Dovizioso: "Suzuki non sente differenze di gomme? Impossibile"

Il forlivese della Ducati afferma: "Forse Suzuki le avverte meno perché ne ha tratto vantaggio, ci sta. Ma si sentono, soprattutto per chi ha peggiorato la situazione". Oggi il ducatista non è andato oltre l'ottavo posto a Valencia.

Dovizioso: "Suzuki non sente differenze di gomme? Impossibile"

Partito 12esimo, Andrea Dovizioso è riuscito a chiudere ottavo il Gran Premio d'Europa al Ricardo Tormo di Valencia, staccato di poco più di 10" dal vincitore della corsa Joan Mir.

Il pilota della Ducati ha avuto diversi problemi, a partire da un feeling affatto buono già a inizio weekend, durato poi per il resto delle giornate di gara. Inoltre, anche la sua salute ha piazzato lo zampino su una stagione a dir poco stregata per lui e per il team Ducati.

Per prima cosa, però, Andrea ha tenuto a sottolineare come sia quasi impossibile che le Suzuki non abbiano avvertito il cambiamento di gomma posteriore - così come ha affermato Davide Brivio, il team manager di Hamamatsu - perché ha portato grossi cambiamenti per tutti.

"Che non sia cambiato nulla al cambiamento della gomma posteriore non è possibile, perché ti costringe a guidare in modo diverso e secondo me loro non hanno colto più di tanto il cambiamento perché per loro è stato un vantaggio. Mentre lo sentiresti di più fosse uno svantaggio. Siamo umani e siamo fatti così".

"Sinceramente, come ho detto già prima del weekend, questo distacco non fa tanta differenza. La gara non è andata così male, ma non possiamo certo essere contenti di queste prestazioni. Cosa cambia... Siamo arrivati qui con poco feeling e non siamo stati competitivi. La matematica dice che siamo ancora in gioco per il titolo, ma la realtà è che cambia poco".

Leggi anche:

"La velocità nella parte finale non era così male. Per cui penso che sia il punto da cui iniziare nuovamente in vista del prossimo weekend di gara. Alla fine finire così non è stata così male. I problemi che abbiamo avuto sono sempre i solti. La prossima settimana potremo essere più veloci, ma lo saranno anche tutti gli altri. Sarà una cosa molto diversa per tutti i piloti. Vediamo se riusciremo a fare un buono step avanti riguardo la velocità e sistemare qualche dettaglio per il finale di gara".

A livello fisico, come detto, Andrea ha avuto difficoltà sin da venerdì. Mal di testa e bruciore agli occhi hanno minato le sue prestazioni soprattutto oggi, in gara. Lui, però, non pensa possa essere COVID.

"Non so cos'ho. Venerdì e sabato avevo un po' di mal di testa, mi bruciavano un po' gli occhi. Però era leggero, Oggi, mezz'ora prima della corsa, mi è tornato fuori ma molto più forte e ho pensato: 'Qui va a finire male'. Domani faccio il tampone, poi vedremo. Ma i sintomi non sembrano quelli del COVID. Speriamo non sia il COVID, ma solo un'influenza normale".

Il titolo, ormai, è sfumato anche in questa stagione e, forse, per sempre. Andrea ne è consapevole pur non cancellando  l'idea di poter chiudere con un buon piazzamento anche in questa stagione dopo tre secondi posti di fila alle spalle dell'imprendibile Marc Marquez.

"Quando si hanno così poche carte si fa fatica a essere euforici. Però dal secondo al sesto non siamo lontani. Se è quasi impossibile portare a casa il Mondiale, proviamo a portare a casa un secondo a un terzo, non ci spunto assolutamente sopra, ci mancherebbe".

Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
1/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
2/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
3/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
4/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
5/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
6/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
7/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
8/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
9/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
10/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
11/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
12/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
13/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
14/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
15/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Viñales: “Il nostro problema non è il mondiale, siamo lontani”
Articolo precedente

Viñales: “Il nostro problema non è il mondiale, siamo lontani”

Prossimo Articolo

Fotogallery MotoGP: la doppietta Suzuki al GP d'Europa

Fotogallery MotoGP: la doppietta Suzuki al GP d'Europa
Carica commenti
Pagelle MotoGP | Ducati moto migliore, ora è pronto anche Bagnaia Prime

Pagelle MotoGP | Ducati moto migliore, ora è pronto anche Bagnaia

Annata quasi perfetta per Ducati, che conquista ogni corona iridata in MotoGP tranne quella del mondiale piloti. Moto da 9 che, nelle mani di Pecco Bagnaia, si candida come seria pretendente alla corona di Fabio Quartararo per il 2022.

MotoGP
2 dic 2021
MotoGP | Ducati tenta già il sorpasso nella corsa al titolo 2022 Prime

MotoGP | Ducati tenta già il sorpasso nella corsa al titolo 2022

La stagione 2021 della MotoGP è appena terminata, ma i preparativi per il 2022 hanno già preso il via con due giorni di test a Jerez la scorsa settimana. La Ducati sembra aver colpito nel segno, mentre la mancanza di progressi della Yamaha ha creato qualche perplessità nel campione del mondo Fabio Quartararo. C'è già aria di sorpasso?

MotoGP
26 nov 2021
Pagelle MotoGP | Mondiale più di Quartararo che della Yamaha Prime

Pagelle MotoGP | Mondiale più di Quartararo che della Yamaha

Andiamo a dare i voti ai protagonisti del Motomondiale 2021 ed iniziamo con il team che ha portato al trionfo Fabio Quartararo. In Yamaha, però, non è tutto rose e fiori perché, a giudicare dal rendimento degli altri piloti dei tre diapason, il lavoro da fare è ancora tanto per stare al passo della concorrenza.

MotoGP
25 nov 2021
Ceccarelli: “Vale senza motivazione, non con meno talento” Prime

Ceccarelli: “Vale senza motivazione, non con meno talento”

Con il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine andiamo ad analizzare lìultimo week end da pilota MotoGP di Valentino Rossi. Il pilota di Tavullia ha messo sul piatto a Valencia una gara valida: non ha avuto importanza la decima posizione finale, ma la sua costanza nel fine settimana è stata encomiabile. Costanza mancata durante il 2021.

MotoGP
17 nov 2021
Pagelle MotoGP | È un dominio Ducati Prime

Pagelle MotoGP | È un dominio Ducati

In questo nuovo video di Motorsport.com, Lorenza D'Adderio e Matteo Nugnes commentano il Gran Premio di Valencia, ultimo appuntamento del Motomondiale che ha regalato tanti promossi e tanti bocciati...

MotoGP
16 nov 2021
Cosa c'è dietro all'aggressività dei piloti nelle categorie minori? Prime

Cosa c'è dietro all'aggressività dei piloti nelle categorie minori?

Le pressioni psicologiche cui sono sottoposti i ragazzini che ambiscono ad un posto nel campionato del mondo sono alla base delle manovre spesso aggressive viste in questa stagione. Imporre il divieto di ingresso nel mondiale prima dei 18 anni sarà la soluzione giusta?

MotoGP
10 nov 2021
MotoGP | Ceccarelli: “Stoner coach? Sarà lo specchio di Bagnaia” Prime

MotoGP | Ceccarelli: “Stoner coach? Sarà lo specchio di Bagnaia”

Riccardo Ceccarelli e Franco Nugnes ci parlano della volontà di piloti affermati e campioni che si circondano di coach dal palmarés mondiale per andare a migliorare ulteriormente le proprie performance, come nel caso della diretta richiesta di Pecco Bagnaia a Ducati per avere al proprio fianco Casey Stoner

MotoGP
10 nov 2021
Pagelle MotoGP | Un brutto tonfo per Aprilia Prime

Pagelle MotoGP | Un brutto tonfo per Aprilia

Il Gran Premio dell'Algarve di MotoGP si chiude con sorprese, conferme e delusioni. Ecco le pagelle dell'appuntamento portoghese stilate e commentate in questo nuovo video di Motorsport.com da Matteo Nugnes e Lorenza D'Adderio.

MotoGP
9 nov 2021