Renault: niente power unit evoluta in Austria e nel 2020

La Renault non avrà una versione aggiornata del suo motore nella stagione 2020, dopo aver deciso di non portare una nuova specifica in Austria per ridurre i costi.

Renault: niente power unit evoluta in Austria e nel 2020

Dopo che le prime dieci gare della stagione sono state annullate a causa della pandemia del COVID-19, i team di F1 hanno concordato una serie di misure per ridurre i costi, tra cui il congelamento dello sviluppo del motore dopo la prima gara.

Honda ha confermato di avere un motore aggiornato per la gara di apertura in Austria, ma anche la Mercedes ha una nuova specifica rispetto a quella che avrebbe utilizzato in Australia, pensata con lo scopo di migliorare l'affidabilità.

La Renault invece ha deciso di non portare una power unit aggiornata al Red Bull Ring e questo significa che la sua specifica sarà congelata per il resto della stagione.

Il team principal Cyril Abiteboul ha spiegato che il complicato quadro finanziario generato dalla pandemia ha costretto la Renault a scendere a compromessi, rinunciando all'aggiornamento del motore.

"Ci sono stati compromessi ed alcuni sacrifici che abbiamo dovuto fare di fronte a questa crisi estremamente grave" ha detto Abiteboul.

"Stiamo parlando di una riduzione molto consistente di quello che sarà il fondo premi. Inoltre stiamo discutendo anche con gli sponsor, che sono stati molto leali, ma a loro volta stanno affrontando la crisi".

"Abbiamo dovuto prendere alcune decisioni e una di queste è stata rinunciare allo sviluppo del motore. Questo significa che su questo fronte non avremo aggiornamenti nel corso di quest'anno".

Leggi anche:

La Renault entra nella nuova stagione con la speranza di mettersi alle spalle un 2019 che è stato deludente, vedendola scivolare dal quarto al quinto posto nella classifica costruttori.

Abiteboul comunque si è detto convinto delle possibilità del suo team di risalire la china quest'anno, dopo aver individuato alcuni errori fatti nel passato.

"Se pensiamo al 2018, eravamo quarti nel Mondiale, ma era chiaro che non eravamo in grado di sviluppare la nostra vettura con lo stesso ritmo dei tre top team" ha detto Abiteboul.

"Era già chiaro che la McLaren fosse in risalita e noi abbiamo fatto diversi cambiamenti all'interno delle nostre gerarchie tecniche ad Enstone".

"Penso che il motore abbia fatto dei progressi, che questa cosa sia riconosciuta ed accettata. Ora dobbiamo concentrarci sulla vettura e questo fa parte di ciò che stiamo facendo in termini di compromessi finanziari per il futuro".

"Mi sento sotto pressione, ma allo stesso modo, mi sento anche fiducioso per quest'anno per quelli a venire".

condivisioni
commenti
F1, GP Austria, Libere 2: due Mercedes più quella Rosa

Articolo precedente

F1, GP Austria, Libere 2: due Mercedes più quella Rosa

Prossimo Articolo

Verstappen: "Tempi bugiardi, nel giro veloce ho rotto l'ala"

Verstappen: "Tempi bugiardi, nel giro veloce ho rotto l'ala"
Carica commenti
Ali Flessibili: la soluzione più "chiacchierata" della F1 odierna Prime

Ali Flessibili: la soluzione più "chiacchierata" della F1 odierna

Si sta facendo un gran parlare attorno alle ali flessibili in Formula 1. A partire dal GP di Francia, la situazione dovrebbe normalizzarsi, ma ecco cos'ha causato l'oggetto del contendere tra Mercedes e Red Bull

Ferrari: scopriamo quali sono i due volti della SF21 Prime

Ferrari: scopriamo quali sono i due volti della SF21

La Scuderia è terza nel mondiale Costruttori con 92 punti davanti alla McLaren: la SF21 ha un potenziale nettamente superiore a quello della SF1000, ma la Rossa finora ha raccolto meno del potenziale mostrato in pista. Andiamo a capire perché c'è una differenza fra il giro secco e il passo gara, per capire come mai a due pole position conquistate in prova non abbia corrisposto almeno una vittoria.

Formula 1
11 giu 2021
Chinchero racconta Ricciardo (p. 1) - It's a long way to the top Prime

Chinchero racconta Ricciardo (p. 1) - It's a long way to the top

15esima puntata di It's a long way to the top, rubrica podcast di Roberto Chinchero in cui, la prima firma di F1 di Motorsport.com, racconta attraverso aneddoti la scalata alla F1 di Daniel Ricciardo. Buon ascolto! (Parte 1).

Formula 1
10 giu 2021
Perez: l'alfiere di re Max nella partita a scacchi per il titolo Prime

Perez: l'alfiere di re Max nella partita a scacchi per il titolo

Con la vittoria a Baku il messicano ha portato punti preziosi nel Costruttori ed ha dimostrato come in questa stagione, nella lotta tra Verstappen e Hamilton, le seconde guide dei due team di punta avranno un ruolo determinante.

Formula 1
10 giu 2021
GP Baku: Perez trionfa nel week end nero Mercedes Prime

GP Baku: Perez trionfa nel week end nero Mercedes

Sergio Perz ha vinto in maniera rocambolesca il Gran Premio d'Azerbaijan, sesta prova del Mondiale 2021 di Formula 1. Il messicano ha avuto la meglio di Vettel e Gasly, con Verstappen out a tre giri dal termine dopo aver ampiamente dominato la corsa

Formula 1
10 giu 2021
Bottas: il vero punto debole della Mercedes Prime

Bottas: il vero punto debole della Mercedes

Valtteri Bottas è il protagonista indiscusso di questa puntata de Il Primo degli Ultimi. Il finlandese in Azerbaijan ha vissuto uno dei suoi fine settimana peggiori da quando è in Mercedes. Proviamo a capire ed analizzare quali fattori possono aver portato a ciò.

Formula 1
8 giu 2021
GP d'Azerbaijan: caos, rimonte e sorprese a Baku Prime

GP d'Azerbaijan: caos, rimonte e sorprese a Baku

Il GP d'Azerbaijan di Formula 1 non è stato per nulla avaro di sorprese. A Baku abbiamo assistito ad una gara animata da ricchi colpi di scena, con cambi al vertice e situazioni insperate. Ecco com'è andata nella nostra esclusiva animazione grafica

Formula 1
7 giu 2021
Minardi: “Hamilton non si è voluto accontentare” Prime

Minardi: “Hamilton non si è voluto accontentare”

Andiamo ad analizzare il GP dell'Azerbaijan dando i voti ai piloti di Formula 1 insieme a Franco Nugnes e Gian Carlo Minardi

Formula 1
7 giu 2021