Leclerc: "Siamo realisti: la Ferrari avrà due GP difficili"

Il monegasco non nasconde le grosse difficoltà che ha la SF1000, ma non per questo si rassegna e afferma di mettere tutto l'impegno possibile per tornare al successo.

Leclerc: "Siamo realisti: la Ferrari avrà due GP difficili"

Sarà un altro weekend campale per la Ferrari a Silverstone e Charles Leclerc non ha grosse difficoltà ad ammetterlo.

Anzi, il monegasco "raddoppia" la dose, visto che le gare sul tracciato inglese saranno due, ossia il Gran Premio di Gran Bretagna e quello del 70° Anniversario della F1 che si terrà la prossima settimana.

La SF1000 non va, non è mai andata. Se non fatta eccezione per il podio in Austria, arrivato in una situazione particolare con bravura del pilota #16 a sfruttare gli episodi. Quindi c'è da rimboccarsi le maniche e darsi da fare fin dal venerdì per capire che direzione prendere.

"Penso che sulla carta ci attendano due weekend difficili. Sono sempre ottimista di natura, ma la realtà è questa - ammette Leclerc - Non mi sento frustrato, dobbiamo essere onesti e ammettere che sono tempi duri, cosa non facile. Servirà molto lavoro per tornare dove dovremmo essere, per cui so che c'è parecchio da fare da qui in avanti, non frustrazione. Anzi, sono molto motivato a provare ogni cosa per crescere, lavorando nel miglior modo possibile".

Questa monoposto del Cavallino è chiaro che sia nata sbagliata sotto vari aspetti, cosa che lo stesso Charles conferma nell'evitare di indicare un problema solo.

"Dal mio punto di vista non mi sento di puntare il dito su una cosa in particolare, non credo sia la strada giusta. Come team sappiamo che non è stato fatto un buon lavoro quest'anno, per cui dobbiamo cercare nuovamente quelle prestazioni che avevamo un tempo dandoci da fare, che è quello che stiamo appunto facendo. Tutti stanno provando ad impegnarsi al massimo, in azienda, io e Seb in pista; cerchiamo di dare più indicazioni possibili per tornare dove vogliamo essere".

E dire che Leclerc l'anno scorso qui fece una bella lotta con Max Verstappen, cosa che sarà durissima ora, ma allontanando l'ipotesi che la SF1000 non sia un'auto per lui.

"Ogni anno le macchine sono diverse e bisogna adattare il proprio stile di guida ad esse, quindi non sto facendo nulla di diverso rispetto al passato. La prima gara in Austria mi ero trovato bene, in Ungheria ho fatto un errore nel sistemare la vettura per la qualifica, pensando che andasse bene per la gara. Guardandosi alle spalle, c'è sempre qualcosa che vorresti cambiare, ma in generale non ho problemi ad adattarmi al mezzo".

Informazioni aggiuntive di Luke Smith

condivisioni
commenti
Vettel: "Futuro? Voglio prendermi tutto il tempo necessario"

Articolo precedente

Vettel: "Futuro? Voglio prendermi tutto il tempo necessario"

Prossimo Articolo

Sainz appoggia Elkann: "2022 opportunità per la Ferrari"

Sainz appoggia Elkann: "2022 opportunità per la Ferrari"
Carica commenti
Ilott: dal disastro Red Bull alla rinascita in Ferrari Prime

Ilott: dal disastro Red Bull alla rinascita in Ferrari

Nonostante la giovane età Callum Ilott ha vissuto numerose esperienze nel motorsport. Dopo essere stato scaricato da Helmut Marko, l'inglese ha trovato una seconda opportunità con la Ferrari e adesso punta con decisione ad un ruolo da titolare in F1 nel 2022.

F1 Stories: I Signori dell'Hungaroring Prime

F1 Stories: I Signori dell'Hungaroring

Piquet, Senna, Schumacher, Vettel... questi sono solo quattro dei tanti nomi che hanno contribuito a fare la storia del Gran Premio d'Ungheria di Formula 1. Riviviamo insieme alcuni degli episodi più significativi della gara ungherese.

Ferrari: l'importanza della qualifica per correre in aria pulita Prime

Ferrari: l'importanza della qualifica per correre in aria pulita

A Silverstone la Scuderia ha sfiorato una clamorosa vittoria con Charles Leclerc. La SF21 è molto migliorata nella gestione delle gomme Pirelli (specie con la mescola media), ma per estrarre il massimo dalla Rossa i due piloti devono portarla il più avanti possibile in qualifica.

Formula 1
24 lug 2021
F1 2021: piloti dal salotto di casa Prime

F1 2021: piloti dal salotto di casa

Andiamo ad analizzare da vicino F1 2021, il videogame dedicato alla stagione attuale di Formula 1 realizzato da Codemasters

Formula 1
24 lug 2021
Chinchero racconta Ricciardo (p.2) - It's a long way to the top Prime

Chinchero racconta Ricciardo (p.2) - It's a long way to the top

16esima puntata di It's a long way to the top, rubrica podcast di Roberto Chinchero in cui, la prima firma di F1 di Motorsport.com, racconta attraverso aneddoti la scalata alla F1 di Daniel Ricciardo. Buon ascolto! (Parte 2).

Formula 1
22 lug 2021
Big Bang F1: quando gli scontri fanno storia Prime

Big Bang F1: quando gli scontri fanno storia

La storia della Formula 1 è ricca di incidenti, toccatine maliziose e vere e proprie vendette all'arma bianca entrate nell'immaginario collettivo di chi ama questo sport. E quanto visto domenica a Silverstone tra Hamilton e Verstappen sembra non essere destinato a rimanere un caso isolato...

Formula 1
22 lug 2021
Ceccarelli: "Lewis ha esagerato nel festeggiare con Max in ospedale" Prime

Ceccarelli: "Lewis ha esagerato nel festeggiare con Max in ospedale"

In questo nuovo appuntamento di Doctor F1, Franco Nugnes e il Dott. Riccardo Ceccarelli commentano la portata principale offerta dal Gran Premio di Gran Bretagna: Hamilton re di Silverstone, con Max che dal decimo appuntamento della stagione raccoglie solo i tre punti della Sprint Qualifying. Con l'olandese in ospedale, i festeggiamenti del padrone di casa sono stati davvero inopportuni?

Formula 1
21 lug 2021
Hamilton, Verstappen e Wolff: fiera degli errori a Silverstone Prime

Hamilton, Verstappen e Wolff: fiera degli errori a Silverstone

Andiamo ad analizzare in questa puntata de Il Primo degli Ultimi i protagonisti in negativo del Gran Premio di Gran Bretagna di Formula 1. Da un lato, abbiamo Lewis Hamilton che, nonostante la vittoria, perde sul piano morale con festeggiamenti esagerati mentre il rivale è in ospedale. E proprio il rivale, Verstappen, merita comunque un posto in rubrica per non aver ancora chiaro come si vinca un mondiale di F1. E poi c'è Toto Wolff

Formula 1
20 lug 2021