Hamilton: "Devo fare la pole per limitare i danni"

Il pilota della Mercedes è stato il più veloce in entrambe le sessioni di prove libere del venerdì del Gran Premio di Turchia, ma sa già che dovrà scontare una penalità di 10 posizioni in griglia, quindi per domani l'obiettivo dichiarato è mettere tutti in fila in qualifica per limitare i danni.

Hamilton: "Devo fare la pole per limitare i danni"

E' stato un venerdì a due facce quello del Gran Premio della Turchia per Lewis Hamilton. Da una parte, il pilota della Mercedes ha iniziato il weekend di Istanbul sapendo che la sua corsa domenica sarà in salita, visto che la squadra di Brackley ha deciso di montare un'unità termica nuova sulla sua W12. Cosa che lo farà incappare in una penalità di 10 posizioni in griglia.

Dall'altra, però, il leader della classifica iridata è stato il mattatore odierno, chiudendo entrambe le sessioni davanti a tutti. In questo modo, è riuscito quindi a mandare un messaggio chiaro al rivale Max Verstappen, parso invece un po' più in difficoltà con una Red Bull per l'occasione bianca.

Il britannico sembra avere tutte le carte in regola per dare l'assalto alla pole position, riuscendo in questo modo a minimizzare l'impatto della sua penalità sulla griglia. Va detto, però, che le previsioni meteo parlano di elevate probabilità di pioggia sia per domani che per domenica e in quel caso il lavoro fatto oggi rischia di assumere un valore abbastanza relativo.

Non a caso, nella sua analisi a fine sessione, Lewis ha cominciato parlando dell'asfalto del tracciato di Istanbul, che rispetto all'anno scorso offre un grip decisamente migliore dopo il trattamento di idropulitura a cui è stato sottoposto la scorsa settimana.

"Oggi è andata molto diversamente. L'anno scorso c'era un asfalto talmente nuovo che c'era l'olio che saliva in superficie", ha detto Hamilton ai microfoni di Sky, facendo riferimento a quando nel 2020 sembrava davvero di guidare sul ghiaccio a tratti.

"Stavolta hanno pulito la pista davvero bene qualche giorno prima, quindi non sapevamo cosa aspettarci quando siamo entrati in pista oggi, ma c'era molto più grip rispetto al passato. E guidare su questa pista con queste condizioni è molto più divertente", ha aggiunto.

Riguardo alle sue prestazioni odierne, nonostante il doppio miglior tempo, non è parso del tutto soddisfatto, soprattutto in relazione alla seconda sessione, nella quale non ha gradito troppo alcune modifiche apportate alla sua Mercedes.

Leggi anche:

"Siamo partiti con un buon assetto e siamo stati molto veloci nella prima sessione. Poi abbiamo apportato qualche modifica, anche perché la pista è sempre in evoluzione di sessione in sessione. I cambiamenti che abbiamo fatto però non mi hanno fatto sentire a mio agio come nella prima sessione. Però abbiamo raccolto tante informazioni che speriamo che ci possano essere utili nelle prossime sessioni".

Poi però ha corretto il tiro, spiegando di non essere troppo lontano dal 100%: "Sono abbastanza vicino. Non so quanto margine ci sia ancora, ma troviamo sempre qualcosa e penso che ci riusciremo anche stasera, sperando che poi domani non piova".

L'obiettivo per le qualifiche di domani è molto chiaro ed è chiaramente vincolato alla sua penalità di 10 posizioni in griglia.

"Ho bisogno di fare la pole per limitare i danni. Poi ovviamente devo capire anche meglio la macchina per essere veloce nei long run, quindi domani diciamo che dovrò trovare il giusto equilibrio nel lavoro da fare in FP3. Non è molto diverso da qualsiasi altro fine settimana".

Infine, ha parlato anche della buonissima prestazione offerta dalla Ferrari, che ha chiuso subito alle sue spalle con Charles Leclerc, mostrando cose interessanti anche a livello di passo gara.

"Saranno difficili da superare, ma anche le Renault e le McLaren. Sembra che stiano migliorando sempre di più nel corso di quest'anno. Non so se stanno portando degli aggiornamenti, perché non guardo proprio a loro. Ma è bello vederli diventare più forti e spero che lo siano anche l'anno prossimo".

Lewis Hamilton, Mercedes

Lewis Hamilton, Mercedes

Photo by: Steve Etherington / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Verstappen preoccupato: "Ci attende una serata impegnativa"
Articolo precedente

Verstappen preoccupato: "Ci attende una serata impegnativa"

Prossimo Articolo

Podcast, Chinchero: "Ferrari al top grazie a un assetto già OK"

Podcast, Chinchero: "Ferrari al top grazie a un assetto già OK"
Carica commenti
Video F1 | Lewis e Max mostrano i limiti di Masi Prime

Video F1 | Lewis e Max mostrano i limiti di Masi

Michael Masi è ancora una volta protagonista di questa puntata de Il Primo degli Ultimi. Il Direttore Gara della F1 ha mostrato tutti i propri evidenti limiti nela conduzione di un infuocato GP dell'Arabia Saudita, con Hamilton e Verstappen che certamente non gli hanno reso la vita facile, ma che hanno cotribuito a mettere in mostra tutte le problematiche di un arbitro che pare sempre più inadeguato al ruolo che ricopre

Pagelle F1 | Minardi: "Bocciato Masi che ormai è delegittimato" Prime

Pagelle F1 | Minardi: "Bocciato Masi che ormai è delegittimato"

Nella domenica saudita a far discutere, ancora una volta, è Michael Masi. Un atteggiamento discutibile e che mette in evidenza la difficoltà nel gestire il dentro e il fuori la pista di un mondiale che si deciderà ad Abu Dhabi. Ecco l'analisi di Franco Nugnes e Gian Carlo Minardi, in questo nuovo video di Motorsport.com.

Formula 1
6 dic 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Hamilton bravo ad evitare le malizie di Max" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Hamilton bravo ad evitare le malizie di Max"

Max Verstappen e Lewis Hamilton hanno offerto uno spettacolo al limite della sportività. L'inglese, tuttavia, è stato più accorto e scaltro dell'olandese, che in un'altra epoca della F1 avrebbe rischiato grosso una volta raggiunto il parco chiuso

Formula 1
6 dic 2021
Come reagiscono i team di Formula 1 a situazioni di pressione Prime

Come reagiscono i team di Formula 1 a situazioni di pressione

OPINIONE: La pressione è tutta su Red Bull e Mercedes mentre la stagione 2021 di Formula 1 si prepara alla sua doppietta finale. Il consulente tecnico di Motorsport.com ed ex ingegnere McLaren F1 Tim Wright spiega come le rispettive squadre affronteranno quello che sarà un fattore cruciale nell'esito del campionato piloti e costruttori.

Formula 1
5 dic 2021
F1 | I benefici potenziali di perdere il titolo Costruttori Prime

F1 | I benefici potenziali di perdere il titolo Costruttori

Vincere il titolo Costruttori comporta un vantaggio da un punto di vista economico, ma con le nuove regole introdotte dalla F1 i team meglio piazzati devono scontare limitazioni in galleria del vento e al CFD.

Formula 1
5 dic 2021
Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto? Prime

Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto?

Lewis Hamilton e Valtteri Bottas monopolizzano la prima fila del Gran Premio dell'Arabia Saudita di Formula 1. Il tanto decantato super motore Mercedes, tuttavia, non ha consentito ai due il boost sperato, con Max Verstappen che sarebbe stato in pole senza l'errore nel suo ultimo crono

Formula 1
4 dic 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi"

Max Verstappen getta alle ortiche una pole position che sembrava scritta nelle stelle. L'olandese, per troppa cronica ingordigia, non si è voluto accontentare preferendo strafare nel suo ultimo tentativo cronometrato. Risultato? RB16B a muro e terza posizione sulla griglia. Cambio permettendo...

Formula 1
4 dic 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo"

Le Prove Libere del GP dell'Arabia Saudita ci parlano di un Lewis Hamilton e della Mercedes in forma, con Verstappen solo quarto. Ma l'errore pesante di giornata è della Ferrrari di Leclerc, che ha perso la sua SF21 in una delle tante curve veloci del tracciato di Jeddah

Formula 1
3 dic 2021