Scott Dixon vince al Texas Speedway e si porta in testa al campionato

condivisioni
commenti
Scott Dixon vince al Texas Speedway e si porta in testa al campionato
Matteo Nugnes
Di: Matteo Nugnes
10 giu 2018, 08:09

Il veterano ha sfruttato al meglio una serata in cui i motori Honda hanno consumato meno e le vetture della Penske hanno avuto grossi problemi di blistering.

Ed Jones, Chip Ganassi Racing Honda
Josef Newgarden, Team Penske Chevrolet, Simon Pagenaud, Team Penske Chevrolet, Will Power, Team Pens
Tony Kanaan, A.J. Foyt Enterprises Chevrolet, Scott Dixon, Chip Ganassi Racing Honda
Zach Veach, Andretti Autosport Honda, pit stop
Josef Newgarden, Team Penske Chevrolet, Simon Pagenaud, Team Penske Chevrolet, Will Power, Team Pens
Charlie Kimball, Carlin Chevrolet
Josef Newgarden, Team Penske Chevrolet, Simon Pagenaud, Team Penske Chevrolet, Alexander Rossi, Andr
Will Power, Team Penske Chevrolet, pit stop, crew
L'incidente di Ed Carpenter, Ed Carpenter Racing Chevrolet
Ed Carpenter, Ed Carpenter Racing Chevrolet, Graham Rahal, Rahal Letterman Lanigan Racing Honda
Scott Dixon, Chip Ganassi Racing Honda festeggia la vittoria nella victory lane, con sei proiettili
Scott Dixon, Chip Ganassi Racing Honda
Scott Dixon, Chip Ganassi Racing Honda, festeggia la vittoria nella victory lane, con il trofeo

Scott Dixon si è portato al comando della classifica di campionato della Indycar vincendo la gara del Texas Speedway, approfittando anche dei guai che hanno colpito le vetture della Penske.

La Penske aveva piazzato una bella tripletta in qualifica, con la pole di Josef Newgarden davanti a Simon Pagenaud e Will Power, anche se i primi due si sono ritrovati a fare da spettatori virtuali nel corso della gara.

Newgarden ha perso quasi subito la leadership, a causa di blistering piuttosto marcato sulle sue gomme, che lo ha obbligato ad un pit stop extra, ma anche perché i motori Chevrolet hanno dimostrato di consumare di più rispetto agli Honda.

Questa situazione ha rapidamente favorito quindi Alexander Rossi, Robert Wickens e Scott Dixon, che si sono portati al vertice poco prima della metà della corsa.

Proprio a metà della gara Wickens ha ceduto la leadership a Dixon, lanciandolo verso la possibilità di conquistare una vittoria pesante. Un bel colpo per il veterano della Ganassi Racing, che fino allo scorso weekend a Detroit non aveva comandato neppure un giro in questa stagione.

La situazione per lui si è complicata quando al giro 173 dei 243 previsti Ed Carpenter e Wickens sono entrati in contatto, costringendo la direzione gara ad esporre la bandiera gialla e cancellando il loro vantaggio in classifica.

Sia Dixon che Rossi hanno effettuato il loro pit stop in situazione di Caution ed è qui che il neozelandese ha preso il suo vantaggio su Rossi, favorito da un malfunzionamento del sistema di rifornimento della Andretti Autosport.

Il pilota della Ganassi Racing si è quindi rimesso al comando, ma ha dovuto fare i conti con un'altra ripartenza, quando a 24 giri dal termine c'è stato un altro incidente che ha coinvolto Zachary Claman de Melo e Will Power.

Tuttavia, Dixon non si è fatto prendere dal panico ed è rimasto in testa incontrastato fino alla bandiera a scacchi, che gli ha consegnato la leadership in campionato con 23 punti di vantaggio, mentre alle sue spalle alla fine si sono piazzati Pagenaud e Rossi.

La vettura di Pagenaud è stata quella che ha gestito meglio le gomme tra quelle della Penske, mentre Rossi ha nuovamente regalato spettacolo, con una serie di sorpassi davvero clamorosi che gli hanno permesso di ottenere il suo quinto podio stagionale.

Ai piedi del podio c'è James Hinchcliffe con la vettura della SMP, bravissimo a rimontare dalla 15esima posizione in griglia. Continuando a scorrere la classifica troviamo poi due veterani come Ryan Hunter-Reay e Graham Rahal, quest'ultimo autore di una bella gara dopo una qualifica disastrosa chiusa al 20esimo posto.

Il suo compagno di squadra Takuma Sato ha chiuso settimo, davanti ad un Sebastien Bourdais che ha pagato a caro prezzo la Caution innescata da Wickens e Carpenter, precipitando nei bassi fondi della classifica. Il francese però è stato bravo a rimontare nel finale.

A completare la top 10 troviamo poi Ed Jones e Charlie Kimball, mentre Josef Newgarden ha vissuto una serata davvero complicata e non è riuscito a fare meglio del 13esimo posto finale. E' andata peggio a Marco Andretti, che ha buttato via una potenziale top 5 stallando al pit stop.

Da incubo la serata della AJ Foyt Racing: Matheus Leist è stato costretto al ritiro da un principio d'incendio patito dopo appena 7 giri, mentre Tony Kanaan è finito a muro alla curva 2, danneggiando una sospensione.

Cla   # Pilota Giri Tempo Gap Distacco Mph Pits Ritirato Punti
1   9 New Zealand Scott Dixon 248 2:00'53.2155     177.250 4   53
2   22 France Simon Pagenaud 248 2:00'57.5098 4.2943 4.2943 177.145 4   41
3   27 United States Alexander Rossi 248 2:00'57.7825 4.5670 0.2727 177.138 4   36
4   5 Canada James Hinchcliffe 248 2:00'58.3024 5.0869 0.5199 177.126 4   32
5   28 United States Ryan Hunter-Reay 248 2:00'59.9456 6.7301 1.6432 177.086 5   30
6   15 United States Graham Rahal 248 2:01'00.4899 7.2744 0.5443 177.072 5   29
7   30 Japan Takuma Satō 248 2:01'01.5612 8.3457 1.0713 177.046 5   26
8   18 France Sébastien Bourdais 248 2:01'02.6678 9.4523 1.1066 177.019 5   24
9   10 United Arab Emirates Ed Jones 248 2:01'18.3093 25.0938 15.6415 176.639 6   23
10   23 United States Charlie Kimball 247 2:01'08.4623 1 Lap 1 Lap 176.165 5   20
11   21 United States Spencer Pigot 247 2:01'10.3201 1 Lap 1.8578 176.120 5   19
12   59 United Kingdom Max Chilton 247 2:01'18.3742 1 Lap 8.0541 175.925 5   18
13   1 United States Josef Newgarden 244 2:00'53.5965 4 Laps 3 Laps 174.382 7   19
14   98 United States Marco Andretti 244 2:00'54.3484 4 Laps 0.7519 174.364 4   16
15   88 Colombia Gabby Chaves 240 2:00'54.5636 8 Laps 4 Laps 171.500 7   15
16   26 United States Zach Veach 238 2:01'02.4786 10 Laps 2 Laps 169.886 6   14
17   19 Canada Zachary DeMelo 205 1:38'12.7417 43 Laps 33 Laps 180.344 4 Accident 13
18   12 Australia Will Power 204 1:36'31.5335 44 Laps 1 Lap 182.600 3 Accident 12
19   6 Canada Robert Wickens 171 1:15'27.6505 77 Laps 33 Laps 195.789 2 Accident 12
20   20 United States Ed Carpenter 168 1:15'27.2176 80 Laps 3 Laps 192.372 3 Accident 10
21   14 Brazil Tony Kanaan 31 25'01.3619 217 Laps 137 Laps 107.039 2 Accident 9
22   4 Brazil Matheus Leist 5 2'12.7157 243 Laps 26 Laps 195.305   Fire 8

 

Prossimo articolo IndyCar
Carica commenti

Su questo articolo

Serie IndyCar
Evento Texas
Sotto-evento Sabato, gara
Piloti Scott Dixon , Simon Pagenaud , Alexander Rossi
Team Andretti Autosport , Team Penske , Chip Ganassi Racing
Autore Matteo Nugnes
Tipo di articolo Gara