Formula 1
G
GP del Portogallo
02 mag
Prove Libere 1 in
16 giorni
09 mag
Prossimo evento tra
22 giorni
G
GP del Canada
13 giu
Gara in
60 giorni
G
GP di Francia
27 giu
Gara in
74 giorni
04 lug
Prossimo evento tra
78 giorni
G
GP di Gran Bretagna
18 lug
Gara in
95 giorni
G
GP d'Ungheria
01 ago
Gara in
109 giorni
G
GP del Belgio
29 ago
Gara in
137 giorni
05 set
Gara in
144 giorni
12 set
Gara in
151 giorni
G
GP della Russia
26 set
Gara in
165 giorni
G
GP di Singapore
03 ott
Prossimo evento tra
169 giorni
G
GP del Giappone
10 ott
Gara in
179 giorni
G
GP degli Stati Uniti
24 ott
Race in
193 giorni
G
GP del Messico
31 ott
Gara in
200 giorni
G
GP di Abu Dhabi
12 dic
Gara in
242 giorni
F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola
Topic

F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola

Ferrari: si mette il naso sul futuro della SF1000

La Scuderia a Sochi non si è limitata a introdurre una nuova paratia dell'ala posteriore. Ci sono degli interventi sulla SF1000 anche all'anteriore: il più importante è l'adeguamento del muso con il bordo d'entrata dei due profili fra i piloni che sono meno pronunciati, aumentando il flusso che si incanala verso i barge board e il fondo. L'ala anteriore, invece, è un mix fra l'Ungheria e il Mugello alla ricerca del carico necessario in Russia.

Ferrari: si mette il naso sul futuro della SF1000

La Ferrari non ha solo delle novità nel retrotreno della SF1000: sulla Rossa è comparsa a Sochi anche un’ala anteriore rivista che è un adattamento alla pista di Sochi che richiede un elevato carico aerodinamico, tant’è che nell’ala anteriore si sono viste soluzioni già viste in Ungheria con un mix di altre parti usate al Mugello.

La squadra del Cavallino, infatti, presenta due adattamenti nell’ala anteriore e una “correzione” nel muso: il bordo d’entrata dei profili che compongono il cape fra i due piloni dell’ala anteriore e il “nasino” è leggermente meno pronunciato per cui è maggiore la portata del flusso che viene incanalata verso i barge board e il fondo alla ricerca di una maggiore efficienza aerodinamica e, quindi, di una maggiore velocità.

Si tratta di modifiche minime che non richiedono nuovi crash test frontali, ma servono a verificare se l’andamento dell’aria è proprio quello che si voleva in galleria.

Ieri, non a caso Sebastian Vettel ha svolto una serie di prove aerodinamiche a velocità costante a 160, 190 e 240 km/h che non sarebbero giustificate dal semplice adeguamento delle ali alle caratteristiche della pista russa e i meccanici hanno lavorato anche sui turning vanes che sono i primi elementi che l’aria incontra dopo aver lambito il cape.

Dettaglio della paratia laterale posteriore Ferrari SF1000

Dettaglio della paratia laterale posteriore Ferrari SF1000

Photo by: Giorgio Piola

Oltre alla nuova paratia laterale posteriore, sopra, nell’anteriore abbiamo potuto osservare che il profilo principale ha una diversa curvatura in prossimità della paratia laterale, mentre l’ultimo flap come in Ungheria evidenzia una corda maggiorata nella parte più interna.

La Scuderia a Sochi segna una sorta di “punto zero” nell’evoluzione della SF1000: queste piccole novità precedono il fatto che nelle prossime gare dovrebbero arrivare altre parti nuove (barge board e fondo) che dovrebbero essere utili a correggere, almeno in parte, i problemi endemici che accompagnano la Rossa dall’inizio dei test invernali a Barcellona.

I tecnici del Cavallino, quindi, dovrebbero introdurre graduali cambiamenti grazie ai quali recuperare un po’ di competitività aerodinamica mancante, in attesa di giocare i due token di sviluppo per soluzioni più strutturali.

condivisioni
commenti
LIVE Formula 1, Gran Premio di Russia: Libere 3

Articolo precedente

LIVE Formula 1, Gran Premio di Russia: Libere 3

Prossimo Articolo

F1, Sochi, Libere 3: Hamilton fa il vuoto con la Mercedes

F1, Sochi, Libere 3: Hamilton fa il vuoto con la Mercedes
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Formula 1
Evento GP di Russia
Sotto-evento FP3
Location Sochi Autodrom
Piloti Sebastian Vettel , Charles Leclerc
Team Ferrari
Autore Franco Nugnes
Vergani: “Capelli per Ferrari ha detto no a Benetton” Prime

Vergani: “Capelli per Ferrari ha detto no a Benetton”

Intervista esclusiva ad Alberto Vergani, Manager di piloti impegnati nel Motomondiale ed in Formula 1 e profondo conoscitore del motorsport. Tra i tanti e ricchi retroscena emersi in questa chiaccherata con il Direttore Franco Nugnes, Vergani parla di una sliding doors che avrebbe potuto mutare la carriera in F1 di Ivan Capelli

Chinchero racconta Alonso (pt.2) - It's a long way to the top Prime

Chinchero racconta Alonso (pt.2) - It's a long way to the top

Dodicesima puntata di It's a long way to the top, rubrica podcast di Roberto Chinchero in cui, la prima firma di F1 di Motorsport.com, racconta attraverso aneddoti la scalata alla F1 di Fernando Alonso. Ecco a voi la seconda di 3 puntate sull'asturiano. Buon ascolto!

Formula 1
12 apr 2021
F1 Stories: la storia del Gran Premio di Imola Prime

F1 Stories: la storia del Gran Premio di Imola

Anche nel 2021, Imola è inclusa nelle tappe di un Mondiale di Formula 1. Un tracciato ricco di storia. Una storia, che merita di essere raccontata e ricordata...

Formula 1
12 apr 2021
Come la rapida ascesa di Kimi influì sulla carriera di Heidfeld Prime

Come la rapida ascesa di Kimi influì sulla carriera di Heidfeld

L'ascesa di Kimi Raikkonen come stella della Formula 1 fin dagli albori rimane una delle leggendarie storie del 2001, ma le sue imprese hanno avuto un impatto indesiderato sulle prospettive del suo compagno di squadra in Sauber. Vent'anni dopo il suo primo podio in F1 al GP del Brasile, ecco come Iceman ha influito sulla carriera di Nick Heidfeld.

Formula 1
11 apr 2021
F1: quanto è più veloce di una MotoGP, LMP1 o IndyCar? Prime

F1: quanto è più veloce di una MotoGP, LMP1 o IndyCar?

Siamo abituati a considerare la Formula 1 come la categoria regina dell'automobilismo, quella capace di raggiungere le velocità più elevate in assoluto. Ma sarà davvero così? Andiamo a scoprirlo in questa classifica...

Formula 1
11 apr 2021
Mercedes: il limite allo sviluppo può diventare un incubo Prime

Mercedes: il limite allo sviluppo può diventare un incubo

La Mercedes è andata via dal Bahrain con la consapevolezza di non avere tra le mani la monoposto di riferimento in griglia, e i limiti allo sviluppo potrebbero trasformare questa stagione in un incubo.

Formula 1
10 apr 2021
Jacques Villeneuve, cinquant'anni...mondiali Prime

Jacques Villeneuve, cinquant'anni...mondiali

Il 9 aprile del 1971 nasce Jacques Villeneuve, Campione del Mondo di Formula 1 1997. Andiamo a rivivere i suoi primi due anni nella massima serie, quelli che lo hanno accompagnato ad entrare nell'elenco delle leggende del Motorsport...

Formula 1
9 apr 2021
Basso Rake: come i regolamenti hanno "penalizzato" la W12 Prime

Basso Rake: come i regolamenti hanno "penalizzato" la W12

Andiamo a scoprire ed analizzare come le modifiche regolamentari al fondo ed al pavimento delle monoposto abbiano influito negativamente sulle performance della Mercedes W12, nonostante la vettura abbia vinto con Lewis Hamilton la gara di apertura in Bahrain

Formula 1
8 apr 2021