F1: Hamilton bastona, Ferrari bastonata

Il sette volte campione del mondo aveva il sesto tempo quando ha dovuto interrompere il suo tentativo da qualifica per la bandiera rossa dovuta al crash di Albon. Ma Lewis non si è accontentato: ha voluto effettuare un altro run per prendersi il miglior tempo. In Bahrain ha deluso la Ferrari con Vettel, 12esimo, e Leclerc, 14esimo: la SF1000 non ha trovato un buon bilanciamento dopo che la Scuderia ha lavorato molto in funzione del 2021.

F1: Hamilton bastona, Ferrari bastonata

“Voglio fare un altro giro lanciato, okay?”. Lewis Hamilton, sette titoli Mondiali, a quindici minuti dal termine della sessione FP2 era in sesta posizione, a causa della bandiera rossa (innescata da una violenta uscita di pista di Alexander Albon) che ha interrotto l’attività in pista.

Hamilton ha dovuto abortire la sua simulazione di qualifica, ma quella sesta posizione proprio non gli andava giù. Ricevuto l’okay dai suoi ingegneri, Lewis è tornato in pista e ha stampato il miglior tempo di giornata: 1’28”971.

Non ce la fa proprio Hamilton a lasciare qualcosa agli avversari, anche quando la classifica conta poco o nulla. Chi si aspettava un Lewis appagato dopo la sbornia Mondiale è rimasto deluso, ma qualcosa è comunque cambiato nel box Mercedes, che nella prima giornata di attività in pista sul circuito di Al Sakhir ha dato priorità al lavoro in ottica 2021.

Bottas e Hamilton sono stati i piloti che hanno dedicato più tempo alle prove con i due set di pneumatici Pirelli 2021, togliendo spazio alla routine di lavoro abituale.

Hamilton ha percorso solo tre giri lanciati in configurazione gara (al termine della FP2) mentre Bottas ha provato un po' più a lungo le soft. Nel box campione del Mondo non c’è comunque alcuna preoccupazione in merito al weekend di Al Skahir, consci che le due W11 anche con qualche giro in meno di prove, saranno comunque li a giocarsi pole e vittoria.

Red Bull vicina, conferma Racing Point

Meglio non pensare alla possibilità di puntare alla pole position, visto che nel corso della stagione molte volte c’è stata una speranza risultata poi infondata. Ma la Red Bull, o meglio Max Verstappen, non è comunque distante dalle due Mercedes. L’olandese ha ottenuto il secondo tempo di giornata (a 0”347 da Hamilton) ma il suo miglior crono è arrivato con gomme medie.

Un verdetto singolare, perché i dati Pirelli hanno confermato mezzo secondo di differenza tra le mescole soft e media, ma con il set di ‘rosse’ Max non è riuscito ad abbassare il suo tempo. Gli ingegneri valuteranno questo aspetto in vista delle qualifiche di domani, ma lo stesso Verstappen non sembra avere ambizioni maggiori della ormai ‘sua’ terza posizione in griglia.

In casa Red Bull non hanno potuto contare sul riscontro di Alexander Albon, uscito violentemente di pista nell’ultima curva durante la simulazione di qualifica, un imprevisto che ha costretto Verstappen a dover farsi carico di due (brevi) simulazioni di gara alternando gomme soft e medie.

Buoni i riscontri, ma non in grado di togliersi dal collo il fiato della Racing Point. In Red Bull sperano di trovare la quadra domani, anche per allontanare l’ombra di Sergio Perez, arrivato in Bahrain sull’onda positiva del podio di Istanbul.

Messe da parte le preoccupazioni sul suo futuro, ‘Checo’ si è confermato anche ad Al Sakhir a ridosso delle prime posizioni, e non solo nella simulazione di qualifica che lo ha visto quarto assoluto. Perez ha completato anche un buon long-run con mescole medie, e non è da escludere che il piano di ‘Checo’ possa essere quello di affrontare i 57 giri di gara puntando ad una sola sosta, strategia ritenuta impossibile con i dati di degrado registrati oggi. Se ci sarà un pilota che proverà a farcela, sarà indubbiamente lui.

Inizio in salita per la Ferrari

Sulle piste a medio e basso carico la SF1000 soffre, e non è un dato sorprendente vedere la Ferrari in difficoltà sul layout di Al Sakhir. Ma per quanto non sia il terreno ideale, la dodicesima posizione di Sebastian Vettel e la quattordicesima di Charles Leclerc confermano che anche il lavoro ordinario non è andato nella giusta direzione.

Nel box del Cavallino sono ormai abituati a dedicare molto tempo alla ricerca del setup migliore per entrambi i piloti, e i test dedicati alle gomme 2021 hanno tolto spazio importante al lavoro sull’assetto.

A soffrirne maggiormente è stato Leclerc, che ha lottato molto con un bilanciamento non ottimale della sua monoposto, ma in Ferrari credono (e sperano) che i dati raccolti possano essere d’aiuto per trovare i giusti correttivi in vista di domani.

Non si preannuncia un weekend semplice (Mattia Binotto ha parlato di un “inizio difficile”) ma la speranza di puntare alla Q3 c’è ancora. La SF1000 non si sposa bene con la mescola soft, e questa non è una buona notizia in vista della qualifica, ma potrebbe andare meglio in gara, dove le previsioni indicano l’utilizzo di soft e hard.

condivisioni
commenti
Hamilton critica duramente le gomme Pirelli 2021
Articolo precedente

Hamilton critica duramente le gomme Pirelli 2021

Prossimo Articolo

Fotogallery F1: le prove libere del GP del Bahrain

Fotogallery F1: le prove libere del GP del Bahrain
Carica commenti
Video F1 | Verstappen, quante occasioni perse! Prime

Video F1 | Verstappen, quante occasioni perse!

In questo nuovo video di Motorsport.com, andiamo ad analizzare le occasioni perse di Max Verstappen nel combattutissimo duello contro Lewis Hamilton nel mondiale 2021. Forse, senza di quelle, avremmo già un campione del mondo?

Video F1 | Hamilton, quante occasioni perse! Prime

Video F1 | Hamilton, quante occasioni perse!

Andiamo ad analizzare insieme le occasioni perse da Lewis Hamilton nel corso del mondiale 2021 di Formula 1. In questo video, riassumiamo gli errori dell'inglese durante l'anno e le occasioni nelle quali ha performato al di sotto delle sue potenzialità, ottenendo risultati che alla fine dell'ultimo GP potrebbero decretarne la sconfitta iridata

Formula 1
26 nov 2021
F1 | Ceccarelli: "Alonso si sente integro e vuole dimostrarlo" Prime

F1 | Ceccarelli: "Alonso si sente integro e vuole dimostrarlo"

In questa nuova puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e il Dott. Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine analizzano la figura del "giovanotto" Fernando Alonso, reo di aver conquistato un podio in Formula 1 dopo sette anni. Eppure, nonostante l'età, ha ancora tanta voglia di dimostrare il suo valore...

Formula 1
24 nov 2021
F1 | Quando la lotta sportiva diventa peggio di Forum Prime

F1 | Quando la lotta sportiva diventa peggio di Forum

In Qatar abbiamo assistito all'ennesima, stucchevole situazione in cui i toni dei contendenti al titolo iridato si sono alzati in maniera esagerata. Oltre a quello, situazione che avevamo preso in esame, all'indice va messo il comportamento di chi governa il Circus iridato, più simile a quello di sceneggiatori alle prese con una serie tv anziché con una pagina clamorosa di storia dello sport.

Formula 1
23 nov 2021
Minardi: "Questa volta il voto 4 va alla FIA non ai piloti" Prime

Minardi: "Questa volta il voto 4 va alla FIA non ai piloti"

Il Gran Premio del Qatar ha ulteriormente inasprito il tono delle polemiche sportive legate alla stagione 2021 di Formula 1. Stavolta l'insufficienza pesante viene data alla FIA per come sta gestendo la situazione

Formula 1
22 nov 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Lewis, una vittoria di gestione" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Lewis, una vittoria di gestione"

In questa nuova puntata podcast di Piloti Top Secret, Matteo Bobbi e Beatrice Frangione commentano i fatti salienti e determinanti del GP del Qatar. Una lotta continua, che ha visto prevalere Lewis Hamilton, conquistatore della 102esima vittoria in carriera. Ecco svelato il segreto della sua vittoria...

Formula 1
22 nov 2021
F1 | Piola: "Rinforzato il comando DRS della Red Bull" Prime

F1 | Piola: "Rinforzato il comando DRS della Red Bull"

In questo nuovo video di Motorsport.com, Franco Nugnes e Giorgio Piola analizzano, con la lente d'ingrandimento tecnica, quanto visto nel sabato di qualifica del GP del Qatar. Una battaglia, anche di ali, senza fine...

Formula 1
20 nov 2021
Podcast | Bobbi: "Per Max la chiave è la prima curva" Prime

Podcast | Bobbi: "Per Max la chiave è la prima curva"

In questa nuova puntata di Piloti Top Secret, Matteo Bobbi e Beatrice Frangione commentano la qualifica del Gran Premio del Qatar. Lewis Hamilton è autore di una pole position incredibile, arrivata dopo un giro perfetto. Per Verstappen, però, non è detto che non possa arrivare la vittoria...

Formula 1
20 nov 2021