Hamilton ci ha ripensato: "Baku è una pista da grandi palle!"

condivisioni
commenti
Hamilton ci ha ripensato:
Matteo Nugnes
Di: Matteo Nugnes
17 giu 2016, 17:31

Mercoledì l'aveva descritta come un'autostrada, ma dopo averci girato il pilota della Mercedes ne è rimasto stregato e dice che si deve guidare con il cuore in gola come a Montecarlo. Inoltre è primo e questo non guasta mai...

Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W07 Hybrid
Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W07 Hybrid
Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W07 Hybrid
Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W07 Hybrid
Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W07 Hybrid
Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W07 Hybrid
Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W07 Hybrid
Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W07 Hybrid

Mercoledì Lewis Hamilton aveva etichettato il tracciato di Baku come un'autostrada, che non aveva niente a che fare con i veri tracciati cittadini. Dopo una giornata di prove, nella quale ha anche dominato, rifilando ben oltre sei decimi alla Mercedes gemella di Nico Rosberg, il tre volte campione del mondo sembra aver decisamente cambiato idea.

"E' molto simile a Valencia in molti aspetti, ma la cosa migliore è che è una combinazione di curve come quelle di Monaco, dove devi attaccare le frenate e fare il pelo alle barriere in uscita. Poi sul rettilineo principale si viaggia a 350 km/h con il cuore in gola. E' una vera sfida guidare al limite, ma mi sento praticamente a casa. E' una pista da grandi palle, come Monaco" ha detto Lewis.

Oggi si sono visti molti errori da parte di tutti (anche lui è arrivato a toccare il muretto in ingresso alla curva 3), ma Lewis sembra piuttosto convinto che domani la musica cambierà, perché ormai i piloti hanno imparato la pista.

"Stiamo tutti imparando. Quando si affronta una nuova pista, lo si fa sempre un passo alla volta, ma più velocemente che puoi. Questo è tipico soprattutto sui tracciati cittadini, ma ora tutti hanno probabilmente imparato la pista ora, quindi domani vedremo meno errori".

Il britannico poi ha parlato anche delle tante lamentele che ci sono state nei giorni scorsi, legate alla sicurezza del tracciato dell'Azerbaigian. Secondo lui però se fosse diversa, la pista perderebbe parte del suo carattere.

"Il fondo è davvero irregolare sul rettilineo principale e si fa fatica a vedere bene la curva 1, perché ci sono davvero tante vibrazioni. Ma fa parte delle corse. Alcuni piloti vorrebbero che fosse più liscia e sicura, ma questo toglierebbe carattere alla pista. Sono certo che diranno così in tanti, ma io mi limiterò a stare seduto e a sorridere".

Prossimo articolo Formula 1
Toro Rosso: deviatori di flusso negli sfoghi ai lati dell'abitacolo

Articolo precedente

Toro Rosso: deviatori di flusso negli sfoghi ai lati dell'abitacolo

Prossimo Articolo

La FIA modificherà i cordoli e l'entrata della pitlane di Baku

La FIA modificherà i cordoli e l'entrata della pitlane di Baku
Carica commenti