Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia
Ultime notizie
MotoGP GP della Catalogna

Morbidelli scherza: "Mezza delusione? No, un quarto"

Dopo la pole il pilota della Yamaha Petronas è stato secondo fino al penultimo giro, vedendosi soffiare il podio dalle Suzuki proprio sul più bello.

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP, Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Il penultimo giro del Gran Premio di Catalogna non deve essere stato facile da digerire per Franco Morbidelli. Dopo aver firmato la pole position ieri, il pilota della Yamaha Petronas ha comandato la corsa e successivamente è stato sempre nelle posizioni da podio, poi si è visto superare nello spazio di poche curve dalle due Suzuki di Joan Mir ed Alex Rins, ritrovandosi così quarto e fuori dal podio per un soffio.

Non basta certamente un quarto posto per far abbattere un ragazzo con il carattere di Franky, che riesce comunque a vedere il bicchiere mezzo pieno e a cavarsela con una battuta, ammettendo però di aver pagato a caro prezzo l'errore commesso quando a 11 giri dalla fine è andato lungo in staccata alla curva 1, perdendo diversi secondi.

"Vedo il bicchiere mezzo pieno, perché non posso vederlo mezzo vuoto per un quarto posto. Sono un po' arrabbiato per l'errore che ho fatto, perché avrei dovuto fare una gara perfetta per raggiungere il podio. Ma è colpa solo mia. Peccato, ma il bicchiere resta mezzo pieno. Lasciamoci alle spalle questa mezza delusione. Anzi, quarto di delusione (ride)".

Leggi anche:

Dopo la gara però l'ex iridato di Moto2 non ha nascosto che per una volta ha visto la differenza tra le tre M1 Factory e la sua. Il tutto però senza recriminare. Anzi, sottolineando che questo deve essere uno stimolo ad averne una anche per lui nel 2021.

"Sicuramente questo weekend ho visto più chiaramente la differenza tra la mia e le altre Yamaha, soprattutto sul rettilineo. Forse perché, essendo più fresco, il loro airbox più grande funziona meglio. Non voglio però lamentarmi del mio pacchetto, perché la mia moto va molto bene in curva e se questo è il pacchetto che mi sono meritato con i risultati dell'anno scorso, non posso e non devo lamentarmi. Devo solo cercare di lavorare al meglio per guadagnarmi un pacchetto migliore nel futuro, quindi una factory bike".

Sul gradino più alto del podio è salito il suo compagno di squadra Fabio Quartararo, arrivato alla terza vittoria stagionale. Anche se quest'anno "Morbido" si è avvicinato molto, è stato modesto nel dire di considerarlo ancora superiore a lui.

"Quartararo è primo nel Mondiale con 31 punti più di me. Per quello è più forte di me. Poi io posso recriminare che ho rotto il motore a Jerez, che mi ha steso Zarco in Austria, che mi ha steso Aleix a Misano, però una delle frasi che mi ha detto Valentino Rossi, che io amo e che mi ha illuminato è che la bravura di un pilota sta scritta nei suoi risultati. Quartararo quindi quest'anno è più bravo di me perché è stato capace di vincere tre gare. E' vero che abbiamo due moto diverse, ma come valore assoluto è più bravo di me in questo momento".

Ora ci sarà un weekend di riposo, poi si ripartità da Le Mans. Franco preferisce non sbilanciarsi in pronostici, perché l'unica cosa che si aspetta sicuramente è il freddo.

"Mi aspetto tanto freddo e di essere un po' in difficoltà con le gomme, perché immagino che l'allocazione sia quella normale di Le Mans. Già l'anno scorso avevamo fatto molta fatica, quindi figuriamoci adesso, perché farà sicuramente più freddo".

"Dal punto di vista della performance non so cosa aspettarmi, perché quest'anno ogni gara c'è sempre un dubbio. Ero più sicuro di andare male in Austria che di andare bene su altre piste, perché le caratteristiche del Red Bull Ring erano chiarissime e contrarie alla nostra moto. Da Le Mans non so cosa aspettarmi, so solo che faremo fatica con le gomme e le temperature".

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
18

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente Fotogallery MotoGP: la vittoria di Quartararo al GP di Catalogna
Prossimo Articolo Rins: "Suzuki fatica in qualifica, ma in gara si trasforma"

Top Comments

Non ci sono ancora commenti. Perché non ne scrivi uno?

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia