MotoGP, il più pesante è stato probabilmente quello al Mugello, in casa dei nemici della Ducati e in un weekend segnato dalla tragica scomparsa di Jason Dupasquier.

MotoGP
4 gen 2022
Le migliori gare del 2021: finalmente la prima di Bagnaia ad Aragon Prime

Le migliori gare del 2021: finalmente la prima di Bagnaia ad Aragon

Pecco Bagnaia sembrava quasi colpito da una maledizione: continuava a sfiorare la prima vittoria in MotoGP, ma non riusciva mai a concretizzarla. Il Gran Premio di Aragon ha rappresentato un evidente punto di svolta per la stagione del pilota della Ducati. Lo sarà anche per la sua carriera?

MotoGP
1 gen 2022
Le migliori gare del 2021: il ritorno del "vero" Marquez in Germania Prime

Le migliori gare del 2021: il ritorno del "vero" Marquez in Germania

La gara del Sachsenring era vista come una sorta di prova del nove sulla possibilità di tornare a rivedere i lampi di classe del vero Marquez anche dopo l'infortunio e Marc non ha tradito le aspettative, centrando la sua 11° vittoria di fila sul saliscendi tedesco.

MotoGP
31 dic 2021
Pagelle MotoGP | Aprilia, il marchio più cresciuto nel 2021 Prime

Pagelle MotoGP | Aprilia, il marchio più cresciuto nel 2021

2021 positivo per Aprilia: la casa di Noale è tra i team che sono più cresciuti nel confronto anno-su-anno. Con Aleix Espargaro si è sempre dimostrata veloce e presenza fissa nella Top 10. L'arrivo di Vinales, soprattutto in chiave 2022, potrebbe rappresentare il definitivo salto di qualità

MotoGP
30 dic 2021
Pagelle MotoGP | KTM, un passo indietro da non ripetere Prime

Pagelle MotoGP | KTM, un passo indietro da non ripetere

KTM non riesce a ripetere il bel 2020. La casa austriaca ha vissuto una stagione iniziata non nel migliore dei modi e "aggiustata" in corso d'opera. Miguel Oliveira è il punto di riferimento del team, ma era lecito aspettarsi qualcosa in più. Capitolo a parte in Tech 3, invece...

MotoGP
23 dic 2021
MotoGP | E' arrivato il momento di guardare al futuro senza Rossi Prime

MotoGP | E' arrivato il momento di guardare al futuro senza Rossi

Il motociclismo ha perso il più grande showman della sua storia, con Valentino Rossi che ha concluso la sua strepitosa carriera a due ruote. Tra i suoi successori, che hanno avuto quasi tutti il "Dottore" come loro ispirazione, c'è chi può ancora tenere tutti incollati ai Gran Premi.

MotoGP
22 dic 2021