F1, Imola, Libere 3: Verstappen fa la differenza, Ferrari in difesa

La Red Bull dell'olandese tiene tutti a distanza di almeno quattro decimi e si candida per la pole position del GP del Made in Italy e dell'Emilia Romagna. Dietro a Verstappen spunta a sorpresa Norris con la McLaren che ha... aperto il motore Mercedes. Lando è davanti alla W12 di Hamilton e alla RB16B di Perez. La Ferrari è quinta con Leclerc e settima con Sainz che si sono un po' coperte. Fra le due Rosse si è infilata l'AlphaTauri di Gasly.

F1, Imola, Libere 3: Verstappen fa la differenza, Ferrari in difesa

Max Verstappen riequilibra i valori nella terza sessione di prove libere del GP del Made in Italy e dell'Emilia Romagna: l'olandese con la Red Bull equipaggiata da gomme soft è l'unico a sfondare il muro dell'1'15" stampando un tempo di 1'14"958. La monoposto di Milton Keynes, per un turno senza problemi, si porta nettamente al comando, prenotando la pole position a Imola alla conclusione di un turno nel quale sono stati cancellati ben 21 tempi perché i piloti hanno esagerato sui cordoli.

Alle spalle della RB16B non ci sono le attese Mercedes, ma la McLaren MCL35 M di Lando Norris: l'inglese è la grande rivelazione della mattinata dopo un giro perfetto, ma la squadra di Woking che ha fatto pretattica ieri, ha spinto la mappatura della power unit della Stella che venerdì era stata tenuta particolarmente sotto tono: con 1'15"414 Lando è arrivato a meno di mezzo secondo dalla Red Bull.

Lewis Hamilton con la W12 è terzo a mezzo secondo: la sensazione è che la freccia nera sia molto competitiva con le gomme medie, ma non riesca a esprimere il potenziale pieno con le rosse. L'epta campione si è difeso, mentre Valtteri Bottas è andato in confusione non andando oltre un ottavo posto che costa quasi un secondo.

Sergio Perez, positivo con le gomme medie, è quarto con la seconda Red Bull: alla conclusione di una sessione "normale", il messicano è a mezzo secondo da Verstappen (ha preso quasi quattro decimi solo nel T3!).

La Ferrari sembra essersi normalizzata con Charles Leclerc quinto: il monegasco non ha voluto strafare come ieri e, probabilmente, si è tenuto un certo margine di motore in vista della qualifica. Sulla SF21 è stato deliberato il fondo nuovo con il taglio a L su entrambe le vetture: Carlos Sainz è settimo a due decimi dal compagno di squadra e fra i due pilot del Cavallino si è infilato Pierre Gasly ottimo sesto con l'AlphaTauri.

La top ten si completa con le due Alpine di Fernando Alonso e Esteban Ocon separati di appena 42 millesimi di secondo.

Yuki Tsunoda è finito spesso nel traffico per cui non si capisce se l'11esimo tempo rappresenti il suo effettivo limite all'Enzo e Dino Ferrari con la AT02: il giapponesino ha preceduto Lance Stroll con l'Aston Martin che si conferma davanti a Sebastian Vettel: il tedesco questa volta è 14esimo con una macchina deludente e ha limitato a due decimi il distacco dal compagno canadese.

Fra le due "verdone" c'è Daniel Ricciardo che continua a soffrire il suo adattamento alla McLaren: l'australiano non trova il passo di Norris, ma gli otto decimi di differenza indicano che c'è qualcosa che non quadra.

Bella la prestazione di Mick Schumacher che si è arrampicato al 16esimo posto con la Haas: il tedesco è finito nel sandwich delle Williams con George Russell 15esimo e Nichola Latifi, 17esimo.

Quest'ultimo, dopo aver portato la sua Williams fino al sesto tempo, ha sbattuto all'esterno della Variante Villeneuve dopo essere finito nella sabbia a causa di un imporvviso sovrasterzo. Il canadese ha danneggiato l'ala anteriore contro le barriere, ma è riuscito a ritornare ai box con i suoi mezzi. La direzione gara, intanto, aveva esposto la bandiera rossa interrompendo la sessione in modo forse troppo tempestivo.

Male le due Alfa Romeo capaci di essere davanti solo alla Haas di Antonio Giovinazzi (autore di un testacoda per fortuna senza danni) e Kimi Raikkonen.

Cla Pilota Telaio Giri Tempo Gap Distacco km/h
1 Netherlands Max Verstappen Red Bull 18 1'14.958     235.764
2 United Kingdom Lando Norris McLaren 17 1'15.414 0.456 0.456 234.338
3 United Kingdom Lewis Hamilton Mercedes 18 1'15.515 0.557 0.101 234.025
4 Mexico Sergio Perez Red Bull 18 1'15.551 0.593 0.036 233.913
5 Monaco Charles Leclerc Ferrari 21 1'15.738 0.780 0.187 233.335
6 France Pierre Gasly AlphaTauri 22 1'15.890 0.932 0.152 232.868
7 Spain Carlos Sainz Jr. Ferrari 21 1'15.908 0.950 0.018 232.813
8 Finland Valtteri Bottas Mercedes 19 1'15.908 0.950 0.000 232.813
9 Spain Fernando Alonso Alpine 20 1'16.186 1.228 0.278 231.963
10 France Esteban Ocon Alpine 20 1'16.228 1.270 0.042 231.836
11 Japan Yuki Tsunoda AlphaTauri 20 1'16.230 1.272 0.002 231.829
12 Canada Lance Stroll Aston Martin 19 1'16.245 1.287 0.015 231.784
13 Australia Daniel Ricciardo McLaren 17 1'16.253 1.295 0.008 231.760
14 Germany Sebastian Vettel Aston Martin 19 1'16.389 1.431 0.136 231.347
15 United Kingdom George Russell Williams 20 1'16.427 1.469 0.038 231.232
16 Germany Mick Schumacher Haas 22 1'16.448 1.490 0.021 231.168
17 Canada Nicholas Latifi Williams 15 1'16.537 1.579 0.089 230.900
18 Italy Antonio Giovinazzi Alfa Romeo 22 1'16.612 1.654 0.075 230.674
19 Finland Kimi Raikkonen Alfa Romeo 23 1'16.803 1.845 0.191 230.100
20 Russian Federation Nikita Mazepin Haas 23 1'17.398 2.440 0.595 228.331
condivisioni
commenti
Red Bull: la RB16B detta le linee di sviluppo sul fondo
Articolo precedente

Red Bull: la RB16B detta le linee di sviluppo sul fondo

Prossimo Articolo

Alpine delude: problemi di correlazione tra galleria e pista

Alpine delude: problemi di correlazione tra galleria e pista
Carica commenti
Video | Ceccarelli: “I piloti a Jeddah non avevano alcuna paura” Prime

Video | Ceccarelli: “I piloti a Jeddah non avevano alcuna paura”

Insieme a Franco Nugnes ed al dottor Riccardo Ceccarelli andiamo ad analizzare quanto successo in occasione dell'ultimo GP di Formula 1 a Jeddah, dove i piloti si sono dimostrati più forti della paura

Video F1 | Lewis e Max mostrano i limiti di Masi Prime

Video F1 | Lewis e Max mostrano i limiti di Masi

Michael Masi è ancora una volta protagonista di questa puntata de Il Primo degli Ultimi. Il Direttore Gara della F1 ha mostrato tutti i propri evidenti limiti nela conduzione di un infuocato GP dell'Arabia Saudita, con Hamilton e Verstappen che certamente non gli hanno reso la vita facile, ma che hanno cotribuito a mettere in mostra tutte le problematiche di un arbitro che pare sempre più inadeguato al ruolo che ricopre

Formula 1
7 dic 2021
Pagelle F1 | Minardi: "Bocciato Masi che ormai è delegittimato" Prime

Pagelle F1 | Minardi: "Bocciato Masi che ormai è delegittimato"

Nella domenica saudita a far discutere, ancora una volta, è Michael Masi. Un atteggiamento discutibile e che mette in evidenza la difficoltà nel gestire il dentro e il fuori la pista di un mondiale che si deciderà ad Abu Dhabi. Ecco l'analisi di Franco Nugnes e Gian Carlo Minardi, in questo nuovo video di Motorsport.com.

Formula 1
6 dic 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Hamilton bravo ad evitare le malizie di Max" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Hamilton bravo ad evitare le malizie di Max"

Max Verstappen e Lewis Hamilton hanno offerto uno spettacolo al limite della sportività. L'inglese, tuttavia, è stato più accorto e scaltro dell'olandese, che in un'altra epoca della F1 avrebbe rischiato grosso una volta raggiunto il parco chiuso

Formula 1
6 dic 2021
Come reagiscono i team di Formula 1 a situazioni di pressione Prime

Come reagiscono i team di Formula 1 a situazioni di pressione

OPINIONE: La pressione è tutta su Red Bull e Mercedes mentre la stagione 2021 di Formula 1 si prepara alla sua doppietta finale. Il consulente tecnico di Motorsport.com ed ex ingegnere McLaren F1 Tim Wright spiega come le rispettive squadre affronteranno quello che sarà un fattore cruciale nell'esito del campionato piloti e costruttori.

Formula 1
5 dic 2021
F1 | I benefici potenziali di perdere il titolo Costruttori Prime

F1 | I benefici potenziali di perdere il titolo Costruttori

Vincere il titolo Costruttori comporta un vantaggio da un punto di vista economico, ma con le nuove regole introdotte dalla F1 i team meglio piazzati devono scontare limitazioni in galleria del vento e al CFD.

Formula 1
5 dic 2021
Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto? Prime

Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto?

Lewis Hamilton e Valtteri Bottas monopolizzano la prima fila del Gran Premio dell'Arabia Saudita di Formula 1. Il tanto decantato super motore Mercedes, tuttavia, non ha consentito ai due il boost sperato, con Max Verstappen che sarebbe stato in pole senza l'errore nel suo ultimo crono

Formula 1
4 dic 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi"

Max Verstappen getta alle ortiche una pole position che sembrava scritta nelle stelle. L'olandese, per troppa cronica ingordigia, non si è voluto accontentare preferendo strafare nel suo ultimo tentativo cronometrato. Risultato? RB16B a muro e terza posizione sulla griglia. Cambio permettendo...

Formula 1
4 dic 2021